Palazzo di Città. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Palazzo di Città. Foto Gianluca Battista
Attualità

Covid-19 : on line nuovo avviso pubblico del Comune di Giovinazzo per contributi a famiglie in difficoltà

Tutte le info utili per gli aventi diritto

È stato pubblicato sul sito web del Comune di Giovinazzo ( www.comune.giovinazzo.ba.it) il nuovo avviso pubblico "Intervento straordinario di sostegno economico per il pagamento del canone di locazione o delle utenze domestiche alle famiglie in difficoltà economica, a seguito dell'emergenza sanitaria Covid-19". Si tratta della seconda edizione di un bando già sperimentato dal Comune a giugno scorso per erogare contributi una tantum: per il pagamento del canone di locazione (500,00 euro) per coloro che abitano in affitto; per il pagamento delle utenze domestiche (300,00 euro) per coloro che non abitano in affitto.

I REQUISITI

I requisiti di ammissione al bando sono leggermente cambiati rispetto alla prima edizione. Nella fattispecie i nuovi criteri di ammissione per usufruire del contributo sono i seguenti:
a) residenza nel Comune di Giovinazzo;
b) cittadinanza italiana o di uno stato facente parte dell'Unione Europea;
c) cittadinanza di un altro Stato e in regola, ai sensi degli artt. 4 e 5 del D.Lgs. 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche e integrazioni - disciplina dell'ingresso degli stranieri nel Territorio dello Stato e permesso di soggiorno valido, che ne attesti la permanenza e l'idoneità a conferma dello scopo e delle condizioni del soggiorno;
d) Essere lavoratore dipendente / autonomo / titolare di un contratto di qualsiasi tipologia che, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, e quindi a partire dal giorno 08 marzo 2020, abbia cessato, sospeso o ridotto per i mesi di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto e Settembre 2020 il reddito del nucleo familiare. Tale riduzione potrà essere riferita sia ai redditi da lavoro dipendente, sia a redditi da lavoro autonomo (con riferimento alle categorie ATECO la cui attività è sospesa a seguito dei provvedimenti del Governo in base all'allegato "A" tabella 1A, 1B, tabella 2, tabella 3 della delibera ARERA n. 158 del 07.05.2020);
e) essere disoccupato e di non essere riuscito a reperire alcun impiego lavorativo a causa della situazione di emergenza sanitaria determinata dal COVID19.
f) Essere: 1) Titolari, o componenti del nucleo familiare del titolare, di contratto di locazione ad uso abitativo, regolarmente registrato e in regola con il pagamento dell'imposta di registro annuale - o nell'opzione c.d. "Cedolare Secca" - riferito all'alloggio in cui si ha la residenza. Costoro possono presentare istanza SOLO per il contributo a sostegno del pagamento del canone di locazione. 2) Nuclei familiari che godono della disponibilità (proprietà o comodato d'uso) dell'immobile destinato ad abitazione principale. Costoro possono presentare istanza SOLO per il contributo a sostegno del pagamento delle utenze domestiche.
g) Non essere titolare né in prima persona, né i componenti del nucleo familiare, di diritti di proprietà in tutto il territorio nazionale, su altro/i alloggio/i o parte di essi, adeguato alle esigenze del nucleo familiare medesimo così come definito all'art. 3, comma 1, lettera c) della Legge Regionale n° 10/2014, fatto salvo il caso in cui l'alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un'ordinanza sindacale che dichiari l'inagibilità o l'inabitabilità dell'alloggio, oppure nel caso in cui la titolarità sia relativa alla "nuda proprietà";
h) essere percettore dell'ultima mensilità prevista dal Reddito o Pensione di Cittadinanza (diciottesima mensilità percepita a Settembre 2020).

Il beneficio economico sarà assegnato prioritariamente a coloro che NON usufruiscono di altre forme di sostegno al reddito nazionali o regionali e, fino ad esaurimento fondi, saranno progressivamente ammessi al beneficio coloro con RdC o Pensione di Cittadinanza dal valore più basso.

