Rifiuti campagna
Rifiuti campagna
Cronaca

Continuano i roghi e l'abbandono di rifiuti nell'agro di Giovinazzo

Tante le denunce dei lettori, stanchi di una situazione in cui le istituzioni sembrano latitare

Continuano ad arrivare alla nostra mail redazionale le denunce di tanti lettori sulla situazione nelle campagne e lungo le arterie extraurbane che conducono a Giovinazzo. Rifiuti e roghi tossici serali che non lasciano tranquilli né i cittadini (l'olezzo arriva nitidamente sino al centro abitato), né gli agricoltori perbene, che da anni tentano invano di contrastare da soli l'abbandono indiscriminato.

«Molto spesso - ci scrive un attento lettore - soprattutto quando soffiano brezze di terra, dal tramonto fino alle prime luci del mattino si sente nel centro abitato, in particolar modo nei quartieri limitrofi alle campagne, odore di bruciato non di rami o legna (piacevoli da sentire) ma di plastica o gomma data alle fiamme».

La denuncia è comune a tante altre segnalazioni ed il fenomeno non può più essere ignorato. Si lasciano rifiuti e qualcuno (speriamo non altri proprietari di fondi scellerati) li brucia, con un'alta probabilità di inquinamento delle falde acquifere e di contaminazione del terreno. Giovinazzo non è la Terra dei Fuochi (nel casertano, ndr), come non lo è la vicina Terlizzi dove i roghi sono ancor più frequenti, ma si tratta di allarmi che continuano a suonare da tempo, senza che nessuno faccia nulla a livello istituzionale.
Tommaso Depalma, sindaco di Giovinazzo, aveva ottenuto che l'ANCI Puglia si facesse portavoce con la Città Metropolitana e la Regione Puglia di questa incresciosa situazione, ma dagli enti sovracomunali sinora sono arrivati solo tanti buoni propositi.

Il problema dei rifiuti abbandonati e talvolta bruciati nelle campagne del Barese accomuna diverse località e da soli gli amministratori locali, vista la vastità del problema, possono davvero poco.

Si resta basiti nel vedere il lungo tappeto di immondizia sul ciglio delle strade provinciali 107 ed 88, che conducono rispettivamente a Terlizzi e Bitonto, ed anche nella zona dello svincolo della statale 16 bis di Cola Olidda, al confine con Molfetta, lo spettacolo non è dei migliori. E dopo gli interventi comunali, torna tutto come prima in poche settimane.

L'appello dei lettori è dunque alla Polizia Locale, affinché grazie al drone in dotazione scopra sempre più queste mini-discariche che avvelenano colture e falde, di cui spesso i responsabili sono o ditte edili senza scrupoli o persone assoldate per smaltire elettrodomestici, scarti di lavorazioni in appartamenti e di arredo d'interni sotto pagamento. All'uopo servirebbe anche dotarsi di una termocamera, che a sera possa individuare i roghi tossici che, con periodicità impressionante, si ripetono.

Le iniziativa portate avanti da associazioni ambientaliste, prima fra tutte la volitiva 2hands Giovinazzo, non bastano, non devono bastare. Contrasto, prevenzione e una nuova cultura ambientale sono le strade da battere per ridare dignità ad un territorio sfregiato. Non bastassero la bomba ecologica della discarica dismessa di San Pietro Pago ed i patemi per le ex AFP a far perdere il sonno, da tempo c'è da far fronte anche a queste pratiche delinquenziali.

Sotto il nostro articolo alcune foto scattate tra Giovinazzo e Bitonto.


9 fotoRifiuti nelle campagne di Giovinazzo
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • Rifiuti Giovinazzo
  • Roghi rifiuti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Rifiuti nei pressi di un'isola ecologica: l'amarezza del sindaco di Giovinazzo Rifiuti nei pressi di un'isola ecologica: l'amarezza del sindaco di Giovinazzo Depalma: «Tutto diventa inutile se i cittadini decidono di abbandonarli per terra»
I furbetti dell'indifferenziato in azione in via XX Settembre I furbetti dell'indifferenziato in azione in via XX Settembre Costante l'abbandono di rifiuti all'angolo con via Vernice
Rifiuti abbandonati e sversamenti illeciti: beccati due incivili Rifiuti abbandonati e sversamenti illeciti: beccati due incivili Depalma: «Azione Polizia Locale a trecentosessanta gradi»
Il solito vergognoso spettacolo in via De Ninno Il solito vergognoso spettacolo in via De Ninno L'ormai consueto abbandono di rifiuti sembra non interessare ai residenti
Sciopero nazionale settore ambiente: possibili disagi nella raccolta rifiuti organici Sciopero nazionale settore ambiente: possibili disagi nella raccolta rifiuti organici Una nota di Palazzo di Città spiega le modalità di conferimento
Sul lungomare di Ponente raccolta "differenziata" solo a parole (VIDEO) Sul lungomare di Ponente raccolta "differenziata" solo a parole (VIDEO) La denuncia di un lettore attraverso le immagini
"Comuni Ricicloni", anche il sindaco di Giovinazzo tra gli invitati all'Ecoforum "Comuni Ricicloni", anche il sindaco di Giovinazzo tra gli invitati all'Ecoforum L'iniziativa di Legambiente Puglia si terrà il 4 novembre prossimo
Shock nel borgo antico: materassi e parti di divano abbandonati davanti alla Chiesa del Carmine Shock nel borgo antico: materassi e parti di divano abbandonati davanti alla Chiesa del Carmine Il fatto si è ripetuto per alcune sere
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.