San Sebastiano secondo Mantegna
San Sebastiano secondo Mantegna
Religioni

La Polizia Locale di Giovinazzo festeggia San Sebastiano

Celebrazione eucaristica a San Giuseppe

Domani, 20 gennaio, anche il Comune di Giovinazzo festeggerà San Sebastiano, il santo protettore della Polizia Municipale.

La cerimonia religiosa si terrà alle ore 18.30 nella Parrocchia di San Giuseppe, alla presenza del comandante del Corpo di via Cappuccini, Raffaele Campanella, del sindaco, Michele Sollecito, dell'assessore alla Polizia Locale, Alfonso Arbore, e della autorità militari e civili.

UN PO' DI AGIOGRAFIA
San Sebastiano, vissuto tra il 256 ed il gennaio del 288 d.C. , è stato un militare romano, martire per aver sostenuto la fede cristiana ed è venerato come Santo sia dalla Chiesa cattolica, sia dagli ortodossi.
Quando Diocleziano, che aveva in profondo odio i fedeli a Cristo, scoprì che Sebastiano era cristiano, esclamò: "Io ti ho sempre tenuto fra i maggiorenti del mio palazzo e tu hai operato nell'ombra contro di me". Sebastiano fu quindi da lui condannato a morte. Fu legato ad un palo in un sito del colle Palatino, denudato, e trafitto da così tante frecce in ogni parte del corpo da sembrare un istrice. I soldati, al vederlo morente e perforato dai dardi, lo credettero morto e lo abbandonarono sul luogo affinché le sue carni cibassero le bestie selvatiche; ma non lo era, e santa Irene di Roma, che andò a recuperarne il corpo per dargli sepoltura, si accorse che il soldato era ancora vivo, per cui lo trasportò nella sua dimora sul Palatino e prese a curarlo dalle molte ferite con pia dedizione. Sebastiano, prodigiosamente sanato, nonostante i suoi amici gli consigliassero di abbandonare la città, decise di proclamare la sua fede al cospetto dell'imperatore che gli aveva inflitto il supplizio. Il santo raggiunse coraggiosamente Diocleziano e il suo associato Massimiano, che presiedevano alle funzioni nel tempio eretto da Eliogabalo, in onore del Sole Invitto, poi dedicato a Ercole, e li rimproverò per le persecuzioni contro i cristiani. Sorpreso alla vista del suo soldato ancora vivo, Diocleziano diede freddamente ordine che Sebastiano fosse flagellato a morte, castigo che fu eseguito nell'ippodromo del Palatino, per poi gettarne il corpo nella Cloaca Maxima. Nella sua corsa verso il Tevere il corpo si impigliò nei pressi della chiesa di San Giorgio al Velabro, dove fu raccolto dalla matrona Lucina che lo trasportò sino alle catacombe sulla via Appia e ivi lo seppellì.
Informazioni e leggende sulla sua vita sono narrate nella Passio Sancti Sebastiani ("Passione di San Sebastiano"), opera a cura di Arnobio il Giovane, monaco del V secolo, e poi nella Legenda Aurea scritta da Jacopo da Varagine.
  • Polizia Locale Giovinazzo
  • San Sebastiano
Altri contenuti a tema
2 Carrozziere abbandona rifiuti speciali, denunciato dalla Polizia Locale Carrozziere abbandona rifiuti speciali, denunciato dalla Polizia Locale Gli agenti sono riusciti ad individuare l'uomo, un 36enne di Bitonto. Ritrovati paraurti e parabrezza in vetro
La Polizia Locale festeggia San Sebastiano: il bilancio dell'attività del 2022 La Polizia Locale festeggia San Sebastiano: il bilancio dell'attività del 2022 L'analisi di 12 mesi di attività: quasi 10mila sanzioni. Arbore: «Fiero di essere l'assessore di uno dei Comandi più operativi»
Incendio su un'imbarcazione con un ferito. Maxi esercitazione in porto Incendio su un'imbarcazione con un ferito. Maxi esercitazione in porto Operazione in grande stile con Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, 118 e Polizia Locale. Esito positivo
Novità a Giovinazzo: alla Polizia Locale spray e distanziatori Novità a Giovinazzo: alla Polizia Locale spray e distanziatori Gli agenti in servizio hanno concluso i corsi di formazione: acquistati 15 spray antiaggressione e 6 distanziatori
Ztl centro storico di Giovinazzo: le richieste di accesso si fanno via web Ztl centro storico di Giovinazzo: le richieste di accesso si fanno via web Novità dal Comando di via Cappuccini per evitare code agli sportelli. C'è tempi sino al 30 ottobre
Abbandono di rifiuti, guerra infinita: già 65 sanzioni con le fototrappole Abbandono di rifiuti, guerra infinita: già 65 sanzioni con le fototrappole 40 sono state elevate nei soli mesi estivi, multe sino a 450 euro. Arbore: «Sono soddisfatto del lavoro di questi primi mesi»
Controlli della Polizia Locale, raffica di multe: sanzioni per 10mila euro Controlli della Polizia Locale, raffica di multe: sanzioni per 10mila euro Durante i festeggiamenti in onore di Maria SS. di Corsignano elevati 300 verbali. Anche 10 rimozioni di auto e 15 ordinanze
Festa Patronale, l'appello di Arbore ai giovinazzesi: «Lasciate l'auto a casa» Festa Patronale, l'appello di Arbore ai giovinazzesi: «Lasciate l'auto a casa» L'assessore: «Usate la bici o andate a piedi». Previsti una serie di divieti, in campo anche l'associazione Polizia di Stato
© 2001-2023 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.