I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato

In manette un giovinazzese. Il tallonamento tra una gazzella del Radiomobile e la Lancia Delta dell'uomo

Si è concluso con l'arresto di un uomo di Giovinazzo, di cui non sono state fornite informazioni su età o generalità, la concitata nottata che ha visto protagonisti i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Molfetta.

Tutto è iniziato intorno alle ore 03.00, quando l'auto dell'uomo, una Lancia Delta, sulla quale viaggiavano altre due persone, è stata notata per le vie di Giovinazzo dai militari che hanno quindi proceduto ad inseguirla intimando l'alt al conducente. Che avrebbe ignorato le segnalazioni degli uomini in divisa, spingendo invece sull'acceleratore. I militari hanno attivato immediatamente lampeggianti e sirena, ma il fuggiasco non ne ha voluto sapere di desistere. Tutt'altro.

Per alcuni chilometri, i Carabinieri sono rimasti dietro all'auto dell'uomo, sino a quando la corsa notturna - dopo aver varcato il confine comunale ed essere finita a Molfetta - si è conclusa nei pressi dell'ospedale monsignor Antonio Bello, con l'ausilio di un altro equipaggio. Alcuni post su Facebook, trasformatisi ben presto in un tam tam incontrollato, hanno parlato anche di una sparatoria. Tuttavia l'Arma ha smentito i colpi di arma da fuoco.

Il conducente dell'auto è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, ma i motivi della sua fuga non sono ancora chiari agli uomini del capitano Vito Ingrosso i quali hanno effettuato i rilievi sulla vettura, lungo il percorso dell'inseguimento e nella zona dove è avvenuto il fermo.
  • Arresti Giovinazzo
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Rapinò un 54enne sul pianerottolo di casa, arrestato un 21enne Rapinò un 54enne sul pianerottolo di casa, arrestato un 21enne Il colpo nel 2017. I Carabinieri hanno visionato le immagini: denunciati anche i due suoi complici
Marijuana nel trullo, arrestati in tre. Ma le analisi danno ragione a loro Marijuana nel trullo, arrestati in tre. Ma le analisi danno ragione a loro I Carabinieri avevano sequestrato oltre 25 chili. In realtà avevano un principio attivo di Thc contenuto entro i limiti di legge
La sua nuova casa era una centrale dello spaccio. Preso un 30enne di Bari La sua nuova casa era una centrale dello spaccio. Preso un 30enne di Bari La droga era nascosta in una stufa a legno all'interno di un casa sulla litoranea che conduce a Molfetta
Banda di ladri intercettata, scatta l'inseguimento: furto sventato Banda di ladri intercettata, scatta l'inseguimento: furto sventato Hanno notato una Fiat Stilo accesa in via Solferino. Così hanno sventato il furto di una Volkswagen Polo
1 Presi con la marijuana, il Riesame dispone la scarcerazione Presi con la marijuana, il Riesame dispone la scarcerazione Accolto il ricorso della difesa, in libertà due giovinazzesi di 40 e 26 anni. Il 24 settembre udienza per il 23enne
Bloccati con la marijuana, ma il grosso era in un trullo: nei guai tre giovani Bloccati con la marijuana, ma il grosso era in un trullo: nei guai tre giovani Fermati dai Carabinieri. E nelle campagne altro stupefacente: ben 23,5 chilogrammi. Sono stati rinchiusi in carcere
Tentano di rubargli l'auto mentre è in spiaggia: due arresti Tentano di rubargli l'auto mentre è in spiaggia: due arresti Fermati due pregiudicati di Corato, beccati in flagrante dai Carabinieri a Torre Gavetone
1 Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Giovinazzo, la nuova sponda della criminalità bitontina Ieri la cattura del latitante Pasquale Pazienza. Sempre in città, a maggio, si nascondeva il boss Domenico Conte
© 2001-2018 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.