Emozioni con la Fanfara. <span>Foto Marzia Morva</span>
Emozioni con la Fanfara. Foto Marzia Morva
Musica

Ieri sera la Festa della Musica tra Levante ed il Dolmen (FOTO)

Tantissimi gli artisti che si sono esibiti nelle due suggestive cornici. Il clou con il concerto della Fanfara della Terza Regione Aerea dell'Aeronautica Militare

E che musica sia! Il Benvenuto all'estate nella bella e calda serata di ieri 21 giugno è arrivato dalla "Festa della musica". Si tratta di una giornata di festa, con la musica protagonista, patrocinata dal Mibact- Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. È la seconda edizione per Giovinazzo, ideata e organizzata dall'associazione culturale e musicale " Culturaly " . La festa, una lunga maratona, intrisa delle emozioni, dei colori e delle suggestioni della musica è iniziata contestualmente alle 18 al Dolmen San Silvestro e nel piazzale Leichardt sul Lungomare di Levante.Sul sito dell'iniziativa, divenuta di respiro italiano ed europeo, si sono iscritti numerosi artisti e musicisti che hanno partecipato a titolo gratuito.Questa festa che celebra la musica, con i suoi principi di elemento aggregante e di veicolo di conoscenza, sta vivendo un trend in netta ascesa e si è potuto verificare ciò ieri sera con un pubblico numeroso che ha raggiunto la location dell'evento.

Musica per tutti i gusti e preferenze, musica per tutte le età sui palchi con artisti di svariate età a illustrare e divulgare il loro talento attraverso un differente linguaggio musicale.

A partire dalle ore 18.30 sino all'1.00 di notte sul palco si sono alternati oltre venti interessanti situazioni musicali tutte diverse per genere. La lunga maratona ha visto protagonisti i bambini del "Coro di voci bianche" della scuola di musica Filippo Cortese, gruppo diretto da Anna Catino che con l'utilizzo dello strumentario Orf (sonagli, percussioni,nacchere, guiri, tubi colorati " boom watchers") ha proposto un repertorio di musica popolare del mondo: cilena, giamaicana, yiddish, francese.

L'armoniosità e la bravura del giovanissimo Vincenzo Turturro di appena tredici anni sono emerse dall'esecuzione di un brano alla tastiera che ha evidenziato il suo autentico talento.

La festa della musica e il solstizio d'estate insieme binomio vincente in una location che di per se ha già detto tutto, e con il tramonto sul lungomare di Levante lo scenario è risultato di grande suggestione.

Una festa che di sicuro sarà sempre più bella e ricca, di anno in anno, si tratta della venticinquesima edizione in Italia e della trentaquattresima in Europa a dimostrazione del fatto che diffondere la musica è qualcosa di unico ed emozionante. La musica non ha età, con il suo linguaggio universale e il talento degli artisti in una perfetta fusione

L'orchestra musicale dei " Cento della Bavaro-Marconi", alunni delle classi di quarta e di quinta della Scuola Primaria del suddetto Istituto, diretti da Antonella Siracusa hanno proposto musica su accompagnamenti ritmici con l'utilizzo di percussioni date da oggetti semplici, tipo bicchieri di plastica " cup song "e seguendo il ritmo con le mani, accompagnati in voce da Denise De Giglio.
Il risultato è stato molto interessante ed originale.

La giovane cantante Lorena Fanelli, giovinazzese di appena sedici anni, ha conquistato il cuore di tutti. La sua performance tastiera e voce per l'esecuzione del brano " All of me" di John Legend è stata intensa e raffinata.

Il cambio palco ogni quindici, venti minuti ha impegnato lo staff di Claudio Colaluce, responsabile del suono, e le brave presentatrici Rosalba Andriani e Giusy Pisani dell'Associazione culturale e musicale Culturaly. Da un'idea del maestro Luca Ressa è nato l'ensemble di chitarra della scuola di musica "Filippo Cortese".

L'ensemble di ragazzi in età compresa tra i tre e i quindici anni ha stupito letteralmente per la bravura e per la dedizione alla musica già in tenera età . La loro performance ha proposto un tris di brani dei leggendari Queen eseguiti con interessante stile e linguaggio musicale: " We will rock you", " Bohemian Rapsody" e "We are the Champion".

Intanto, nell'altra location allestita al Dolmen San Silvestro la Festa della musica ha avuto i suoi momenti di incanto dati anche dallo scenario e da una bellezza paesaggistica senza eguali. L'assessore alla Cultura e Turismo Cristina Piscitelli ci ha in sintesi raccontato come è andata al Dolmen. «A mio parere è molto bello che Giovinazzo per il secondo anno aderisca a un'iniziativa promossa dal Mibact. È molto positivo vedere che ci siano state molte iscrizioni per questa iniziativa che unisce tutte le fasce d'età verso musica di genere diverso, principio che rappresenta lo spirito della Festa della musica.

Stasera al Dolmen si è creata una situazione incantevole data dalla curiosità dei bambini verso il sito archeologico che con Nunzia Stufano, guida professionista e specializzata ha vissuto il suo momento al top. Il momento didattico di conoscenza e scoperta del sito ha camminato in parallelo con la musica per cui è stato possibile fare formazione e cultura in una giornata di festa. L'atmosfera suggestiva data dal paesaggio si illustra da sola.
Posso solo anticipare che la stagione estiva entrata nel vivo vivrà di molta bella musica che iniziando da Primavera Musicale, poi Festa della Musica con la conferma di manifestazioni collaudate come Festival in Porto proporrà tante belle novità, molta musica in location diverse».

