L'intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco
L'intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco
Cronaca

Tentata rapina a Menga Petroli, poi l'incendio della Fiat Tipo

Due malviventi hanno assalito l'area di servizio di via Molfetta. Ma è andato tutto storto

Paura e scene da far west ieri sera, a Giovinazzo, per una tentata rapina nell'area di servizio Menga Petroli​ lungo via Molfetta. Poco dopo un denso fumo nero ha avvolto la lama Castello. Ma non era un rogo di sterpaglie incolte: le fiamme arrivavano da una Fiat Tipo, la stessa utilizzata dai malviventi.

Tutto è iniziato intorno alle ore 18.30 di ieri sera, quando due malviventi, col volto parzialmente travisato, hanno fatto irruzione nella stazione di carburanti Menga Petroli, in via Molfetta. Tutto s'è consumato in pochi istanti. Uno dei due rapinatori, inoltre, è entrato in azione brandendo una spranga di ferro, evidentemente con l'intento, pur di farsi consegnare il denaro, di minacciare l'addetto alle pompe. Che, invece, non si è fatto intimorire.

Qualcosa, infatti, lo ha fatto desistere e, assieme al complice, ha fatto dietrofront dileguandosi a mani vuote. Ad attenderli c'era una Fiat Tipo, a bordo della quale si sono dileguati. L'auto, alla quale erano state apposte targhe diverse da quelle originali, è risultata rubata qualche ora prima proprio a Giovinazzo. Il benzinaio, nel frattempo, ha subito chiamato il numero 112 e sul posto sono arrivati i Carabinieri, ai quali son delegate le indagini.

Sul posto i militari della locale Stazione hanno ascoltato le testimonianze della povera vittima, che ha rimediato solo un forte spavento, ed esaminato i nastri del sistema di videosorveglianza esterno dell'area di servizio. La nota della tentata rapina, del modello e del colore dell'autovettura utilizzata dai due malviventi sono state diramate a tutte le pattuglie dell'Arma e le forze dell'ordine in servizio in città.

Gli investigatori, inoltre, hanno avviato le ricerche in zona, allestendo posti di blocco in tutta la città e sulle principali vie di fuga. Che però non hanno portato a rintracciare i malviventi. Anche perché, stavano già mettendo in atto la seconda parte del piano criminale. Arrivati alle spalle della stazione ferroviaria, in località lama Castello, i due hanno pensato bene di sbarazzarsi della Fiat Tipo e le hanno dato fuoco.

Le fiamme hanno attirato alcuni residenti e sono partite le chiamate al numero 115 dei Vigili del Fuoco, giunti in pochi minuti dal Distaccamento di Molfetta. Sul posto si sono catapultati anche i Carabinieri della locale Stazione. E, svolgendo i consueti accertamenti del caso, s'è scoperto che quella Fiat Tipo, altra non era, se non proprio l'auto utilizzata per la tentata rapina alla stazione di carburanti Menga Petroli​.

Ormai carbonizzata, è stata successivamente trasportata presso il deposito giudiziario, dopo essere stata sequestrata. Adesso sarà sottoposta ad accertamenti. I militari dell'Arma, frattanto, dopo aver acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza esterno dell'area di servizio Menga Petroli​, stanno cercando di rimettere insieme il puzzle, setacciando via De Gasperi, dove la Fiat Tipo è stata asportata.

La speranza è che qualche telecamera possa aver immortalato i responsabili del furto. Forse con quelle immagini si potrà sperare di identificarli, cercando poi di capire se siano stati gli stessi a firmare il tentato colpo alla Menga Petroli​. Un assalto simile, per dinamica, a quello avvenuto alla Esso, proprio un mese fa.
  • Rapine Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Raid violento all'alba: rapinatori armati di una bottiglia rotta Raid violento all'alba: rapinatori armati di una bottiglia rotta Nel mirino un operatore ecologico della ditta Impregico s.r.l.. La solidarietà di Depalma e Arbore
«Dammi i soldi». E picchiano il benzinaio della Esso «Dammi i soldi». E picchiano il benzinaio della Esso L'addetto è stato colpito al volto con il calcio di una pistola, i malviventi sono fuggiti a mani vuote
1 Preso a bastonate per il portafogli. Poi la fuga col furgone Preso a bastonate per il portafogli. Poi la fuga col furgone Un commerciante ittico di 58 anni rapinato in via Gioia. Indagano i Carabinieri: il mezzo ritrovato a Santo Spirito
«Più forze dell'ordine». L'appello dell'Arac dopo l'escalation di rapine «Più forze dell'ordine». L'appello dell'Arac dopo l'escalation di rapine 4 colpi negli ultimi 22 giorni. Luca Barbone vicino ai proprietari di Sisa e Super King: sono loro gli obiettivi più colpiti
Bandito solitario svuota la cassa del supermercato Sisa Bandito solitario svuota la cassa del supermercato Sisa Malvivente solitario in azione nel supermarket di via Caduti sul Lavoro. L'uomo ha agito a volto coperto, ma senza armi
Fratelli rapinatori in manette: erano il terrore dei distributori di carburanti Fratelli rapinatori in manette: erano il terrore dei distributori di carburanti Sono stati individuati dai Carabinieri: entrambi del quartiere San Pio, agivano anche a Giovinazzo
Rapina con il coltello al supermercato Sisa Rapina con il coltello al supermercato Sisa Due persone travisate sono entrate nel locale asportando un bottino di circa 200 euro
Ancora una rapina al supermercato Sisa. È la seconda in 5 giorni Ancora una rapina al supermercato Sisa. È la seconda in 5 giorni Due persone, volto coperto, hanno fatto irruzione armate nei locali di via Caduti sul Lavoro. Arraffato il bottino, sono fuggite
© 2001-2018 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.