I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rapinò un 54enne sul pianerottolo di casa, arrestato un 21enne

Il colpo nel 2017. I Carabinieri hanno visionato le immagini: denunciati anche i due suoi complici

Lo attese sul pianerottolo di casa per poi aggredirlo e rubargli la catenina ed il borsello. I Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 21enne del rione Santo Spirito (S.I. le sue iniziali, ndr) con l'accusa di tentata rapina a mano armata e lesioni personali, aggravate in concorso, per l'episodio avvenuto il 17 ottobre 2017.

Fondamentali per i militari, al comando del luogotenente Dino Amato, le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza poste in via Devenuto e nel rione 167. La svolta nelle indagini degli investigatori giovinazzesi, infatti, è arrivata proprio grazie all'analisi dei video che mostravano i tratti somatici del rapinatore, gli indumenti che portava al momento dell'aggressione e l'autovettura utilizzata per la fuga.

Una rapina brutale che inorridì l'opinione pubblica per la sua efferatezza. L'autore dell'aggressione al 54enne, che era appena tornato a casa dopo la passeggiata col suo cane, è finito in manette. Secondo l'accusa il 21enne, col volto coperto da un cappello, da un fazzoletto e con una pistola in pugno, non esitò a colpirlo su uno zigomo e alla testa pur di farsi consegnare la catenina e il borsello.

Il 54enne, però, senza timore e nonostante fosse stato colpito alla testa, reagì sferrando un pugno in pieno volto al suo aggressore, riuscendo così a metterlo in fuga, prima di essere soccorso dai sanitari del Servizio 118 e trasportato presso l'ospedale monsignor Tonino Bello di Molfetta, dove gli fu ricucito il taglio sul volto e gli furono prescritti 8 giorni di prognosi.

Sul posto giunsero anche i Carabinieri della locale Stazione che, dopo aver ascoltato la vittima, hanno visionato anche le immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza della zona. Immagini che, nel corso dell'attività investigativa, si sono così rivelate fondamentali e che hanno condotto al 21enne, alla vettura utilizzata ed ai suoi due complici, tutti provenienti dal quartiere a nord di Bari.

Tali risultanze, corroborate dall'analisi di tabulati telefonici e da altri accertamenti tecnici, hanno consentito di acquisire, proprio a carico del 21enne, censurato e dunque già noto alle forze di polizia, concordanti elementi probatori che hanno portato all'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere, prontamente eseguita dai militari operanti.

E se i due complici sono stati denunciati in stato di libertà presso la Procura della Repubblica di Bari, ​mirati approfondimenti investigativi hanno consentito di identificare inequivocabilmente il 21enne, nei confronti del quale, attesa la gravità dei fatti accertati, il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Bari ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

A S.I., raggiunto presso la propria abitazione, è stato notificato il provvedimento. E così, l'uomo, accusato di rapina in concorso, è stato condotto presso il carcere di Bari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Giovinazzo Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Giovinazzo 14 i colpi accertati, arrestati dai Carabinieri di Matera due pregiudicati di Bitonto
Pene da scontare, i Carabinieri portano in carcere un 34enne Pene da scontare, i Carabinieri portano in carcere un 34enne L'uomo, residente in città, dovrà scontare 4 anni e 6 mesi per estorsione e rapina aggravata
Rubano materiale da un cantiere edile, arrestati Rubano materiale da un cantiere edile, arrestati In manette un 35enne ed un 21enne: sorpresi dai Carabinieri dopo aver rubato un box doccia
Marijuana nel trullo, arrestati in tre. Ma le analisi danno ragione a loro Marijuana nel trullo, arrestati in tre. Ma le analisi danno ragione a loro I Carabinieri avevano sequestrato oltre 25 chili. In realtà avevano un principio attivo di Thc contenuto entro i limiti di legge
1 Presi con la marijuana, il Riesame dispone la scarcerazione Presi con la marijuana, il Riesame dispone la scarcerazione Accolto il ricorso della difesa, in libertà due giovinazzesi di 40 e 26 anni. Il 24 settembre udienza per il 23enne
Spaccio di droga e furti, controlli dell'Arma. Due arresti Spaccio di droga e furti, controlli dell'Arma. Due arresti In manette un 25enne, che aveva 30 grammi di marijuana, ed un 29enne, pizzicato dopo aver rubato uno stereo
L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato In manette un giovinazzese. Il tallonamento tra una gazzella del Radiomobile e la Lancia Delta dell'uomo
Bloccati con la marijuana, ma il grosso era in un trullo: nei guai tre giovani Bloccati con la marijuana, ma il grosso era in un trullo: nei guai tre giovani Fermati dai Carabinieri. E nelle campagne altro stupefacente: ben 23,5 chilogrammi. Sono stati rinchiusi in carcere
© 2001-2018 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.