Possono presentare istanza anche coloro che hanno beneficiato dello stesso contributo, ai sensi del precedente Bando prot. n. 8816 del 15.6.2020.
Sono esclusi dagli interventi previsti dal presente bando i titolari di contratti di locazione per alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali (ex alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica a canone moderato, alloggi comunali, ecc.)

ESCLUSIONI

Sono esclusi i titolari di pensione di vecchiaia o di assegno sociale. Sono esclusi del presente bando i nuclei familiari fino a 3 componenti che abbiano entrate economiche mensili superiori ad Euro 1.500,00.oppure i nuclei familiari con 4 o più componenti che abbiano entrate economiche mensili superiori ad Euro 2.000,00. Per entrate economiche si intende qualunque tipo di somma a qualsiasi titolo percepita (lavoro autonomo, lavoro dipendente, pensione, pensione di invalidità, indennità di accompagnamento, rendite INAIL, assegno di mantenimento, cassa integrazione, indennità di disoccupazione, ecc..). Si specifica che la soglia di Euro 1.500,00 per nuclei familiari fino a 3 componenti oppure Euro 2.000,00 per nuclei familiari con 4 o più componenti, si riferisce alla media aritmetica delle entrate economiche dei mesi di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto e Settembre 2020.

Il presente contributo NON è compatibile con il REI (Reddito di inclusione) e il RED (Reddito di dignità). I beneficiari di contributi erogati nel corso del 2020 per le stesse finalità (contributi economici a valere sul Fondo comunale per l'Emergenza Abitativa il cui Regolamento è stato approvato dalla Deliberazione di Giunta Comunale n.64 del 23/12/2017) non possono presentare domanda per il presente bando.
Le domande potranno essere presentate a mezzo mail, all'indirizzo protocollo@comune.giovinazzo.ba.it o a mezzo PEC, all'indirizzo protocollo@pec.comune.giovinazzo.ba.it
La scadenza per presentare la domanda è fissata alle ore 12.00 di lunedì 26 ottobre 2020.
  • Comune di Giovinazzo
  • Coronavirus Giovinazzo
Altri contenuti a tema
«Dodici positivi per la Prefettura, da 21 in su per la mappa regionale» «Dodici positivi per la Prefettura, da 21 in su per la mappa regionale» Depalma aggiorna la situazione Covid a Giovinazzo: «Ci aspettiamo a breve nuove comunicazioni»
Impennata di contagi, 485 nuovi casi positivi in Puglia Impennata di contagi, 485 nuovi casi positivi in Puglia Quasi 500 i ricoverati negli ospedali del territorio regionale
Lezioni in presenza sospese per le ultime tre classi di scuola secondaria a Giovinazzo e in tutta la Puglia Lezioni in presenza sospese per le ultime tre classi di scuola secondaria a Giovinazzo e in tutta la Puglia Lo ha stabilito il presidente Michele Emiliano attraverso un'ordinanza che avrà effetto da lunedì 26 ottobre al 13 novembre
123 nuovi casi Covid e due decessi nel barese 123 nuovi casi Covid e due decessi nel barese Quasi 6000 attualmente positivi in Puglia
Dodicimila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Dodicimila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza 295 nuovi contagi (113 nel barese) e 36 ricoveri nelle ultime ore sul territorio regionale
Scuola e trasporto pubblico locale, la Regione fa il punto Scuola e trasporto pubblico locale, la Regione fa il punto Emiliano: «L'obiettivo è scaglionare gli orari delle lezioni nelle secondarie e riorganizzare le corse dei mezzi»
13.1% di test positivi nelle ultime ore sul territorio regionale 13.1% di test positivi nelle ultime ore sul territorio regionale Sale l'incidenza della contagiosità in Puglia. 165 casi nel barese
Coronavirus, Depalma conferma: «I casi a Giovinazzo sono 14» Coronavirus, Depalma conferma: «I casi a Giovinazzo sono 14» Registrata anche la positività dell'insegnante della "Papa Giovanni XXIII"
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.