I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato

In manette un giovinazzese. Il tallonamento tra una gazzella del Radiomobile e la Lancia Delta dell'uomo

Si è concluso con l'arresto di un uomo di Giovinazzo, di cui non sono state fornite informazioni su età o generalità, la concitata nottata che ha visto protagonisti i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Molfetta.

Tutto è iniziato intorno alle ore 03.00, quando l'auto dell'uomo, una Lancia Delta, sulla quale viaggiavano altre due persone, è stata notata per le vie di Giovinazzo dai militari che hanno quindi proceduto ad inseguirla intimando l'alt al conducente. Che avrebbe ignorato le segnalazioni degli uomini in divisa, spingendo invece sull'acceleratore. I militari hanno attivato immediatamente lampeggianti e sirena, ma il fuggiasco non ne ha voluto sapere di desistere. Tutt'altro.

Per alcuni chilometri, i Carabinieri sono rimasti dietro all'auto dell'uomo, sino a quando la corsa notturna - dopo aver varcato il confine comunale ed essere finita a Molfetta - si è conclusa nei pressi dell'ospedale monsignor Antonio Bello, con l'ausilio di un altro equipaggio. Alcuni post su Facebook, trasformatisi ben presto in un tam tam incontrollato, hanno parlato anche di una sparatoria. Tuttavia l'Arma ha smentito i colpi di arma da fuoco.

Il conducente dell'auto è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, ma i motivi della sua fuga non sono ancora chiari agli uomini del capitano Vito Ingrosso i quali hanno effettuato i rilievi sulla vettura, lungo il percorso dell'inseguimento e nella zona dove è avvenuto il fermo.
  • Arresti Giovinazzo
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Violenze sessuali e botte ai figli piccoli: il Tribunale di Bari condanna i genitori Violenze sessuali e botte ai figli piccoli: il Tribunale di Bari condanna i genitori I piccoli, di 5 e 9 anni, erano costretti a compiere e subire atti sessuali. 12 anni di reclusione al padre, 3 alla madre
Che cos'è il bullismo: a scuola con i Carabinieri Che cos'è il bullismo: a scuola con i Carabinieri I militari, insieme al pugile Squeo ed al fotografo Illuzzi, hanno incontrato gli alunni dell'istituto don Bavaro-Marconi
Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne Furti di auto e violazioni della sorveglianza speciale, in cella un 49enne I fatti risalgono a gennaio scorso: l'uomo riuscì a dileguarsi dopo un inseguimento, adesso è in carcere
Armi, droga ed esplosivi: duro colpo della Guardia di Finanza Armi, droga ed esplosivi: duro colpo della Guardia di Finanza Perquisizioni a tappeto in città: sequestrati stupefacenti, pistole e cartucce. Arrestato un 40enne, denunciati un 28enne ed un 64enne
Droga nella biancheria intima, arrestato un 22enne Droga nella biancheria intima, arrestato un 22enne I Carabinieri gli hanno rinvenuto addosso 20 dosi di hashish per complessivi 12 grammi
Sorvegliato speciale sorpreso fuori da Giovinazzo, ai domiciliari Sorvegliato speciale sorpreso fuori da Giovinazzo, ai domiciliari Un 49enne è stato pizzicato a Bitonto dalla Polizia di Stato. È stato arrestato in flagranza di reato
Nascondeva una pistola e munizioni nel suo garage. Arrestato un 36enne Nascondeva una pistola e munizioni nel suo garage. Arrestato un 36enne Sequestrata dai Carabinieri una semi automatica Colt calibro 7.65. L'uomo è stato trasferito nel carcere di Bari
Assolti dall'accusa di detenzione di droga: non c'è presunzione di spaccio Assolti dall'accusa di detenzione di droga: non c'è presunzione di spaccio Per un 28enne ed un 24enne è finito un lungo calvario giudiziario durato 7 anni. Scagionati perché «il fatto non sussiste»
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.