Il porto di Giovinazzo
Il porto di Giovinazzo
Cronaca

Caos al porto di Giovinazzo, la Capitaneria: «Via i gozzi entro il 23 maggio»

C'è chi ha già ottemperato e chi, invece, spera in una proroga. L'associazione Gli Amici del Gozzo: «Mai avuto risposte ufficiali»

I pontili comunali devono sloggiare. Lo scorso 13 maggio, infatti, l'Ufficio Locale Marittimo ha emanato un provvedimento con cui si «diffidano i proprietari delle unità da diporto ormeggiate ai pontili comunali in mancanza del titolo autorizzativo a rimuovere le varie imbarcazioni». L'ordine è tassativo: entro il 23 maggio.

«In caso di mancata rimozione - si legge nella diffida della Capitaneria di Porto - si procederà a norma di legge, con aggravio di spese a carico dei proprietari». In pratica entro poco più di una settimana i gozzi, così come anche le barche da diporto ormeggiati a quei pontili non dati in concessione, dovranno essere rimossi. Nel grande caos di questi giorni c'è chi ha già spostato le imbarcazioni e chi, invece, spera in una proroga. Difficile, quasi impossibile. Ma che cosa è successo?

A spiegarlo è una nota stampa de Gli Amici del Gozzo costituitasi «in associazione sei anni fa, con lo scopo di tutelare i gozzi presenti nell'incantevole porticciolo cittadino per sottrarli alla scomparsa». Non avendo, però, il porto un regolamento per gli ormeggi - il piano regolatore comunale non è stato mai approvato e non è mai stata trovata una definitiva soluzione all'esigenza della gestione - «la maggior parte dei gozzi sono ormeggiati in varie situazioni di fortuna, senza regole».

Si è andati avanti nel tempo a colpi di deroghe senza che la gestione dei pontili sia mai stata regolamentata sul serio «pur avendo chiesto - spiegano ancora - agli Enti preposti, appena costituiti, di regolamentare gli ormeggi e dirci dove e come sistemarci secondo norma e regola. Non abbiamo mai ottenuto risposte ufficiali, ma rimandi e rassicurazioni verbali» sino a quando è arrivata la revoca della consegna dell'area demaniale affidata al Comune dal Ministero delle Infrastrutture.

Così, venuto meno quel provvedimento, l'Ufficio Locale Marittimo ha dovuto ordinare la riconsegna dello specchio d'acqua e dei pontili allo Stato. Ma insieme alla diffida, a firma del primo luogotenente Giulio Scafa, sono arrivate anche le prime sanzioni amministrative. Insomma, un grande caos. E se c'è chi è già passato a riprendersi i gozzi, altri vogliono definire la questione, sono speranzosi che le diffide possano essere stralciate (difficile, molto difficile) e si appellano al sindaco.

«Sono sorpreso dalla decisione della Capitaneria di Porto - ha detto Tommaso Depalma -. Mi sarei aspettato più buon senso visti i dialoghi avuti con la marineria con la quale stiamo lavorando gomito a gomito per mettere a punto il piano regolatore. Il dialogo rimane l'unica possibilità che abbiamo per risolvere la vicenda».
  • Capitaneria di Porto
  • Porto Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Allarme incendio al porto di Giovinazzo. Ma era un'esercitazione Allarme incendio al porto di Giovinazzo. Ma era un'esercitazione Nel bacino portuale, stamane, è stato simulato l'incendio a bordo di un'imbarcazione. La prova ha avuto esito positivo
Frecce Tricolori a Giovinazzo, le prescrizioni della Capitaneria di Porto Frecce Tricolori a Giovinazzo, le prescrizioni della Capitaneria di Porto Tutte le informazioni per i naviganti
Controllato un autolavaggio: sequestrati oltre 3 quintali di fanghi Controllato un autolavaggio: sequestrati oltre 3 quintali di fanghi Secondo i militari della Guardia Costiera i rifiuti non risultavano regolarmente registrati e smaltiti
Videoconferenza sui lavori previsti dal Piano Regolatore del porto Videoconferenza sui lavori previsti dal Piano Regolatore del porto La riunione è rivolta agli operatori economici. Le modalità di partecipazione
Sant'Antonio di Padova: ieri la benedizione del pane e dei bambini Sant'Antonio di Padova: ieri la benedizione del pane e dei bambini Intanto la Capitaneria di Porto ha diramato le prescrizioni per domenica sera, quando avrà luogo la processione a mare
Un tramonto da cartolina (FOTO) Un tramonto da cartolina (FOTO) Il dolce finire del giorno in una domenica giovinazzase piena di turisti
Operazione di polizia giudiziaria "Spiagge libere", oltre 5mila controlli Operazione di polizia giudiziaria "Spiagge libere", oltre 5mila controlli 170 mila euro sanzioni amministrative e 385 illeciti riscontrati. Il bilancio della Guardia Costiera
"Maretona 2017: stare bene… al mare": il bilancio "Maretona 2017: stare bene… al mare": il bilancio Il progetto della Capitaneria di Porto ha interessato anche il litorale costiero di Giovinazzo
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.