Mozart che passione!
Mozart che passione!
Scuola

"Il flauto magico" dei bimbi della "San Tommaso"

Venerdì scorso la chiusura di un progetto straordinario dedicato a Mozart

Per le docenti della scuola dell'infanzia "San Tommaso" prendere in esame il testo narrativo tratto dall'opera classica di Mozart "Il flauto magico" è stata una sfida, una sperimentazione che ha in se una connotazione innovativa non facile da semplificare e rivolgere a bambini in età compresa tra i tre, quattro e cinque anni.

Eppure la sfida è stata vinta con intenso impegno e ha avuto ottimi risultati colmi di conoscenza, sapere e scoperte. Il testo è diventato un Progetto di Educazione alla Musica e venerdì pomeriggio nel giardino della scuola primaria "San Giovanni Bosco" si è trasformato, dopo una lunga preparazione, in un concerto con protagonisti i cento bambini che frequentano la suddetta Scuola dell'Infanzia annessa all'Istituto Comprensivo "Bosco-Buonarroti".

I bambini di tre, quattro e cinque anni sono stati accompagnati per mano dalle docenti per scoprire la storia rivisitata e adattata per la loro età. Dal testo narrativo, scaturito dall'opera classica del bambino prodigio quale fu Wolfgang Amadeus Mozart, racconto che ha agito da sfondo integratore delle attività didattiche, è stato possibile realizzare tantissime esperienze, uscite, attività di laboratorio, attività linguistiche, logiche, manipolative, sensoriali, psicomotorie e creative, esperimenti e giochi-scoperte sempre stimolanti e propri della Scuola dell'Infanzia statale.

Il concerto, davvero ben confezionato, ha deliziato le famiglie accorse numerose ad applaudire il coro e al contempo l'orchestra della scuola "San Tommaso". Davanti ai loro occhi una serie di momenti intrisi della spontaneità dei piccoli, attenti ed impegnati nel percorso operativo e didattico che la docente di musica ha messo in atto.

«Ho svolto il Progetto Musica puntando su tre settori: l'ascolto, il movimento ed il canto. Inoltre, ho adattato alcuni brani dell'opera classica a questa dimensione educativa, quella della Scuola dell'Infanzia che ha permesso a bambini così piccoli di scoprire un musicista di grande rilievo-ha affermato Antonella Siracusa. È stata un'impresa vista l'opera complessa musicalmente. Posso ritenermi più che soddisfatta per il risultato ottenuto, oltre che per l'attenzione mostrata dai bambini e per la collaborazione con le docenti. Ringrazio il preside Berardo Guglielmi per avermi permesso di portare a Giovinazzo l'ensemble delle flautiste mie allieve».

Le flautiste del Liceo Musicale "G.Tarantino" di Gravina in Puglia hanno curato svariati spazi musicali suonando il flauto con grazia ed armoniosità: Mara Lorusso, Lea Nuzzi, Antonietta Dimattia, Nicoletta Natale, Aiane Ioneda (ragazza giapponese, in Italia da un anno con progetto intercultura).

Il concerto dei piccoli alunni ha proposto in programma brani famosi di Mozart: "Che suono stupendo" tratto dal primo atto del flauto magico " È nel mio cor" brano famoso della Regina della Notte, che ha posto in risalto le emozioni, ed ancora "Gente è qui l'uccellatore" mentre nella scena appare Papageno vestito di piume colorate. Per i bambini questo è stato un momento molto simpatico nel quale hanno partecipato utilizzando una modalità corporea e muscolare suonando i campanelli definita "body percussion". E poi "Squilla Sistro Squilla" brano tratto dal secondo atto dell'opera che ha fatto scoprire ai bambini il suono acuto e grave.

Sul finire il repertorio mozartiano ha proposto "Tre geni belli, buoni e saggi" attraverso il quale i bambini hanno scoperto due caratteristiche del suono "il legato e lo staccato" e per finire giocosità e ritmo gioioso con i giochi sonori per eseguire "Tutti godono" brano che i bambini hanno interpretato suonando gli strumenti musicali da loro costruiti nei laboratori manipolativi: tamburelli, sonagli, nacchere, maracas.

