Luca Barbone
Luca Barbone
Cronaca

«Più forze dell'ordine». L'appello dell'Arac dopo l'escalation di rapine

4 colpi negli ultimi 22 giorni. Luca Barbone vicino ai proprietari di Sisa e Super King: sono loro gli obiettivi più colpiti

«Ci vorrebbe una maggiore presenza delle forze dell'ordine per garantire un controllo capillare del territorio e come deterrente alle cattive azioni». Sono queste le richieste dell'Arac, la categoria maggiormente colpita dalle 4 rapine consumate negli ultimi 22 giorni.

Tre i colpi messi a segno ai danni del supermercato Sisa di via Caduti sul Lavoro (il 22, il 27 giugno e il 12 luglio scorsi) e uno (il secondo in 24 ore, ieri) all'interno del Super King lungo via Toselli. Totale: 4 rapine. In 22 giorni. E, molto probabilmente la stessa coppia di rapinatori. Stesso modus operandi, stesso armamento, stessa fredda determinazione. Quanto basta, però, per gridare all'emergenza.

«La congettura economica negativa di questo periodo di crisi, senza ombra di dubbio, - le parole di Luca Barbone, neo presidente dell'associazione cittadina che raggruppa ristoratori e commercianti giovinazzesi - è una delle cause degli aumenti degli episodi criminali. Se a questo si aggiunge la lentezza della giustizia e la totale assenza di certezza della pena, va da sé che il crimine potrà solo proliferare».

Il sentimento che prevale, quindi, è la rabbia. Manca la fiducia che possa esservi un risvolto positivo. Nonostante la presenza dei Carabinieri della locale Stazione sul territorio e gli sforzi dell'amministrazione comunale per incrementare i sistemi di videosorveglianza, le attività di controllo sembrano insufficienti ad arginare questi episodi che arrecano un danno economico alle attività commerciali del territorio.

«La scarsa presenza di forze dell'ordine sul territorio è la ciliegina sulla torta - prosegue Barbone - ragion per cui poi i criminali trovano terreno fertile nelle attività commerciali con buoni flussi di cassa quali supermercati, benzinai e tabaccai. I sistemi di videosorveglianza avrebbero anch'essi il compito di fare da deterrente ma, come si evince, è sufficiente un passamontagna per farla franca».

L'esasperazione potrebbe portare anche a pensare di doversi difendere da soli: «Purtroppo, però, la legge in Italia impedisce qualsivoglia legittima difesa per cui i piccoli e medi commercianti - sottolinea il presidente dell'associazione giovinazzese - non possono che subire le tristi conseguenze sulla loro pelle di un sistema complesso che gira male già dai vertici».

I dati degli ultimi giorni, snocciolati, più volte, confermano l'escalation dei colpi e l'angoscia tra i potenziali obiettivi è palpabile. Spesso il bottino non è eclatante (si parla di poche centinaia di euro, ndr), ma le situazioni di pericolo e di grave incolumità sono reali e l'esasperazione cresce: la sensazione è che siano sempre più frequenti le rapine messe a segno da rapinatori in cerca di liquidità facile.

«Servirebbe una maggiore presenza delle forze dell'ordine. Al momento, però, come Arac - conclude Barbone - esprimiamo la massima solidarietà nei confronti dei proprietari e dei dipendenti di Sisa e Super King costretti, oltre al danno economico, a subire l'impatto psicologico negativo che questi episodi lasciano».
  • Rapine Giovinazzo
  • Arac Giovinazzo
  • Luca Barbone
Altri contenuti a tema
Tentata rapina a Menga Petroli, poi l'incendio della Fiat Tipo Tentata rapina a Menga Petroli, poi l'incendio della Fiat Tipo Due malviventi hanno assalito l'area di servizio di via Molfetta. Ma è andato tutto storto
L'Arac punta ancora Stallone: «Più delusione che rabbia» L'Arac punta ancora Stallone: «Più delusione che rabbia» Secondo l'associazione di Barbone «la categoria dei commercianti sembra non interessare affatto a chi ci amministra»
Raid violento all'alba: rapinatori armati di una bottiglia rotta Raid violento all'alba: rapinatori armati di una bottiglia rotta Nel mirino un operatore ecologico della ditta Impregico s.r.l.. La solidarietà di Depalma e Arbore
«Dammi i soldi». E picchiano il benzinaio della Esso «Dammi i soldi». E picchiano il benzinaio della Esso L'addetto è stato colpito al volto con il calcio di una pistola, i malviventi sono fuggiti a mani vuote
1 L'Arac: «Turismo? Siamo ancora all'anno zero» L'Arac: «Turismo? Siamo ancora all'anno zero» L'associazione, in una nota, spiega la volontà di rimanere in silenzio durante l'ultimo incontro tenutosi in sala San Felice
1 L'Arac replica a Stallone: «Le bugie non hanno futuro» L'Arac replica a Stallone: «Le bugie non hanno futuro» L'associazione sente il dovere di raccontare «i fatti relativi alle occupazioni di suolo pubblico e a tutto ciò che vi ruota attorno»
1 Preso a bastonate per il portafogli. Poi la fuga col furgone Preso a bastonate per il portafogli. Poi la fuga col furgone Un commerciante ittico di 58 anni rapinato in via Gioia. Indagano i Carabinieri: il mezzo ritrovato a Santo Spirito
Controlli e dehors, Stallone snocciola i numeri: «Effettuati 45 sopralluoghi» Controlli e dehors, Stallone snocciola i numeri: «Effettuati 45 sopralluoghi» L'assessore replica all'Arac: 16 i verbali per assenza di autorizzazione, 5 quelli per difformità da quanto autorizzato
© 2001-2018 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.