Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Depalma e la vecchia Giunta: imputazione coatta per abuso d'ufficio

Il sindaco e il suo vice Sollecito, tra gli altri, sono accusati del demansionamento del dirigente comunale Turturro

Per Tommaso Depalma c'è una nuova grana da sbrigare, e stavolta non riguarda le gare per l'affidamento di aree per la realizzazione di spiagge libere con servizi. Il Tribunale di Bari ha disposto l'imputazione coatta per un presunto abuso d'ufficio nei confronti, fra gli altri, del sindaco e del suo vice Michele Sollecito.

Il giudice per le indagini preliminari, Anna Perrelli, martedì scorso ha infatti respinto la richiesta della Procura della Repubblica di Bari di archiviazione per abuso d'ufficio nei confronti del primo cittadino, del suo vice e di altre quattro persone che, all'epoca dei fatti, componevano la giunta a Palazzo di Città: gli ex assessori comunali Elio Sannicandro, attualmente a capo dell'Asset, Salvatore Stallone, Marianna Paladino e Antonia Pansini) ai danni del dirigente Vincenzo Turturro.

Il giudice per le indagini preliminari ha disposto che il pubblico ministero formuli l'imputazione coatta nei confronti di Depalma e dei componenti della precedente giunta comunale entro 10 giorni. I fatti contestati risalgono agli anni 2014-2017 quando l'architetto Turturro, all'epoca dirigente del settore Gestione del Territorio, dopo essersi opposto ai lavori di ampliamento della discarica (secondo quanto denuncia la parte offesa, nda), fu trasferito al Patrimonio e Servizi Istituzionali.

Dalla sua denuncia era nata l'inchiesta del pubblico ministero Baldo Pisani che, il 29 gennaio 2018, aveva chiesto i sette rinvii a giudizio. Per Depalma e Favuzzi il giudice dell'udienza preliminare Marco Galesi, il 27 febbraio 2020, aveva disposto il rinvio a giudizio per il reato di violenza privata, mentre aveva escluso l'abuso d'ufficio, reato, quest'ultimo, per cui fu disposta la trasmissione degli atti al pm «perché il fatto è diverso da come descritto nella richiesta di rinvio a giudizio».

Riavuti gli atti, la Procura della Repubblica di Bari aveva chiesto l'archiviazione, ma Turturro si era opposto, ottenendo infine ragione dalla gip Perrelli secondo cui «il danno arrecato al Turturro - è scritto - va individuato nella revoca dell'incarico di dirigente del settore comunale Gestione del Territorio con assegnazione al settore Patrimonio e Servizi Istituzionali». Una «lesione della posizione giuridica» avvenuta con «le determine sindacali» e la «delibera di giunta n. 94 del 2015».

Proprio questa delibera avrebbe, sempre secondo la gip, causato la «sottrazione delle competenze» e «completato il disegno vessatorio e discriminatorio posto in essere nei confronti della persona offesa» che l'ha vista, prima «spostata in un ufficio privo di scrivanie» e poi ad occuparsi del rilascio di carte d'identità».
  • Marianna Paladino
  • Michele Sollecito
  • Tommaso Depalma
  • Vito Favuzzi
  • Salvatore Stallone
  • Vincenzo Turturro
Altri contenuti a tema
Sollecito ai giovinazzesi: «Abbiate sempre il coraggio di sognare» Sollecito ai giovinazzesi: «Abbiate sempre il coraggio di sognare» Ieri sera il ringraziamento ai suoi concittadini dal palco di piazza Vittorio Emanuele II
Sollecito alle 21 in piazza per ringraziare gli elettori Sollecito alle 21 in piazza per ringraziare gli elettori Dopo l'euforia della notte, l'analisi del voto dal palco
Passaggio del testimone Passaggio del testimone Michele Sollecito succede a Tommaso Depalma. Le nostre riflessioni
Sollecito: «Riconoscenza alla città e massimo impegno» Sollecito: «Riconoscenza alla città e massimo impegno» Le prime parole del sindaco neoeletto con il 50,60% dei consensi. De Gennaro al 49,40%
Michele Sollecito è il nuovo sindaco di Giovinazzo Michele Sollecito è il nuovo sindaco di Giovinazzo L'ex vice sindaco al 50,60%, mentre il suo sfidante de Gennaro si ferma al 49,40%. Appena 121 voti di differenza
Festa dell'orgoglio, Sollecito chiude la campagna elettorale in piazzale Leichardt Festa dell'orgoglio, Sollecito chiude la campagna elettorale in piazzale Leichardt Saluto agli elettori e festa conclusiva in vista del ballottaggio di domenica 26 giugno
La lettera aperta ai cittadini di Michele Sollecito La lettera aperta ai cittadini di Michele Sollecito Il candidato sindaco di sette liste moderate punta il dito anche contro le incongruenze del suo competitor
D1.1, Sollecito: «Mostrerò coi documenti dove sta la verità» D1.1, Sollecito: «Mostrerò coi documenti dove sta la verità» Stasera a Giovinazzo interverrà sul caso giudiziario anche il Sottosegretario Francesco Paolo Sisto
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.