La Bmw recuperata in località Recatania
La Bmw recuperata in località Recatania
Politica

Trovate due auto rubate cannibalizzate a Giovinazzo

Sono state trovate dalle Guardie Campestri: i veicoli erano stati smembrati nelle parti vitali

Due autovetture, entrambe di provenienza furtiva, sono state recuperate dalle Guardie Campestri. I mezzi sono stati abbandonati nelle campagne di Giovinazzo dopo essere stati smembrati nelle parti vitali nel giro di poche ore, molto probabilmente per alimentare il redditizio mercato nero nazionale dei pezzi di ricambio.

Nel primo caso, i vigilantes, nel più vasto programma di interventi messi a punto dai vertici del Consorzio di via Gioia per rendere sempre più sicure le nostre aree rurali, hanno proceduto al recupero di una Bmw cannibalizzata, rinvenuta alla luce del sole in un appezzamento di terra in località Recatania. Stessa sorte toccata ad un'altra vettura, una Alfa Romeo Giulietta, ritrovata parzialmente smontata e occultata sotto un maestoso albero di ulivo in un fondo agricolo in località Bile.

«Si tratta delle ultime due auto divorate dalla criminalità che fagocita quel che può pur di racimolare denaro, denaro sporco» commenta il comandante del corpo, il capitano Alessandro Magarelli. Casi, purtroppo, tutt'altro che isolati, una vera e propria piaga del territorio: le auto vengono rubate in base alla precisa richiesta che giunge dei pezzi di ricambio, portate in campagna, in particolare fra Bitonto, Giovinazzo e Terlizzi, e smontate pezzo pezzo perché non ne rimanga traccia.

Un fenomeno sempre in fermento che, secondo gli investigatori, vede coinvolte vere organizzazioni criminali al cui interno opera una "squadra operativa" dedita al furto del mezzo, la "squadra dei tagliatori" che seziona le auto e una "piattaforma logistica" col compito di ripulire i pezzi nei circuiti dei demolitori compiacenti.
  • Guardie Campestri Giovinazzo
  • Furti auto Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Furti d'auto: ritrovata a Giovinazzo una Renault Clio cannibalizzata Furti d'auto: ritrovata a Giovinazzo una Renault Clio cannibalizzata L'hanno scoperta le Guardie Campestri e la Polizia Locale, era stata rubata a Bitonto. Episodi simili a Terlizzi
Furti di auto ed estorsioni, assolto un 45enne di Giovinazzo Furti di auto ed estorsioni, assolto un 45enne di Giovinazzo I fatti risalgono al 2010. L'uomo è stato scagionato «per non aver commesso il fatto», accolta la richiesta del difensore Tedeschi
Auto rubate e cannibalizzate. Riapre la catena di smontaggio Auto rubate e cannibalizzate. Riapre la catena di smontaggio La scocca di una Opel Corsa è stata recuperata dalle Guardie Campestri. Altri due ritrovamenti a Terlizzi
Fra gli ulivi di Giovinazzo l'ennesima centrale per il riciclaggio di auto Fra gli ulivi di Giovinazzo l'ennesima centrale per il riciclaggio di auto La scoperta delle Guardie Campestri. Ritrovate una Opel Corsa e una Hyundai Kona entrambe cannibalizzate
A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni A Bitonto il cimitero delle auto rubate. Ritrovate dieci in due giorni Recuperate dalla Polizia di Stato scocche di auto sparite non solo in città, ma anche a Bari, Giovinazzo e Palo del Colle
Ford nel mirino, i ladri d'auto non si fermano neanche a Pasqua Ford nel mirino, i ladri d'auto non si fermano neanche a Pasqua Due le auto ritrovate cannibalizzate dalle Guardie Campestri: una Ford Fiesta e una Ford Focus
Sparite nella Bat e cannibalizzate a Giovinazzo Sparite nella Bat e cannibalizzate a Giovinazzo Le scocche di due auto rubate ad Andria e Bisceglie sono state recuperate dalle Guardie Campestri
Furto sventato in un'azienda agricola di Giovinazzo. Ladri in fuga Furto sventato in un'azienda agricola di Giovinazzo. Ladri in fuga I malviventi sono stati intercettati dalle Guardie Campestri, recuperata una Lancia Lybra rubata. Indagano i Carabinieri
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.