Il ricordo a Sant'Agostino
Il ricordo a Sant'Agostino
Eventi e cultura

Fino in cima, l’esempio di Angelo Depalma nel ricordo di chi gli ha voluto bene

Padre, insegnante, credente e cittadino. Martedì l’affettuoso omaggio nella chiesa di Sant'Agostino

Elezioni Regionali 2020
Credente e cittadino. Uomo mite e corretto. Papà affettuoso. Sono le piccole tessere di un grande mosaico che restituiscono l'immagine lucente di Angelo Depalma, a cui martedì sera, 3 marzo, nella chiesa di Sant'Agostino, ospiti del parroco don Massimiliano Fasciano, è stato dedicato un affettuoso e intenso ricordo.

"Fino in cima", il titolo dell'evento, metafora del cammino del giovinazzese, scomparso il 3 marzo di quattro anni fa, declinato a 360 gradi attraverso i ricordi e le testimonianze del figlio Tommaso, del collega insegnante Giuseppe Cassano, del compagno di strada di Azione Cattolica, Agostino Ferrante, e della collega in politica Rosa Serrone.

«È stato un papà severo ma anche simpatico e allegro - è il ricordo di Tommaso -. Mia figlia, l'unica nipote che lo ha conosciuto, se lo ricorda come il nonno con la cravatta». «Ci teneva molto all'impegno scolastico di noi figli - ha proseguito Tommaso - ci ha educati alla generosità e alla gioia di condividere. La scomparsa di nostra madre per lui è stata un dolore immenso, ma anche negli ultimi giorni della sua vita non è mai rimasto da solo».

Se Angelo Depalma, nel lavoro di insegnante è stato scrupoloso per il bene dei suoi alunni e nella esperienza di Azione Cattolica si è dimostrato attento ai bisogni degli altri e alla formazione dei giovani, in politica ha purtroppo conosciuto le sue spine: «Quel fino in cima - ha ammonito Rosa Serrone - è la cima del calvario: tutti quelli che hanno fatto politica in diocesi hanno sofferto quella vetta. Lui ha fatto politica come un servizio di carità, stava lì per essere portavoce della gente e non per fare favori agli amici degli amici». Dal 2007 Depalma è diventato presidente del consiglio comunale dimostrando per Serrone «aplomb istituzionale» e riscuotendo il «rispetto anche da parte degli avversari». «È stato un Cincinnato dell'antica Roma - ha sintetizzato Serrone - serviva in quel momento e si è prestato, lasciandoci grandi ideali, mitezza e correttezza».

Oggi però faremmo un errore a relegare la figura di Angelo Depalma alla sola dimensione della memoria: «Lui - ha puntualizzato Serrone - non avrebbe voluto celebrazioni di una memoria passata ma un insegnamento per il futuro».

Quella cima dunque non è più un luogo ma una direzione. L'esempio di Angelo Depalma ci mostra la strada da percorrere.
  • Angelo Depalma
Altri contenuti a tema
1 La Parrocchia Sant'Agostino ricorda Angelo Depalma La Parrocchia Sant'Agostino ricorda Angelo Depalma Martedì 3 marzo alle ore 19.30 sarà ricordata la figura dell'uomo, del politico, del cristiano
Angelo Depalma ci ha lasciati. Abbiamo perso tutti Angelo Depalma ci ha lasciati. Abbiamo perso tutti Il cittadino giovinazzese ammalato di Sla si è spento qualche ora fa
Il 29 agosto tutti in piazzale Aeronautica Militare per Angelo Depalma Il 29 agosto tutti in piazzale Aeronautica Militare per Angelo Depalma La serata organizzata dal Comitato che ne sostiene la causa
Raccolta fondi per Angelo Depalma: on line qualcuno tenta la truffa? Raccolta fondi per Angelo Depalma: on line qualcuno tenta la truffa? Dal Comitato ribadiscono: «Versamenti solo con bonifico o con ricevuta. Non cadete nella trappola»
I Vogatori "Massimo Cervone" al fianco di Angelo Depalma I Vogatori "Massimo Cervone" al fianco di Angelo Depalma Ieri la visita a casa e la promessa: «Lo porteremo in barca con noi»
Tutti per Angelo Depalma: nasce un comitato per sostenerne la battaglia Tutti per Angelo Depalma: nasce un comitato per sostenerne la battaglia Continua intanto la raccolta fondi per un montascale che gli permetta di uscire di casa
“Luci & Voci”, una serata di poesia e musica per aiutare Angelo “Luci & Voci”, una serata di poesia e musica per aiutare Angelo La quarta edizione della rassegna targata Anghellein servirà ad acquistare un montascale
La storia di Angelo commuove tutti. Inter Club e cittadini raccolgono fondi per un montascale La storia di Angelo commuove tutti. Inter Club e cittadini raccolgono fondi per un montascale Depalma: «Uniti si vince, una grande squadra al nostro fianco»
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.