Profughi Ucraina
Profughi Ucraina
Attualità

Le suore vincenziane accolgono a Giovinazzo profughi dall'Ucraina

Sono arrivati in Italia ieri sera, 22 marzo. Altri sono ospitati a Terlizzi

Ieri sera, 22 marzo, alle ore 21,15, all'aeroporto di Roma Fiumicino è atterrato il primo volo umanitario organizzato da Caritas italiana in collaborazione con Open Arms.

A bordo dell'aereo proveniente da Varsavia (Polonia) c'erano 215 profughi ucraini. I collegamenti aerei proseguiranno nei prossimi giorni e permetteranno di portare in salvo circa 600 persone, soprattutto donne e bambini.

All'aeroporto romano ad accogliere i cittadini ucraini c'era una delegazione di Caritas Italiana, la nostra Caritas diocesana e la rappresentanza di altre diocesi italiane individuate per questa prima accoglienza (Alba, Andria, Assisi, Asti, Cagliari, Matera, Teramo).

Don Cesare Pisani, Direttore della Caritas diocesana aiutato da alcuni volontari, ha accolto i 18 cittadini ucraini (tra cui 11 bambini) che saranno ospitati nella nostra diocesi. «L'emozione è fortissima e non manca la commozione», queste sono state le prime parole degli operatori dopo aver visto scendere dall'aereo i profughi e in modo particolare i bambini che pur di cercare conforto stringevano a loro chi un cuscino, chi un orsacchiotto o semplicemente una coperta.

Gli ospiti ucraini, insieme alla delegazione diocesana, sono ripartiti dall'aeroporto di Fiumicino nella notte e sono arrivati in terra diocesana alle prime luci dell'alba di oggi 23 marzo.

I profughi, facenti tutti parte di tre nuclei familiari sono stati accolti presso la comunità di Casa Betania a Terlizzi e nel convento delle suore Vincenziane di Giovinazzo.

Il centro Caritas diocesano proseguirà ad assicurare ogni più ampio supporto con percorsi per il sostegno psicologico, per l'assistenza linguistica e per l'inserimento scolastico dei minori. Di aiuto sarà anche il lavoro svolto da alcune logopediste e logopedisti di Italia che hanno creato delle tabelle comunicative per immagini, in lingua ucraina e italiana, da utilizzare a scuola e a casa per facilitare l'inserimento nel nostro territorio.

I prossimi arrivi, il cui flusso è destinato ad aumentare nei prossimi giorni, saranno quindi gestiti grazie alle numerose disponibilità all'accoglienza che la comunità diocesana continua a mettere in campo.
  • Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
  • Caritas Diocesana
  • Guerra in Ucraina
  • Suore Vincenziane Giovinazzo
Altri contenuti a tema
"Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo "Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo Appuntamento in un noto bar nei pressi della stazione ferroviaria
La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte Tre appuntamenti per le celebrazioni
Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Alle 19.00 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta
Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Ieri conferenza stampa di Monsignor Cornacchia a Molfetta
I ragazzi e le ragazze dello "Spinelli" contro la guerra in Ucraina I ragazzi e le ragazze dello "Spinelli" contro la guerra in Ucraina Ieri mattina assemblea d'istituto "speciale" in villa Comunale
Il cuore grande di Giovinazzo: aiuti per ucraini in partenza da Bari Il cuore grande di Giovinazzo: aiuti per ucraini in partenza da Bari L'azione di solidarietà condotta nelle scorse giornate da alcune associazioni locali
I commercianti di Giovinazzo per la pace e la libertà I commercianti di Giovinazzo per la pace e la libertà Parte da due attività, in collaborazione con l’associazione 2hands, un'iniziativa a supporto dell’Ucraina
Irina racconta a GiovinazzoViva la tragedia della sua Ucraina Irina racconta a GiovinazzoViva la tragedia della sua Ucraina Abbiamo chiesto ad una donna che lavora e vive da undici anni nel nostro Paese di spiegarci ciò che sta accadendo
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.