Il Giovinazzo C5
Il Giovinazzo C5

Giovinazzo C5, che amarezza. Godono le Aquile Molfetta

Ospiti sempre avanti, finisce 2-4 al PalaPansini. Ma sul derby pesa l’espulsione di Piscitelli

Un gran balzo sull'ultimo vagone: le Aquile Molfetta agganciano il convoglio play-off, violando 2-4 il fortino del Giovinazzo C5.

Ma sul derby del PalaPansini, disputato in una cornice di tifo cavalleresco, con oltre 1.000 spettatori, pesa come un macigno l'espulsione di Piscitelli, una di quelle decisioni assolutamente strampalate da parte dei direttori di gara Di Battista e D'Ignazio, con poco meno di tre quarti di gara ancora da disputare. L'intervento a gamba tesa è pericoloso su Pedone, ma il rosso diretto è francamente troppo. L'ingiustizia è davvero grossa. E dura da buttare giù.

Il derby, comunque, è letteralmente dominato dagli ospiti nel primo tempo (con due reti, di Ortiz, e ben tre pali colpiti da Dell'Olio, Ossorio e Ortiz). Avvio di gara shock per il quintetto del tecnico Francesco Masi, ancora privo di Morgade, che si trova subito sotto di due gol (entrambi di Ortiz) ed è salvato dal palo colpito da Dell'Olio, dall'imprecisione di Di Bendetto, mentre un rimpallo sul corpo di Di Ciaula innesca una traiettoria beffarda che Sabater salva sulla linea di porta.

Il Giovinazzo C5, spinto dai propri tifosi, cerca il gol che poteva arrivare se Rafinha e Sabater non avessero trovato pronto Lopopolo. Siamo al 13' e Piscitelli entra a gamba tesa su Pedone nel tentativo di controllare il pallone: per gli arbitri è rosso diretto. Allucinante.

In inferiorità numerica, i biancoverdi continuano a martellare la porta avversaria con Depalma, Sabater e Rafinha, ma restano degli isolati tentativi anche perché dall'altra parte Ossorio colpisce il secondo palo del pomeriggio, Ortiz addirittura il terzo. Il finale di tempo mette in angoscia gli ospiti, specie con Sabater e Mongelli oppure quando Rafinha, su calcio da fermo, colpisce il palo poco prima della sirena intermedia. Al riposo è 0-2.

Veemente la reazione giovinazzese al rientro in campo: Marolla è fermato da Lopopolo, Josè David non inquadra lo specchio, poi ci pensa Joao Pedro a bucare Lopopolo sfruttando l'assist (palla lunga sul secondo palo) di Mongelli: 1-2. Le speranze di rimonta, però, durano davvero poco: Teofilo corre verso Di Ciaula, lo rincorre Mongelli, che sembra sgambettarlo appena dentro l'area. Teofilo crolla a terra e gli arbitri decidono per il rigore. Che Ortiz trasforma: 1-3.

I padroni di casa non si arrendono: nell'area molfettese è provvidenziale Pedone, che intercetta una conclusione di Depalma, e Lopopolo, il cui volo plastico evita il gol a Sabater, mentre le Aquile Molfetta calano il poker (1-4) e dilagano con la rete di Dell'Olio. Sul finire del match, un altro episodio chiave: gomitata di Di Benedetto a Joao Pedro (a gioco fermo), ma i fischietti del match decidono solo per l'ammonizione.

L'atleta biancorosso meritava l'espulsione per il gesto di reazione a Joao Pedro. Basta la volontà. Gli arbitri invece, dopo essersi pure consultati, scelgono solo il giallo. Sino al 40', e con Sabater nelle vesti di portiere di movimento, c'è tempo solo per il definitivo 2-4 di Marolla, su assist di Joao Pedro, e per gli ultimi tentativi di Rafinha, Sabater e Joao Pedro, tutti murati da super Lopopolo, premiato come miglior giocatore del derby.

Finisce così, con un 2-4 netto per un Giovinazzo C5 che deve assolutamente scuotersi il prima possibile. I play-off sono lì, a soli 2 punti.
Risultati 15^ Giornata

Giovinazzo C5 - Aquile Molfetta 2-4
Apulia Food Canosa - Futsal Fuorigrotta 1-3
Futsal Capurso - Lausdomini 3-3
Alma Salerno - Real San Giuseppe 2-7
SIM Manfredonia - Volare Polignano 9-2
Futsal Parete - Junior Domitia 3-5

Classifica

Futsal Fuorigrotta 43
Real San Giuseppe 35
SIM Manfredonia 26
Lausdomini 23 *
Aquile Molfetta 23
Futsal Parete 22
Junior Domitia 22
Giovinazzo C5 21
Futsal Capurso 16
Apulia Food Canosa 13
Alma Salerno 7
Volare Polignano 4

* Penalizzazioni: Lausdomini (-3).
  • Giovinazzo Calcio a 5
Altri contenuti a tema
Mongelli: «10 anni di futsal, ancora voglia di sfide col Giovinazzo C5» Mongelli: «10 anni di futsal, ancora voglia di sfide col Giovinazzo C5» Anche il laterale firma sino al 2020: «Raggiungeremo gli obiettivi stagionali»
Giovinazzo C5, Gómez si presenta: «Farò di tutto per aiutare la squadra» Giovinazzo C5, Gómez si presenta: «Farò di tutto per aiutare la squadra» L’universale classe ’96, con doppia nazionalità, è l’ultimo colpo del dg Samele
C’è anche il sì di Depalma: «Sono felice, il Giovinazzo C5 è casa mia» C’è anche il sì di Depalma: «Sono felice, il Giovinazzo C5 è casa mia» Il pivot prolunga con i biancoverdi fino al 2020: «Disputeremo una grande stagione»
Douglas Alvaralhão dos Santos, colpo fenomenale: è del Giovinazzo C5 Douglas Alvaralhão dos Santos, colpo fenomenale: è del Giovinazzo C5 34 anni, è il primo trasferimento alla corte di Magalhaes. Il suo curriculum parla da solo
Giovinazzo C5, rinnova anche Di Ciaula: «È bastata una chiacchierata» Giovinazzo C5, rinnova anche Di Ciaula: «È bastata una chiacchierata» Il portiere sarà ancora in riva all’Adriatico: «Convinto dalla voglia di rimanere in questa famiglia»
Benemerenze sportive: premiato Antonio Carlucci Benemerenze sportive: premiato Antonio Carlucci Il presidente del Giovinazzo Calcio a 5 e dirigente federale celebrato a Roma per i suoi 20 anni di attività
Giovinazzo C5: separazione consensuale con Francesco Masi Giovinazzo C5: separazione consensuale con Francesco Masi Il club ufficializza che non sarà confermato l’allenatore che ha chiuso al sesto posto
Giovinazzo C5, vittoria d’orgoglio. Masi chiude al 6° posto Giovinazzo C5, vittoria d’orgoglio. Masi chiude al 6° posto Superato 4-3 il Lausdomini: doppietta di Marolla, eurogol di Mongelli e Piscitelli
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.