Intanto, il cambio palco è pronto con i tecnici che controllano e si presenta al numeroso pubblico giunto al piazzale Leichardt il pezzo forte della scaletta. È il momento atteso, sta per esibirsi la "Fanfara " del Comando Scuole dell'aeronautica Militare /3" Regione Aerea Bari. Anche la Fanfara si è iscritta on line a questo evento sul sito del Ministero. L'emozione è forte ed è tangibile. Il concerto tanto atteso sta per iniziare. Sul palco trenta militari dell'Aereonautica Militare tutti diplomati in musica per cui autentici professionisti.

L'esibizione della Fanfara è stata in primis un grande regalo per tutti, un dono apprezzato, un omaggio al talento dei militari e musicisti, un'emozione forte data da un repertorio che in ognuno dei presenti ha acceso un ricordo, che dire? Un momento top, durato poco più di un'ora.

Da una nota redatta dal Cap. Michele Depalo, di Giovinazzo, Addetto Sezione Pubblica Informazione e Comunicazione scopriamo il senso ed il significato della presenza della Fanfara a Giovinazzo

«Come da tradizione, lo Stato Maggiore Difesa ha offerto anche quest'anno la propria collaborazione al Mibact, allo scopo di promuovere a livello nazionale la "Festa della Musica "attraverso il coinvolgimento dei complessi militari della Difesa. Il Comando Scuole dell'Aereonautica Militare /3" Regione Aerea di Bari, ogni anno offre il proprio contributo all'evento cambiando sempre location. Quest'anno, per l'esibizione della nostra Fanfara, abbiamo scelto il comune di Giovinazzo. La Fanfara vuol essere la concreta espressione dell'idea di " Coesione", di quel concetto di " squadra "e di integrazione che se applicata in ogni contesto sociale, può condurre al successo per il bene di tutti. Con la partecipazione ad una manifestazione popolare come questa si vuole testimoniare la vicinanza dell'Aereonautica Militare al territorio e rimarcare il costante impegno profuso da tutti i militari nel servire la collettività, all'insegna di un messaggio significativo e concreto" con la gente, per la gente, proiettati al futuro, attenti al presente».

Nella qualificata direzione musicale del 1" Luogotenente Nicola Cotugno la Fanfara ha conquistato tutti con un repertorio che ha spaziato da George Gershwin, a Glenn Miller, da Benny Goodman all'omaggio a Ennio Morricone, a Domenico Modugno con brani evergreen che resteranno e che sono patrimonio della musica internazionale
La sorprendente scoperta è stata quella di ascoltare musica di qualità superlativa e di scoprire la presenza di due militari giovinazzesi nella Fanfara Fabio Stallone e Gaetano Pazienza. Quest'ultimo ha brillato nella sua performance al sax e ha dato prova di essere un talento naturale, un' eccellenza della nostra città.

«Non c'è modo migliore di dare inizio all'estate - ha affermato soddisfatto il sindaco Tommaso Depalma. In questa piazza la gente sta vivendo un bel momento musicale che ha avuto un prologo al Dolmen con gli "artisti in erba". Qui stiamo ascoltando grande musica grazie a Culturaly che in appena un anno di attività ha dimostrato grandissima competenza ».

La festa è continuata con il sound gradevole dei "Nati Stanchi" con cambi di palco tutti apprezzabili e con una numerosa serie di artisti che hanno partecipato, interpretando vari generi, dalla musica leggera d'autore alla corale a cappella, fino alla grande tradizione della musica partenopea, e permesso a tutti di avvicinarsi ai meravigliosi linguaggi musicali seppur diversi, ma tutti degni di attenzione in una lunga serata dedicata alla musica.
10 fotoFesta dell'Estate 2019
IMG JPGed eb e d f a b e af JPGcf b dd a d dbed aab JPGd ac f d a bc a c b db JPGIMG JPGIMGIMGIMG JPGIMG JPGIMG JPG
  • Fanfara Aeronautica Militare
  • Festa della Musica Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Al Dolmen ed in piazzale Leichardt c'è la Festa della Musica con la Fanfara dell'Aeronautica Al Dolmen ed in piazzale Leichardt c'è la Festa della Musica con la Fanfara dell'Aeronautica A partire dalle 18 tanti concerti gratuiti per festeggiare il solstizio d'estate
1 Il 21 giugno la seconda edizione della Festa della Musica al Dolmen ed in piazzale Leichardt Il 21 giugno la seconda edizione della Festa della Musica al Dolmen ed in piazzale Leichardt La conferenza stampa di presentazione questa sera, 19 giugno, in Sala San Felice
Il fascino della grande musica a San Domenico Il fascino della grande musica a San Domenico Ieri sera il concerto della Fanfara dell’Aeronautica Militare nella centrale chiesa giovinazzese
Il concerto della Fanfara dell'Aeronautica Militare spostato a San Domenico Il concerto della Fanfara dell'Aeronautica Militare spostato a San Domenico A causa della pioggia si terrà al chiuso a partire dalle ore 20.30
Per tre giorni l'Aeronautica Militare in piazza Per tre giorni l'Aeronautica Militare in piazza Stand e percorsi ludico didattici per bambini: così Giovinazzo si prepara ad accogliere le Frecce Tricolori
La Fanfara dell'Aeronautica incanta Giovinazzo La Fanfara dell'Aeronautica incanta Giovinazzo Ieri sera il concerto nella chiesa di San Domenico
La Fanfara a San Domenico La Fanfara a San Domenico Sabato i fiati dell’Aeronautica in concerto nella chiesa di Piazza Vittorio Emanuele II
Sulle ali dell’emozione Sulle ali dell’emozione Le Farfalle Azzurre e Marinella Falca protagoniste al PalaPansini assieme a tutta l'Aeronautica Militare
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.