Un treno con merci infiammabili
Un treno con merci infiammabili
Cronaca

Terminal merci, il Sindaco scrive a RFI

Lo scalo giovinazzese sarebbe tra quelli in cui far giungere sostanze pericolose

Il terminal merci di Giovinazzo sotto la lente d'ingrandimento.

Lo scalo, infatti, sarebbe stato inserito da Rete Ferroviaria Italiana tra quelli in cui potrebbero sostare merci pericolose. Un aspetto inquietante, soprattutto in una cittadina che, dopo oltre 30 anni, sta tentando di bonificare l'area delle ex Acciaierie e Ferriere Pugliesi e di liberarsi di un grande peso.

Tra le merci pericolose, secondo quanto rilevabile dal Regolamento Internazionale, vi sono una serie di categorie tra cui quelle delle materie solide o liquide infiammabili, quelle autoreattive, quelle infettive e corrosive e tutte quelle che favoriscono una qualsiasi combustione. Insomma, un campionario da cui stare decisamente lontani.

Il Sindaco, Tommaso Depalma, preoccupato da quanto pubblicato sul sito di RFI, ha subito inviato una missiva chiedendo lumi alla società partecipata con sede a Roma: «Preso atto - scrive - del comunicato pubblicato nella sezione "Notizie e documenti" del sito web di codesta spettabile società in data 27 agosto 2015, si chiede di fornire dettagliati chiarimenti circa le iniziative intraprese per l'adeguamento dell'impianto di Giovinazzo a terminalizzare treni con merci pericolose. Tale richiesta - precisa il primo cittadino - riveste carattere d'urgenza, considerati gli inevitabili impatti che la prospettata attività produrrebbe sulla popolazione e sul territorio».

Il primo passo è stato compiuto, in attesa che RFI fornisca tutte le risposte e le rassicurazioni del caso. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di una vicenda dai contorni ancora da chiarire.
  • Tommaso Depalma
  • Comune di Giovinazzo
  • RFI
Altri contenuti a tema
RFI, 61 milioni di euro per la velocizzazione della linea Foggia-Bari RFI, 61 milioni di euro per la velocizzazione della linea Foggia-Bari Verrà realizzato un Apparato Centrale Computerizzato Multistazione
Caduta alberi lungo la linea ferroviaria: c'è l'ordinanza del sindaco di Giovinazzo Caduta alberi lungo la linea ferroviaria: c'è l'ordinanza del sindaco di Giovinazzo Sollecito ha emesso il provvedimento su richiesta del Gruppo RFI
Whistleblowing, lo strumento del Comune di Giovinazzo contro comportamenti illeciti Whistleblowing, lo strumento del Comune di Giovinazzo contro comportamenti illeciti Una nuova piattaforma informatica permette di inviare segnalazioni
Il Comune di Giovinazzo affida il servizio sostitutivo di mensa per i dipendenti Il Comune di Giovinazzo affida il servizio sostitutivo di mensa per i dipendenti L'atto ufficiale pubblicato all'Albo Pretorio nelle scorse ore
1 Versamento IMU 2020, i chiarimenti dell’Amministrazione comunale Versamento IMU 2020, i chiarimenti dell’Amministrazione comunale Dopo l'attacco di PrimaVera Alternativa, l'ente di piazza Vittorio Emanuele II precisa
Bonifica delle ex Acciaierie di Giovinazzo, in 13 a processo: tutti assolti Bonifica delle ex Acciaierie di Giovinazzo, in 13 a processo: tutti assolti Ieri la sentenza: il giudice ha scagionato l'ex sindaco Depalma e altre 12 persone «per non aver commesso il fatto»
"Inclusione sociale estate 2023", il Comune di Giovinazzo seleziona progetti "Inclusione sociale estate 2023", il Comune di Giovinazzo seleziona progetti Le informazioni per parteciparvi
Concessioni demaniali, Depalma: «Giustizia ristabilita, ma le ferite restano» Concessioni demaniali, Depalma: «Giustizia ristabilita, ma le ferite restano» L'ex primo cittadino commenta l'archiviazione nei suoi confronti: «È una vicenda che mi ha segnato dal punto di vista umano»
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.