Il Giovinazzo C5. <span>Foto Simone Grilli e Vis Gubbio</span>
Il Giovinazzo C5. Foto Simone Grilli e Vis Gubbio

Il Giovinazzo cade a Gubbio ma fa festa: sarà ancora serie A2

I biancoverdi perdono 8-5 e centrano lo stesso l’aritmetica permanenza. Doppietta di Restaino

Fine delle trasmissioni. Arrivederci alla prossima stagione sportiva, sempre su questi schermi. Perché il Giovinazzo C5, che era pesantemente invischiato nella lotta per evitare l'appendice dei play-out, anche il prossimo anno potrà giocare nel campionato di serie A2.

La sconfitta col punteggio di 8-5 (la terza di fila, l'undicesima stagionale, nda) sul campo della Vis Gubbio si rivela indolore: i biancoverdi del presidente Antonio Carlucci, che ha personalmente seguito la squadra in Umbria, mantengono il +4 sulle penultime ad un turno dalla conclusione della regular season, e festeggiano in casa d'altri una storica salvezza che pareva difficile e che si è invece concretizzata proprio sui titoli di coda di un campionato che, complice la pandemia, da queste parti nessuno dimenticherà mai.

Una salvezza incredibile, emozionante, meritatissima. Bravi tutti, a partire dal tecnico Miki Grassi, sostituito in panca dal suo vice Francesco Faele, sino a tutti i suoi effettivi. E complimenti anche alla società, che festeggia la riconferma della categoria nel suo 20esimo anno di vita. Il tempo di prendere le misure al Giovinazzo (che sfiora il gol con Ferreira Praciano: bravo Boscaino) che la Vis Gubbio mette le mani sul match.

Lo fa, dopo i tentativi di Wagner Leite e Di Fonzo, con la rete di Calvet (1-0), ma gli ospiti la ribaltano in un amen: Restaino pareggia subito i conti (1-1), poi Mongelli si avventa su una corta respinta di Boscaino e realizza l'1-2.

I padroni di casa, salvati dal palo su Restaino, riescono a riportare la gara in equilibrio sull'asse Wagner Leite-Di Fonzo (2-2), ma i giovinazzesi nel finale si gettano in avanti con la forza della disperazione, ma anche con la lucidità di chi sa che la foga da sola non basta: Restaino (doppietta per lui), servito da Ferriera Praciano, sigla il 2-3, poi all'ultimo respiro è Restaino a ricambiare il favore per la rete di Ferreira Praciano che chiude i primi 20 minuti di gioco sul 2-4.

Sembra già chiusa, ma a riaprire la gara, dopo la traversa colpita da Wagner Leite e il palo centrato da Calvet, ci pensano Di Fonzo (3-4) e pure Bicaj (4-4). La Vis Gubbio sembra davvero incontenibile: Di Capua si erge ad eroe della ripresa sui vari Carlopio, Di Fonzo e Martella, ma non può nulla sul 5-4 di Di Fonzo.

Non è finita: Calvet e poi Di Fonzo (una tripletta a testa per entrambi) aumentano il divario sino al 7-4, mentre Mongelli (protagonista in negativo in chiusura) è fermato dal palo. Si chiude con l'autorete di Martella (7-5), l'ultimo tentativo dei biancoverdi (di Alves, lontano dallo specchio), l'espulsione per doppio giallo di Mongelli e l'8-5 conclusivo di Wagner Leite.

Nonostante la sconfitta, le emozioni arrivano lo stesso. E sono emozioni dolcissime per il Giovinazzo che raggiunge la salvezza in serie A2 addirittura con una giornata d'anticipo. Applausi, per una squadra che ha saputo scrivere una pagina importante nella sua storia.

La prima storica promozione in serie A2 nel lontano 2007, la seconda conquistata nel 2020. E ora, la salvezza firmata da capitan Angelo Piscitelli e un gruppo di ragazzi più forti di tutto.

Recuperi 20^ Giornata

Vis Gubbio - Giovinazzo C5 8-5
Buldog Lucrezia - Futsal Capurso 6-2
Atletico Cassano - RisparmioCasa Manfredonia 1-7

Classifica

RisparmioCasa Manfredonia 46
Futsal Cobà 41
CLN Cus Molise 33
Tombesi Ortona 31
Buldog Lucrezia 27
Vis Gubbio 27
Atletico Cassano 27
​CS Gisinti Pistoia 25
Giovinazzo C5 15
Futsal Capurso 11
Tenax Castelfidardo 11
Virtus Rutigliano -1

  • Giovinazzo Calcio a 5
Altri contenuti a tema
Rafinha saluta il Giovinazzo C5, ma non dà l’addio al futsal Rafinha saluta il Giovinazzo C5, ma non dà l’addio al futsal «5 anni meravigliosi: sono arrivato come un atleta, vado via come un tifoso»
Il Giovinazzo C5 riparte da Foletto: il pivot torna da allenatore Il Giovinazzo C5 riparte da Foletto: il pivot torna da allenatore Il tecnico, reduce dal double di Sala Consilina, guiderà i biancoverdi nel torneo di serie A2
Giovinazzo-Samele, è finita: separazione consensuale con il diggì Giovinazzo-Samele, è finita: separazione consensuale con il diggì Il dirigente, che ha raggiunto la salvezza in A2, lascia il club di Carlucci dopo tre anni
Giovinazzo C5 e Miki Grassi, le strade si dividono Giovinazzo C5 e Miki Grassi, le strade si dividono Il tecnico, che ha raggiunto la salvezza in A2, non sarà l’allenatore dei biancoverdi nella prossima stagione
Depalma non basta, il Capurso rimonta il Giovinazzo: è 2-1 Depalma non basta, il Capurso rimonta il Giovinazzo: è 2-1 Al vantaggio degli ospiti rispondono Dammacco e Campagna. I biancoverdi chiudono noni
Il Giovinazzo già salvo saluta il campionato di serie A2 a Capurso Il Giovinazzo già salvo saluta il campionato di serie A2 a Capurso Biancoverdi reduci dal blitz di Campobasso: in panchina ci sarà nuovamente Faele
Giovinazzo C5, una vittoria meritata che riempie d’orgoglio Giovinazzo C5, una vittoria meritata che riempie d’orgoglio I biancoverdi di Faele espugnano il campo del Cus Molise. Finisce 1-4, doppietta di Alves
A Campobasso con la salvezza in tasca. Per il Giovinazzo la gara dell’orgoglio A Campobasso con la salvezza in tasca. Per il Giovinazzo la gara dell’orgoglio Alle ore 19.00 i biancoverdi di Faele impegnati sul campo del Cus Molise. Squalificato Mongelli
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.