Isola ecologica. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Isola ecologica. Foto Gianluca Battista
Attualità

Attive le isole ecologiche a Giovinazzo

Depalma: «Sforziamoci di farne un uso corretto»

È attivo da un paio di giorni il sistema di raccolta dei rifiuti mediante l'utilizzo delle isole ecologiche. Il Comune ricorda che per l'utilizzo bisogna recarsi all'isola muniti del codice fiscale o della tessera sanitaria dell'utente TARI.

Solo in questo caso, dopo aver fatto leggere dall'apposito lettore il codice fiscale, in corrispondenza della bocca del rifiuto che si intende smaltire, sarà possibile aprire manualmente il contenitore ed introdurre il sacchetto. Si ricorda che le isole sono completamente video sorvegliate e che pertanto gli eventuali trasgressori saranno puniti a norma di legge.

Inoltre , si informa la cittadinanza che è possibile differenziare nelle apposite bocche solo umido, carta, vetro e plastica sino all'esaurimento della capienza dell'isola stessa.

Si evidenzia che le isole ecologiche sono un ulteriore strumento per la completare il ciclo dei rifiuti, ma è bene che si sappia che in alcun modo devono sostituirsi alla normale raccolta porta a porta. Così come il Comune rammenta che è assolutamente vietato gettare sacchetti di rifiuti nei cestini stradali o nelle campagne dell'agro giovinazzese e che commettere azioni del genere implica una sanzione pecuniaria. Infine, l'Amministrazione comunale ricorda che è sempre bene continuare a differenziare in casa in modo tale da produrre poco rifiuto indifferenziato.

«Sforziamoci, come per tutte le cose che appartengono alla comunità, di farne un uso corretto perché quando utilizziamo correttamente gli strumenti della cosa pubblica ne guadagniamo sia come bellezza della città e, soprattutto, diamo l'idea di essere una comunità civile e all'avanguardia - dichiara il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma -. Si tratta di buone pratiche che caratterizzano una smart city. Ora, in ambito dei rifiuti, il prossimo step è l'utilizzo del CCR (centro comunale di raccolta) che speriamo di avere nella prossima primavera. Dopo di che , potremmo anche puntare all'obiettivo della tariffazione puntuale che significa che ogni cittadino pagherà in base a quanto smaltisce . La mia speranza è che Giovinazzo possa continuare a distinguersi sul fronte dei rifiuti così come è avvenuto fino ad ora per la raccolta differenziata per la quale, secondo i dati di Legambiente, è risultata tra i Comuni pugliesi più virtuosi».
  • Raccolta differenziata
  • Rifiuti Giovinazzo
  • Isole ecologiche
Altri contenuti a tema
Plastica raccolta in mare, i pescatori di Giovinazzo potranno conferirla in porto Plastica raccolta in mare, i pescatori di Giovinazzo potranno conferirla in porto Parte il progetto "Appesca" che interesserà cinque perle marinare dal Gargano al Salento
Rifiuti, scritte sui muri ed inciviltà: lo sfogo di Alfonso Arbore Rifiuti, scritte sui muri ed inciviltà: lo sfogo di Alfonso Arbore L'assessore: «Non voglio mollare ma onestamente la situazione sta sfuggendo di mano»
Scempio quotidiano nei pressi dell'isola ecologica di via Toselli Scempio quotidiano nei pressi dell'isola ecologica di via Toselli Continuano le segnalazioni di comportamenti incivili
Differenziata, Sollecito ed Arbore ancora a caccia di incivili Differenziata, Sollecito ed Arbore ancora a caccia di incivili Ieri nuovo giro in città. Amare sorprese nei pressi delle isole ecologiche
Sollecito ed Arbore alla ricerca dei "furbetti" della differenziata Sollecito ed Arbore alla ricerca dei "furbetti" della differenziata Sindaco ed assessore ieri hanno controllato i rifiuti domestici in alcuni quartieri a caccia dei trasgressori
Violazioni nella raccolta differenziata, Sollecito duro coi trasgressori Violazioni nella raccolta differenziata, Sollecito duro coi trasgressori La provocazione: «Se non differenzieranno correttamente sanzioneremo e lasceremo i rifiuti a terra»
1 Primo fine settimana affollato, primi atti d'inciviltà a Giovinazzo Primo fine settimana affollato, primi atti d'inciviltà a Giovinazzo Piazza San Salvatore ridotta a immondezzaio
Rifiuti, immortalato sporcaccione da record: sette multe in una settimana Rifiuti, immortalato sporcaccione da record: sette multe in una settimana La Polizia Locale ha elevato 14 contravvenzioni: sanzioni da 25 a 500 euro. Il caso di un uomo pizzicato sette volte
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.