Michele Sollecito (Foto Gianluca Battista)
Michele Sollecito (Foto Gianluca Battista)
Politica

Sollecito contro il decreto legge Salvini

L'Assessore alle Politiche Sociali: «Si mina un modello di integrazione invidiato in tutta Europa»

Dopo la posizione ufficiale espressa da Italia in Comune sul decreto Salvini in fatto di immigrazione, anche l'Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Giovinazzo, Michele Sollecito, è intervenuto sul punto.

Lo ha fatto non solo da aderente al movimento politico che unisce amministratori in tutta Italia, ma anche perché lui è tra i maggiori sostenitori del progetto SPRAR (Servizio centrale per i richiedenti asilo e rifugiati) che ha portato a Giovinazzo, dal 2016, ragazzi che nei loro Paesi sarebbero stati in pericolo di vita. Alloggiano dalla suore in via Cappuccini, li si vede ogni tanto in piazzetta delle Rimembranze e non sono mai stati un problema né tanto meno un pericolo per la comunità locale. Sono invece un simbolo di integrazione.

«Pare che il decreto-legge Salvini preveda la chiusura di molti SPRAR - si legge nella nota - ovvero il sistema di accoglienza dedicato a rifugiati e richiedenti asilo diffuso su tutto il territorio, nato dalla collaborazione con Ministero dell'Interno ed ANCI, una buona pratica che si è consolidata negli anni. Si mina un modello di integrazione invidiato in tutta Europa e che, per inciso, hanno messo in pratica diversi Comuni anche di centrodestra».

Sollecito col suo post su Facebook ha ribadito una posizione netta e ha voluto evitare che la discussione sul popolare social potesse prendere degenerare. L'Assessore ha quindi chiesto di tacere a coloro i quali «non sanno cosa sia il Pocket Money e sono ossessionati dai 35 euro al giorno (che non vanno tout court agli ospiti); non sanno che il diritto d'asilo è previsto dall'articolo 10 della nostra Costituzione; non sanno che i tempi di verifica del diritto d'asilo non sono sempre ottimali e che nel frattempo l'accoglienza diffusa si è dimostrata la migliore pratica messa in campo dallo Stato; non sanno quanto abbia aiutato uno SPRAR nel favorire nei Comuni l'integrazione di immigrati regolari, da episodi di aiuto reciproco ad episodi di collaborazione istituzionale (penso ad esempio all'aiuto nel favorire mediatori culturali o linguistici nelle scuole)».

Infine una precisazione d'obbligo per un amministratore in genere sempre moderato come lui: «Il Governo ed il Ministro è legittimato a dare nuovi indirizzi politici anche in materia di gestione dei flussi migratori - ha scritto -, mi chiedo solo perché minare le pratiche che funzionano. L'Italia dovrebbe recuperare un po' di sano equilibrio - ha concluso Sollecito -, passare da un estremo all'altro in certi campi potrebbe produrre nuovi scompensi».
  • Michele Sollecito
  • Immigrazione
Altri contenuti a tema
Monitoraggio civico, aggiornato il sito comunale Monitoraggio civico, aggiornato il sito comunale Sollecito: «Processo che aiuta a capire come procede il programma amministrativo »
Italia in Comune contro il decreto Salvini su immigrazione Italia in Comune contro il decreto Salvini su immigrazione Sessanta amministratori locali si oppongono al provvedimento voluto dal Ministro dell'Interno
Servizio di assistenza domiciliare anziani non autosufficienti: le domande entro il 19 novembre Servizio di assistenza domiciliare anziani non autosufficienti: le domande entro il 19 novembre Sollecito: «Vogliamo essere vicini ad un maggior numero di anziani in difficoltà»
Firma tra Comune e Banco Opere di Carità per le famiglie in difficoltà Firma tra Comune e Banco Opere di Carità per le famiglie in difficoltà Michele Sollecito: «Intervento che si affianca alla ripresa della mensa sociale»
Migranti, Michele Sollecito propone «la terza via» Migranti, Michele Sollecito propone «la terza via» Un lungo post per spiegare la posizione del Vicesindaco sulla vicenda e sull'accoglienza offerta dalla Chiesa anche nella nostra Diocesi
Educazione alla Cittadinanza, Depalma e Sollecito firmano una petizione popolare Educazione alla Cittadinanza, Depalma e Sollecito firmano una petizione popolare L'idea era partita dal Comune di Firenze. I due amministratori invitano la cittadinanza ad aderire all'iniziativa
Ciclovia, Sollecito: «Si chiarisca il giallo della firma sull'esposto al Ministero» Ciclovia, Sollecito: «Si chiarisca il giallo della firma sull'esposto al Ministero» La lettera giuntaci in redazione intende replicare a PrimaVera Alternativa
2 Ciclovia Giovinazzo-Santo Spirito, botta e risposta tra de Gennaro e Sollecito Ciclovia Giovinazzo-Santo Spirito, botta e risposta tra de Gennaro e Sollecito Il Vicesindaco ha risposto al Consigliere di PrimaVera Alternativa dopo l'intervista rilasciataci
© 2001-2018 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.