L'innovazione didattica ha ancora una volta dato una spinta motivazionale alle docenti della "San Tommaso": «La nostra scuola – ha affermato Maria Restivo, insegnante Referente del plesso "San Tommaso" - da sempre ha operato su sfondi integratori che prendessero corpo attraverso dei grandi classici della letteratura, delle grandi scoperte, delle arti. Prova ne è che nei nostri percorsi sono pietre miliari: "La Divina Commedia" di Dante Alighieri, l'"Odissea" di Omero, "Il Milione" di Marco Polo, Le scoperte di Leonardo da Vinci, "Il mercante di Venezia" di William Shakespeare e poi ancora Monet, Oscar Wilde, Mirò e ultimo "Il flauto magico" di Wolfgang Amedeus Mozart. La nostra prassi didattica- ha proseguito la docente- si affida all'uso del libro, della lettura e dell'ascolto.

Nel tempo - ha proseguito - i nostri libri ci hanno consentito di portare i bambini in maniera ludica e gioiosa alla scoperta del mondo circostante, dei suoi fenomeni, delle sue principali peculiarità senza perdere di vista la spontaneità, la curiosità e gli interessi che albergano nell'indole dei nostri bambini. Le nostre scelte didattiche, i grandi testi proposti ai bambini possono sembrare ostici e poco adatti alla loro fascia di età, ma l'esperienza la coesione dello staff pedagogico, negli anni e con l'esperienza, ha garantito e posto in essere strategie educative che hanno favorito, incuriosito, affascinato piccoli e grandi. I grandi, i genitori sempre attenti e presenti nei nostri percorsi i e sempre pronti ad interessarsi e a supportare e qualche volta a mettersi in gioco per i loro bambini».

Sarà di sicuro un bel ricordo questa manifestazione che attesta quanta passione ed impegno viene rivolta a questo segmento educativo e formativo, la Scuola dell'Infanzia che, nonostante non sia obbligatoria, resta fondamentale per costruire le basi della crescita delle future generazioni.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Scuola San Tommaso
Altri contenuti a tema
Quattro nuove centrali termiche per altrettante scuole di Giovinazzo Quattro nuove centrali termiche per altrettante scuole di Giovinazzo Depalo annuncia altri tre interventi in altri plessi
Covid-19: sanificazione nelle scuole "San Giovanni Bosco" e "San Tommaso" Covid-19: sanificazione nelle scuole "San Giovanni Bosco" e "San Tommaso" La comunicazione ufficiale della preside
Finiti i lavori all'impianto idrotermico. Tornati nelle loro aule i piccoli della "San Tommaso" Finiti i lavori all'impianto idrotermico. Tornati nelle loro aule i piccoli della "San Tommaso" Da lunedì 18 gennaio gli alunni sono rientrati nel plesso di via Mazzini
Lavori idrotermici alla "San Tommaso": riallocate le classi della scuola dell'infanzia Lavori idrotermici alla "San Tommaso": riallocate le classi della scuola dell'infanzia Il Comune di Giovinazzo ha iniziato l'intervento durante le festività natalizie. Ecco cosa cambia sino al 12 gennaio
Covid a scuola: riapre la "Marconi". La "San Tommaso" chiusa sino all'8 dicembre Covid a scuola: riapre la "Marconi". La "San Tommaso" chiusa sino all'8 dicembre Lo ha reso noto il Sindaco Depalma nel periodico bollettino rivolto alla cittadinanza
Depalma: «Chiusa ancora scuola "San Tommaso" per altro contagio maestra» Depalma: «Chiusa ancora scuola "San Tommaso" per altro contagio maestra» Il Sindaco ha confermato i 160 attualmente positivi a Giovinazzo ed i 5 decessi per Covid-19. Chiarimenti anche sulla situazione alla "Marconi"
Caso Covid: chiusa precauzionalmente la Scuola "San Tommaso" a Giovinazzo Caso Covid: chiusa precauzionalmente la Scuola "San Tommaso" a Giovinazzo Il provvedimento è stato ufficializzato nella serata di domenica
Scuola "San Tommaso" sanificata: una maestra contagiata dal Covid. I positivi sono 106 Scuola "San Tommaso" sanificata: una maestra contagiata dal Covid. I positivi sono 106 Lo ha confermato il Sindaco Tommaso Depalma con un post Facebook rivolto alla cittadinanza
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.