IMG JPG
IMG JPG
Vita di città

«Chi passa da qui sappia chi era Angelo Ricapito». L'Anpi commemora il partigiano giovinazzese

Inaugurata ieri la nuova targa toponomastica nel 46esimo anniversario dell'assassinio. Il sindaco Depalma: «Lui pilastro della nostra comunità»

Elezioni Regionali 2020
«È importante che chi passa da qui sappia chi era Angelo Ricapito». Le parole di Pasquale Martino, rappresentante dell'Anpi provinciale, esprimono tutto il senso dell'inaugurazione della nuova targa toponomastica dedicata al partigiano giovinazzese: un atto simbolico non trascurabile in un'epoca in cui date, storie e valori che dovrebbero essere patrimonio consolidato non sembrano più così condivisi.

«Il seme del fascismo non è mai morto - ha avvertito Martino -. Oggi non ci sono solo i nostalgici, ma la discriminazione e il nazionalismo non vanno mai sottovalutati: sono semi del fascismo che rifioriscono. Il compito dell'Anpi e della società civile è quello di educare alla solidarietà, alla tolleranza, ai valori delle Costituzione».

È senz'altro questo lo spirito con cui ieri la sezione dell'Associazione nazionale Partigiani d'Italia di Giovinazzo (che non a caso è intitolata a Angelo Ricapito), in collaborazione con il Coordinamento regionale Antifascista (Cgil, Arci, Libera) e l'associazione Led, ha organizzato la cerimonia per commemorare il partigiano giovinazzese, combattente della Brigata Garibaldi, che perse la vita nell'eccidio di San Polo, compiuto dai militari nazisti ad Arezzo il 14 luglio di 76 anni fa. Nella strage, oltre a Ricapito, perirono circa 70 persone tra partigiani e inermi civili tra cui donne e bambini.

«Angelo Ricapito per la nostra comunità è un pilastro - ha ricordato il sindaco Tommaso Depalma-. Dobbiamo rivendicare i valori della nostra Costituzione: siamo antifascisti e su questa storia non c'è discussione. Il merito è di quelli come Angelo Ricapito che con un atto di amore hanno permesso la costruzione di una grande idea».

Poco prima dello svelamento delle targhe, poste all'inizio e alla fine della strada, Michele Cipriani, presidente della sezione Anpi di Giovinazzo, ha dato lettura di un brano tratto dal volume "Angelo Ricapito: una vita partigiana" realizzato nel 2013 da Led e curato da Domenico Mortellaro.
4 fotoGiovinazzo ricorda Angelo Ricapito
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • ANPI Giovinazzo
  • Angelo Ricapito
Altri contenuti a tema
L'ANPI Giovinazzo celebra il 76° anniversario della morte di Angelo Ricapito L'ANPI Giovinazzo celebra il 76° anniversario della morte di Angelo Ricapito Cerimonia questa sera nella strada a lui intitolata
1 Una Festa della Liberazione anomala ma intensa (FOTO) Una Festa della Liberazione anomala ma intensa (FOTO) Cerimonia sobria ieri alla presenza del Sindaco, del Presidente del Consiglio comunale e dei vertici cittadini ANPI
L'ANPI Giovinazzo festeggia il 25 aprile ed invita i cittadini a scattare foto o a girare video L'ANPI Giovinazzo festeggia il 25 aprile ed invita i cittadini a scattare foto o a girare video Nonostante il momento storico difficile, la locale sezione invita a rinvigorire il sentimento libertario ed antifascista
Costituita a Giovinazzo la Sezione ANPI intitolata ad Angelo Ricapito Costituita a Giovinazzo la Sezione ANPI intitolata ad Angelo Ricapito Michele Cipriani eletto presidente
ANPI e LED Giovinazzo presentano il libro "Il partigiano ritrovato. Una storia di Resistenza" ANPI e LED Giovinazzo presentano il libro "Il partigiano ritrovato. Una storia di Resistenza" Appuntamento con l'autore alle 19.00 in Sala San Felice
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.