Alfonso Arbore
Alfonso Arbore
Sponsorizzata

Alfonso Arbore ai saluti da presidente del Consiglio comunale

Le sue parole: «Onorato di aver ricoperto questa carica»

Cinque anni al servizio della città e della massima assise. Alfonso Arbore, presidente del Consiglio comunale, ieri, 7 giugno, ha coordinato per l'ultima volta i lavori del quinquennio 2017-2022 in Aula "Pignatelli".
Gli abbiamo chiesto un resoconto delle tante attività svolte in questi anni e lui ci ha risposto non senza emozionarsi.

Presidente ci dia un po' la misura del suo impegno in questi anni.
Il mio mandato è partito dal 26 luglio 2017, giorno della mia elezione avvenuta grazie al voto della maggioranza, e si è conclusa ieri.
Ho avuto il privilegio di essere il Presidente del Consiglio comunale, di rappresentare la mia città, cercando di onorare tutte le rappresentanze cittadine in maniera equilibrata e paritaria, nonché le istituzioni di ogni tipo. Abbiamo tenuto, pensate, ben 84 sedute dell'assise, frutto di tanto lavoro che l'amministrazione aveva in cantiere.
Ho cercato di convocare Consigli brevi e comprensibili a chiunque ci ascoltasse, con pochi punti all'ordine del giorno, evitando storture della macchina amministrativa come purtroppo accade sovente altrove.
Una vastità di regolamenti sono stati approvati in questi anni, in primis lo Statuto ed il nuovo Regolamento del Consiglio comunale stesso a cui l'opposizione ha collaborato attivamente. E di questo vado molto fiero.

Ripercorra con la mente le date indelebili di questo suo mandato: quali le vengono in mente?
Alcune sono le date indelebili scolpite nella memoria di questa mia presidenza:
1) 11 maggio 2018 - onoreficenza e riconoscimento di rango di Città ricevuto dal Prefetto S. E. dott. ssa Magno;
2)17 gennaio 2019 - inizio visita pastorale del Vescovo S. E. Monsignor Cornacchia, primo vescovo a sedere in Consiglio comunale alla presenza dell'intera Assise.
3) 30 giugno 2019 - sempre in Consiglio comunale, conferimento della cittadinanza onoraria al divo John Turturro originario giovinazzese è consegna delle chiavi della città di Giovinazzo dopo grande festa collettiva.
4) 6 dicembre 2019 - presso la sala don Tonino Bello, conferimento della cittadinanza onoraria a Capitano Ultimo al secolo Sergio De Caprio autore dell', arresto del boss Totò Riina.

Lei ha ricoperto un ruolo che dev'essere necessariamente super partes: quali gli interventi importanti operati in questo quinquennio anche all'interno del Palazzo di Città?
Nella mia consigliatura mi onoro di aver:
1) permesso la ristrutturazioni della stanza del Sindaco, del Presidente, della rinnovata sala giunta e pre-consiliare, nonché dopo circa trent'anni la ristrutturazione con nuove sedute dell'Aula intitolata al figlio prediletto di Giovinazzo, Luciano Pignatelli.
2)Aver fatto risuonare in ogni apertura di seduta l'inno di Mameli.
3)Aver gratificato con una "semplice" ma apprezzata pergamena diverse personalità e associazioni locali impegnatisi attivamente per la crescita del nostro territorio, da ogni punto di vista, concedendo anche diversi encomi solenni a uomini e donne delle istituzioni e delle forze dell'ordine.
5) Aver collaborato durante il periodo pandemico legato alla diffusione del virus Sars CoV2 ai vari Centri Operativi Comunali decisionali che modificavano purtroppo le nostre consuete abitudini, ma che cercavano di dare risposte concrete a tanti cittadini. In quel periodo ho collaborato alla distribuzione di buoni spesa nonché al puntuale aggiornamento dei dati Covid settimanali tanto apprezzati dai cittadini e forse un unicum nel circondario.
A proposito di questo ultimo punto il 7 Aprile 2020 ho firmato un decreto che insediava e regolamentava le sedute in videocall dei Consigli comunali. Un momento durissimo che ci ha permesso di utilizzare e apprezzare tale modalità estremamente seguita e funzionale alle esigenze che l'emergenza sanitaria ci imponeva. Ecco, credo che quel periodo sarà ricordato negli annali della nostra cittadine e spero resti un lontanissimo ricordo.

