Nicola Palermo
Nicola Palermo

Certi amori non finiscono. Palermo al Giovinazzo C5

Il pivot torna in biancoverde: «Ritrovo una società seria e tanti vecchi amici»

Chissà quante volte Nicola Palermo avrà ascoltato Antonello Venditti. Chissà se, almeno per qualche istante, gli sono saltate alla mente le parole più famose di "Amici mai". Certi amori non finiscono. Fanno dei giri immensi.

Passano per Molfetta, Trento, Quartu Sant'Elena, Mantova, Cavezzo, ancora Molfetta, Modena. E poi ritornano. Al punto esatto da cui la storia ha avuto inizio. Chissà se in questi giorni il pivot giovinazzese classe '87, inatteso colpo di mercato del Giovinazzo C5 messo a segno dal direttore sportivo Gianni Lasorsa, ha pensato a come tutto ha avuto inizio.

«A Giovinazzo - esordisce il nuovo pivot biancoverde - ritrovo tanti amici e compagni di squadra, fra cui Angelo Piscitelli ed Ernesto Di Capua, con cui ho condiviso momenti bellissimi della mia lunga attività sportiva», iniziata nel lontano 2005 proprio con l'under 21 del club del presidente Antonio Carlucci con cui è arrivato sino alla semifinale scudetto.

Una carriera, quella di Palermo, proseguita, nel 2016, a Mantova, con Pino Milella in panchina: un triennio magico, il punto più alto della sua vita sportiva, in cui ha vinto ben tre campionati di fila approdando in serie A e mettendo a segno complessivamente 46 reti. L'ormai ex atleta del Modena Cavezzo (dopo la parentesi a Molfetta, con le Aquile), come forse mai nella sua carriera, per età, situazione, circostanze, ha scelto con il cuore.

Una scelta romantica, la sua. Quella di tornare a casa, dove «trovo, anzi ritrovo, una società seria, sana e della quale ho sempre sentito parlare benissimo. Chiunque ha gravitato intorno alla famiglia del Giovinazzo C5 ha sempre espresso parole di elogio. Avevo altre offerte, ma quando è arrivata la chiamata del direttore sportivo ho detto subito di sì».

E sì, perché certi amori veramente non finiscono e dopo aver fatto dei giri immensi, come cantava Venditti, tornano. «Cosa m'ha spinto a tornare? Sarà stato - risponde - il forte senso di appartenenza che ho sempre nutrito negli anni della mia permanenza a Giovinazzo. Obiettivi? I miei sono sempre quelli di dare un contributo importante quando sarò chiamato in causa dal tecnico Miki Grassi». per provare a riconfermarsi in serie A2.

«L'obiettivo a medio termine è la salvezza, quello a lungo termine, Covid-19 permettendo, sarà quello di riaccendere l'ardore passionale che questa città ha sempre nutrito per questa disciplina sportiva. E questo rappresenta sicuramente una forza in più per conquistare l'obiettivo per il quale noi tutti lavoreremo duro», ha detto ancora Palermo.

«Puntiamo, attraverso una continuità di prestazioni e soprattutto di risultati, alla riconferma della categoria, tutto quello che arriverà in più sarà positivo, sarà straordinario». E se certi amori non finiscono, figuratevi i sogni.
  • Giovinazzo Calcio a 5
  • Nicola Palermo
Altri contenuti a tema
Giovinazzo C5-Sosa: è un colpo a sorpresa il Nazionale della Celeste Giovinazzo C5-Sosa: è un colpo a sorpresa il Nazionale della Celeste Classe ’95, centrale difensivo, è il primo acquisto dei biancoverdi: «Sono molto felice di questa nuova opportunità»
Giovinazzo C5, c’è il sì di Di Capua: «È bastata una stretta di mano» Giovinazzo C5, c’è il sì di Di Capua: «È bastata una stretta di mano» Per il portiere biancoverde «da entrambe le parti c’era la volontà di proseguire questo percorso insieme»
Piscitelli giura amore eterno al Defender Giovinazzo C5 Piscitelli giura amore eterno al Defender Giovinazzo C5 Il laterale biancoverde guarda già al futuro: «Per me sarà un onore continuare ad essere ancora il capitano»
Defender Giovinazzo C5 e Roselli: ancora un anno insieme Defender Giovinazzo C5 e Roselli: ancora un anno insieme Il pivot biancoverde ringrazia il club «per la fiducia che ripone in me: farò di tutto per ripagarla»
Il Giovinazzo C5 saluta Silon Junior: «Un onore indossare questa maglia» Il Giovinazzo C5 saluta Silon Junior: «Un onore indossare questa maglia» Il pivot italo brasiliano non è più un giocatore biancoverde. In due anni ha collezionato 56 partite con 57 gol e 47 assist
Defender Giovinazzo C5 e Menini, le strade si dividono Defender Giovinazzo C5 e Menini, le strade si dividono Il laterale offensivo non è più un giocatore biancoverde. Il suo addio: «Qui ho vissuto tre anni meravigliosi»
Defender Giovinazzo C5, addio play-off: il Melilli vince 9-6 Defender Giovinazzo C5, addio play-off: il Melilli vince 9-6 I biancoverdi di Bernardo, 4-4 al 20’, crollano nei primi dieci minuti della ripresa (8-4) e chiudono al sesto posto
Defender Giovinazzo C5 a Melilli, in palio l'accesso ai play-off Defender Giovinazzo C5 a Melilli, in palio l'accesso ai play-off I biancoverdi di Bernardo, a cui basta un punto per il quinto posto, si giocano l’intera stagione. Out Montelli
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.