Mimmo Bavaro posa con Bevilacqua e la famiglia
Mimmo Bavaro posa con Bevilacqua e la famiglia
Turismo

"Sereno Variabile Estate" a Giovinazzo tra tradizione e sapori

Ieri Rai 2 ha trasmesso la puntata che ha portato Osvaldo Bevilacqua in Puglia. Migliaia i giovinazzesi inchiodati davanti al televisore

Elezioni Regionali 2020
Migliaia di giovinazzesi, residenti in ogni angolo d'Italia, hanno guardato ieri, 8 luglio, la puntata di "Sereno Variabile Estate" trasmessa alle 13.45 da Rai2.

Osvaldo Bevilacqua ha fatto visita a Giovinazzo e poi a Molfetta, decantando la bellezza del clima, il calore degli abitanti e raccontando cosa ci sia da fare durante i periodi di vacanza. Dapprima la visita a Cala Porto, sulla banchina di Ponente, nei pressi dell'antica colonna romana, dove ha incontrato due turisti russi, innamoratissimi del Bel Paese e della cittadina adriatica, a loro dire «baciata dal sole» e dalla fortuna di avere un clima gradevole diversi mesi l'anno.

Poi il passaggio in un borgo antico incantevole, dove il noto conduttore tv ha incontrato Mimmo Bavaro (in foto, ndr) ed ha portato il telespettatore in un breve quanto significativo viaggio nell'arte dell'intaglio di frutta e ortaggi, di cui lo chef giovinazzese è maestro. Splendido il pavone ricavato da un'anguria e bello anche il fiorellino nato da una carota.

Terzo passaggio nell'atrio del bellissimo Palazzo Frammarino, in cui è stato accolto da Bibi Mastroviti e da due figuranti con gli abiti del Corteo Storico agostano. Bevilacqua ha così appreso dei riti per la Madonna di Corsignano e Sant'Antonio Abate, facendo poi un tuffo nella cultura contadina, conoscendo i prodotti tipici della terra, tra cui i fioroni ed il "culto" del pomodoro secco. Bibi Mastroviti ha quindi esaltato la bontà di piatti tipici quali la cicoria con la favetta ed i pomodori al forno, mentre i volontari della Pro Loco hanno fatto conoscere all'Italia intera gli eccellenti prodotti da forno, la focaccia barese e la pizzella.

Nicola Giotti ha invece illustrato la sua tecnica aerografica, unica nel mondo, con cui fa diventare uova di Pasqua e dolci un'opera d'arte. Infine il ritorno in Cala Porto, con Vincenzo Depalo a raccontare la grande tradizione bandistica locale e la recente storia del Raggruppamento di scopo delle associazioni musicali giovinazzesi, una vera svolta nel modo di concepire l'associazionismo locale.

È toccato a Luigi Piscitelli insegnare agli italiani il nostro dialetto, mentre le riprese aree, che hanno fatto vedere dall'alto il rinnovato lungomare di Levante, sono state curate da Depergola Fotografia.

"Sereno Variabile Estate" ha poi fatto tappa a Molfetta, dove Bevilacqua ha visitato il Duomo di San Corrado ed il mercato del pesce, raccontando un nuovo modo di pensare al take-away di qualità, facendo visita ad un negozietto etnico.

Bella puntata domenicale, che ha tenuto inchiodati i giovinazzesi alla tv. Tanto ci sarebbe stato da raccontare ancora, dal Lorenzo Lotto in San Domenico, passando per gli interni della Concattedrale e di alcune chiese confraternali, finendo al Dolmen di San Silvestro, ma l'esigenza di sintesi di una trasmissione amatissima dal pubblico italiano ha giustamente prevalso.

Giovinazzo ne esce ulteriormente rafforzata nell'immagine di cittadina dai ritmi lenti in cui è bellissimo soggiornare non solo d'estate ed ha idealmente inviato una cartolina animata a tutti coloro i quali vorranno venire a visitarla.

La puntata la si può riguardare iscrivendosi a Rai Play.
  • Giovinazzo
  • Sereno Variabile
Altri contenuti a tema
Giovinazzo tra le 15 mete da scoprire in Puglia secondo Vanity Fair Giovinazzo tra le 15 mete da scoprire in Puglia secondo Vanity Fair La blogger Manuela Vitulli la inserisce tra le località pugliesi in cui poter organizzare le proprie vacanze
Serena Rossi in vacanza a Giovinazzo: l'abbraccio dei fans Serena Rossi in vacanza a Giovinazzo: l'abbraccio dei fans La bella attrice al mare al Porto Vecchio è stata avvicinata da tanti giovinazzesi per una foto
Tre vele da Legambiente e Touring Club Italiano alla Puglia Imperiale: c'è Giovinazzo Tre vele da Legambiente e Touring Club Italiano alla Puglia Imperiale: c'è Giovinazzo Diversi i parametri di valutazione, non solo la limpidezza delle acque
"Dolce vita a Giovinazzo", così il periodico "Dove" invita ad un weekend in Puglia "Dolce vita a Giovinazzo", così il periodico "Dove" invita ad un weekend in Puglia Mare, storia, ottima accoglienza e buon cibo. La perla del basso Adriatico arriva sulla rivista di RCS Media Group
1 Marcopolo omaggia la Puglia: tra le 60 mete da amare c'è Giovinazzo Marcopolo omaggia la Puglia: tra le 60 mete da amare c'è Giovinazzo Un video tutto da gustare per ricordarci quanto siamo belli e possiamo donare a chi ci fa visita
Nessun caso di Coronavirus a Giovinazzo Nessun caso di Coronavirus a Giovinazzo La nota del Sindaco Depalma dopo la morte di una ragazzina di 13 anni
Giovinazzo è da cartolina negli scatti di Luigi Eletto Giovinazzo è da cartolina negli scatti di Luigi Eletto In bianco e nero o a colori, di giorno o dopo il calare della sera. Nelle istantanee del fotografo amatoriale barese c'è tanta poesia
"I giovedì di Giovinazzo" ospitano l'intervento dell'architetto Nicola Dolciamore "I giovedì di Giovinazzo" ospitano l'intervento dell'architetto Nicola Dolciamore "Il Dio Sole nell'organizzazione urbana di Giovinazzo" sarà il tema di questa sera all'Auditorium Odeion
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.