Presidente, oggi però lei è di nuovo in campo con Sud al Centro a sostegno di Michele Sollecito sindaco?...
A livello politico mi onoro di rappresentare il movimento civico Sud al Centro di cui sono il referente territoriale e per cui ho tirato su un bel gruppo che ringrazio di cuore, che ha come scopi primari il decoro, la bellezza cittadina e la sicurezza, oltre a coltivare cultura, ad essere vicino al mondo dello sport ed a quello della solidarietà, che vanno ad intersecarsi a beneficio della collettività. Ovviamente siamo una lista che ha creduto fortemente nel progetto politico di Michele Sollecito candidato sindaco, dopo attente valutazioni e dibattiti, perché è la sintesi precisa e puntuale di 10 anni di amministrazione, nonché il motore che guarda al futuro con un nuovo progetto a largo respiro fatto di esperienza, motivazioni e competenze.

Chi vuole ringraziare alla fine di questa chiacchierata?
Per ultimo permettetemi di ringraziare indistintamente e in egual misura Sindaco, Giunta, Consiglieri, dipendenti comunali, associazioni, autorità militari con cui fattivamente credo di essermi confrontato, istituzioni di ogni tipo oltreché ogni concittadino della mia amata Giovinazzo.
Ogni qualvolta qualcuno mi chiedesse impegno nel fare qualcosa a favore della mia Città, io ci sarò sempre!
Grazie alla redazione di GiovinazzoViva che ha ascoltato e portato sempre con professionalità e trasparenza la mia voce ai cittadini, anche in momenti di grande difficoltà personale.
W Giovinazzo e W il Consiglio Comunale di cui ho avuto l'onore di esserne il Presidente!
  • Alfonso Arbore
Altri contenuti a tema
Rifiuti, scritte sui muri ed inciviltà: lo sfogo di Alfonso Arbore Rifiuti, scritte sui muri ed inciviltà: lo sfogo di Alfonso Arbore L'assessore: «Non voglio mollare ma onestamente la situazione sta sfuggendo di mano»
Abbandono di rifiuti, guerra infinita: già 65 sanzioni con le fototrappole Abbandono di rifiuti, guerra infinita: già 65 sanzioni con le fototrappole 40 sono state elevate nei soli mesi estivi, multe sino a 450 euro. Arbore: «Sono soddisfatto del lavoro di questi primi mesi»
Sollecito ed Arbore alla ricerca dei "furbetti" della differenziata Sollecito ed Arbore alla ricerca dei "furbetti" della differenziata Sindaco ed assessore ieri hanno controllato i rifiuti domestici in alcuni quartieri a caccia dei trasgressori
Elezioni amministrative: i movimenti della politica giovinazzese Elezioni amministrative: i movimenti della politica giovinazzese Ancora confronti a sinistra. Sollecito aggiunge un altro tassello?
Gli auguri di fine anno di Depalma, Arbore e de Gennaro ai giovinazzesi Gli auguri di fine anno di Depalma, Arbore e de Gennaro ai giovinazzesi Spazio alle riflessioni del sindaco, del presidente del Consiglio comunale e di un rappresentante delle opposizioni
Don Tonino "Venerabile", la gioia di PVA e di Alfonso Arbore Don Tonino "Venerabile", la gioia di PVA e di Alfonso Arbore Continuano i commenti alla notizia arrivata giovedì mattina dalla Santa Sede
Un 4 novembre diverso a Giovinazzo (LE FOTO) Un 4 novembre diverso a Giovinazzo (LE FOTO) Cerimonia in Villa Comunale alla presenza delle scolaresche. Il Milite Ignoto è cittadino onorario
Ambiente e turismo, Giovinazzo e Vicenza si stringono la mano Ambiente e turismo, Giovinazzo e Vicenza si stringono la mano Depalma e Arbore presenti nel fine settimana nella città veneta per la "Domenica ecologica"
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.