Piazza Vittorio Emanuele II
Piazza Vittorio Emanuele II
Attualità

I sindaci pugliesi chiedono ad Emiliano maggiori restrizioni

L'allarme lanciato dal presidente regionale ANCI, Domenico Vitto

Le restrizioni previste dalla zona rossa non sarebbero sufficienti a bloccare la terza ondata del Coronavirus in Puglia. E gli amministratori locali hanno deciso di scrivere un documento con tutte le ulteriori restrizioni che ritengono necessarie, e che sarà a breve inviato al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Obiettivo una nuova ordinanza regionale che recepisca tali richieste e sia quindi più restrittiva rispetto al decreto del Governo.

Si va dallo stop alle funzioni religiose in presenza, dalla domenica delle Palme fino a Pasqua, alla chiusura di tutte le attività commerciali alle 19.00, dalla chiusura di tutti i cimiteri, alla chiusura di tutti i centri commerciali e supermercati nella domenica della Palme, di Pasqua, e nel lunedì di Pasquetta. Si sta valutando di imporre il divieto di recarsi nelle seconde case, e inoltre, di estendere il divieto di asporto dopo le 18 anche alle attività che ora possono farlo. Per queste ultime si sta ragionando sull'asporto drive-in o su prenotazione.

«Stiamo scrivendo un documento con tutte le richieste che mi stanno arrivando dai sindaci e dai presidenti delle province - dichiara Domenico Vitto, presidente Anci Puglia - domani dovrebbe esserci un nuovo incontro in cui valutare tali richieste, e capire come poter impostare una nuova ordinanza regionale che renda tali disposizioni omogenee sul territorio regionale. Nell'incontro con il presidente Emiliano vedremo anche quale è, ora, la sua idea al riguardo».

«I contagi purtroppo continuano a crescere - aggiunge Vitto - fino a qualche settimana fa la situazione a rischio riguardava solo la provincia di Bari e Taranto, ora, stando a quanto dichiarato dall'Assessore Lopalco nell'ultimo incontro che abbiamo avuto, il rischio è esteso a tutta la regione. C'è preoccupazione, sia da parte del presidente Emiliano, che da parte di alcuni sindaci nei cui territori la situazione non accenna a migliorare. In vista delle festività di Pasqua, riteniamo quindi giusto prendere dei provvedimenti più restrittivi».

Si attende ora l'incontro di domani per avere certezza di quali azioni verranno effettivamente messe in atto dalla Regione Puglia.
  • ANCI Puglia
  • Zona rossa
Altri contenuti a tema
Dal 7 febbraio entra in vigore il nuovo decreto: ecco cosa cambia anche a Giovinazzo Dal 7 febbraio entra in vigore il nuovo decreto: ecco cosa cambia anche a Giovinazzo È stato varato dal Consiglio dei Ministri e tocca scuola, zona rossa e green pass
Rifiuti abbandonati su provinciali e statali, asse Depalma-Vitto per tavolo urgente Rifiuti abbandonati su provinciali e statali, asse Depalma-Vitto per tavolo urgente Il presidente ANCI Puglia ed il sindaco di Giovinazzo hanno inoltrato una richiesta che coinvolga vari enti
Rifiuti nell'agro, Depalma chiede sinergia tra sindaci e Città Metropolitana Rifiuti nell'agro, Depalma chiede sinergia tra sindaci e Città Metropolitana Il primo cittadino di Giovinazzo ha incontrato anche il presidente pugliese, Domenico Vitto
Angelo Lasorsa entra nel direttivo regionale ANCI Angelo Lasorsa entra nel direttivo regionale ANCI Il Consigliere: «Sicuro di portare le istanze della nostra città»
1 Speranza firma nuova ordinanza: Puglia zona rossa fino al 30 aprile Speranza firma nuova ordinanza: Puglia zona rossa fino al 30 aprile L'ufficialità dal sito ministeriale
Giovinazzo e tutta la Puglia ancora in zona rossa sino al 25 aprile Giovinazzo e tutta la Puglia ancora in zona rossa sino al 25 aprile Lo ha confermato in serata il Ministro Roberto Speranza
La Puglia verso la conferma della zona rossa La Puglia verso la conferma della zona rossa L'indice di contagio è ancora dell'1.06, sopra la media nazionale
Pasquetta a Giovinazzo: le regole da rispettare Pasquetta a Giovinazzo: le regole da rispettare Controlli per chi vorrà recarsi in campagna. Ieri problemi al pomeriggio in piazza
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.