Isola ecologica. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Isola ecologica. Foto Gianluca Battista
Attualità

Attive le isole ecologiche a Giovinazzo

Depalma: «Sforziamoci di farne un uso corretto»

È attivo da un paio di giorni il sistema di raccolta dei rifiuti mediante l'utilizzo delle isole ecologiche. Il Comune ricorda che per l'utilizzo bisogna recarsi all'isola muniti del codice fiscale o della tessera sanitaria dell'utente TARI.

Solo in questo caso, dopo aver fatto leggere dall'apposito lettore il codice fiscale, in corrispondenza della bocca del rifiuto che si intende smaltire, sarà possibile aprire manualmente il contenitore ed introdurre il sacchetto. Si ricorda che le isole sono completamente video sorvegliate e che pertanto gli eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.

Inoltre , si informa la cittadinanza che è possibile differenziare nelle apposite bocche solo umido, carta, vetro e plastica sino all'esaurimento della capienza dell'isola stessa.

Si evidenzia che le isole ecologiche sono un ulteriore strumento per la completare il ciclo dei rifiuti, ma è bene che si sappia che in alcun modo devono sostituirsi alla normale raccolta porta a porta. Così come il Comune rammenta che è assolutamente vietato gettare sacchetti di rifiuti nei cestini stradali o nelle campagne dell'agro giovinazzese e che commettere azioni del genere implica una sanzione pecuniaria. Infine, l'Amministrazione comunale ricorda che è sempre bene continuare a differenziare in casa in modo tale da produrre poco rifiuto indifferenziato.

«Sforziamoci, come per tutte le cose che appartengono alla comunità, di farne un uso corretto perché quando utilizziamo correttamente gli strumenti della cosa pubblica ne guadagniamo sia come bellezza della città e, soprattutto, diamo l'idea di essere una comunità civile e all'avanguardia - dichiara il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma -. Si tratta di buone pratiche che caratterizzano una smart city. Ora, in ambito dei rifiuti, il prossimo step è l'utilizzo del CCR (centro comunale di raccolta) che speriamo di avere nella prossima primavera. Dopo di che , potremmo anche puntare all'obiettivo della tariffazione puntuale che significa che ogni cittadino pagherà in base a quanto smaltisce . La mia speranza è che Giovinazzo possa continuare a distinguersi sul fronte dei rifiuti così come è avvenuto fino ad ora per la raccolta differenziata per la quale, secondo i dati di Legambiente, è risultata tra i Comuni pugliesi più virtuosi».
  • Raccolta differenziata
  • Rifiuti Giovinazzo
  • Isole ecologiche
Altri contenuti a tema
#Giovinazzo Pulita: il videomessaggio del Sindaco #Giovinazzo Pulita: il videomessaggio del Sindaco Ripulite molte zone dell'agro e delle complanari della 16 bis, ma c'è ancora tantissimo da fare. Arrivano nuove fototrappole
Rifiuti abbandonati nelle campagne, il Comune avvia pulizia straordinaria Rifiuti abbandonati nelle campagne, il Comune avvia pulizia straordinaria Depalma: «Chi deturpa le nostre campagne è un criminale». Presto nuove e sofisticate telecamere nell'agro
Shock in contrada Pappalettere: il nostro reportage fotografico Shock in contrada Pappalettere: il nostro reportage fotografico Rifiuti di ogni genere scaricati e a volte dati alle fiamme. Gli agricoltori sull'orlo di una crisi di nervi. Ma nessuno fa niente
L'altro Capodanno, quello delle figuracce L'altro Capodanno, quello delle figuracce Spettacolo desolante in via Marina
Legambiente premia Giovinazzo come Comune "Riciclone" Legambiente premia Giovinazzo come Comune "Riciclone" Presentato ieri il Rapporto regionale di Legambiente
Rifiuti nell'agro e lungo le complanari: il reportage completo del Comune di Giovinazzo Rifiuti nell'agro e lungo le complanari: il reportage completo del Comune di Giovinazzo Tutti gli interventi da effettuare e la situazione completa monitorata dalla Polizia Locale e dagli Assessori Sollecito e Stallone
Emergenza roghi di rifiuti in campagna: PrimaVera Alternativa alza la guardia Emergenza roghi di rifiuti in campagna: PrimaVera Alternativa alza la guardia Dal movimento politico d'opposizione arriva l'allarme: «La diossina uccide»
Abbandono costante di indifferenziato in strada in via XX Settembre Abbandono costante di indifferenziato in strada in via XX Settembre La denuncia di alcuni residenti ormai stanchi
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.