La staccionata danneggiata nell'area giochi di via degli Artieri
La staccionata danneggiata nell'area giochi di via degli Artieri
Cronaca

Di sera nell'area giochi per danneggiare la staccionata: fermati due minorenni

Rintracciati dalla Polizia Locale: i loro genitori, a cui è stata elevata una sanzione, risarciranno i danni causati in via degli Artieri

Una stupida bravata. Non c'è davvero altro modo per definire il gesto compiuto da due minorenni, entrambi residenti a Giovinazzo, che si sono resi protagonisti di un gesto di puro vandalismo ai danni della staccionata perimetrale dell'area giochi di via degli Artieri, dove sono stati danneggiati i pali e le travi della recinzione.

I due, lo scorso 19 marzo, sarebbero arrivati nell'area che sorge fra la zona 167 e la D1.1, per poi sfogare l'irriverenza verso l'istituzione pubblica danneggiando la staccionata perimetrale dello spiazzo dedicato ai più piccoli. Credevano di farla franca agendo di sera ed invece, all'esito di una breve attività investigativa, sono stati individuati da una pattuglia della Polizia Locale e affidati alle rispettive famiglie, prima di essere convocati, mercoledì scorso, presso gli uffici del Comando.

Sono in due ed ora, «ritenuto che il fatto costituisce violazione delle prescrizioni di cui all'articolo 56 del regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana approvato con la deliberazione del consiglio comunale n. 54 del 19 novembre 2021, in quanto "danneggiavano gli arredi e le attrezzature esistenti all'interno delle aree destinate al verde di servizio"», dovranno pagare le conseguenze sia per le sanzioni elevate dalla Polizia Locale, sia con la procedura che prevede il risarcimento dei danni.

Gli agenti del maggiore Raffaele Campanella, infatti, oltre ad avere elevato un'ammenda amministrativa pecuniaria da 100 euro sino ad un massimo di 300 euro, hanno anche redatto la sanzione dell'obbligo della rimessa in pristino dei luoghi, ovvero il risarcimento a carico dei genitori, entro 10 giorni dalla notifica dell'atto.
  • Polizia Locale Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Aggressione al comandante della Polizia Locale, patteggia la pena Aggressione al comandante della Polizia Locale, patteggia la pena L'uomo, un 49enne di Giovinazzo, ha precisato di «essere dispiaciuto per i fatti accaduti»: ha patteggiato 1 anno e 6 mesi
Incrociano la Polizia Locale e aggrediscono un agente: due denunciati Incrociano la Polizia Locale e aggrediscono un agente: due denunciati L’episodio domenica: il personale in divisa accerchiato da 40 persone. È la seconda aggressione in meno di un mese
Annalisa e Tananai a Giovinazzo: ecco il piano del traffico Annalisa e Tananai a Giovinazzo: ecco il piano del traffico Aree parcheggio a Levante ed all'area mercatale
Pugno al comandante, il giudice ha deciso: obbligo di dimora per il 49enne Pugno al comandante, il giudice ha deciso: obbligo di dimora per il 49enne Ieri il processo per direttissima: l'uomo è tornato in libertà con la prescrizione di non allontanarsi dalla propria casa nelle ore notturne
Aggredisce il comandante della Polizia Locale: ai domiciliari un 49enne Aggredisce il comandante della Polizia Locale: ai domiciliari un 49enne Pomeriggio "caldo" in piazza Vittorio Emanuele II dove un uomo si è scagliato contro il responsabile del corpo. La solidarietà del sindaco Sollecito
Sosta con falso contrassegno per disabili. Denunciato un 50enne Sosta con falso contrassegno per disabili. Denunciato un 50enne La Polizia Locale ha sorpreso l’automobilista durante un controllo nel centro storico. Il pass è stato sequestrato
La Polizia Locale di Giovinazzo ha onorato San Sebastiano - FOTO La Polizia Locale di Giovinazzo ha onorato San Sebastiano - FOTO Santa messa nella parrocchia di Maria SS Immacolata
La Polizia Locale di Giovinazzo celebra San Sebastiano La Polizia Locale di Giovinazzo celebra San Sebastiano Santa messa sabato 20 gennaio all'Immacolata
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.