Matheus Bellaver
Matheus Bellaver

Giovinazzo C5, è l’ora di Bellaver: «Qui per puntare in alto»

Il centrale difensivo brasiliano arriva dal Mirafin: «Trattativa lampo, mi è piaciuto il progetto»

È la volta buona. Matheus Bellaver al Giovinazzo C5 non è una burla di mercato. A ridosso del Ferragosto, fra caldo torrido, elevate temperature e venti sciroccali, il club del presidente Antonio Carlucci ha realizzato il grande colpo dell'estate che comporta un evidente salto di qualità non solo per il pacchetto arretrato, ma per tutta la rosa che ha già all'occhiello gli ingaggi di Binetti, Zago e Saponara.

L'atleta italo brasiliano, strappato alla concorrenza di molti club, è un nuovo giocatore del sodalizio di via Sanseverino: l'affare è diventato effettivo. «Ci sono delle situazioni facili e altre meno facili - le prime parole del centrale difensivo e laterale classe '91, lo scorso anno al Mirafin, in serie A2, a cui il Giovinazzo C5 ha consegnato le chiavi del pacchetto arretrato dopo la partenza di Rafinha Lanziotti -. La mia trattativa è stata facile e veloce, nata all'improvviso e, quando il Giovinazzo C5 mi ha chiamato, ho accettato subito».

«Il mister, Darci Foletto, mi ha cercato con insistenza, mi ha voluto qui e lo ringrazio di cuore: essere richiesto da uno come lui, con cui ho già lavorato e vinto assieme, è un orgoglio. È stata una trattativa veloce, durata pochi giorni - dice ancora -. Il direttore sportivo Gianni Lasorsa mi ha presentato il progetto che sin da subito mi è piaciuto. Ho tanto entusiasmo e voglia di fare bene».

Bellaver, nato 30 anni fa a Farroupilha, nello Stato del Rio Grande do Sul, in Brasile, è un centrale difensivo e laterale con un grande senso del gol. «Sì, è vero, sono un difensore e laterale - si presenta il neo atleta biancoverde - a cui piace arrivare molto in attacco. Le mie principali caratteristiche sono la fase difensiva, dove posso giocarmela con qualsiasi tipo di pivot, anche con un giocatore di grande talento e potenza, ma anche il tiro in porta».

Proprio con Foletto, nel 2019/20, a Sala Consilina, prima di passare al Futsal Askl (in serie B) e al Mirafin (in serie A2), è stato uno dei principali protagonisti della vittoria del campionato di serie C1 e della conquista della Coppa Italia regionale. Vanta presenze in serie A con il Kaos Futsal, dove ha vinto la Coppa Italia con l'under 21, oltre ad aver disputato importanti campionati in serie A2 con il Maran Spoleto, il Terni C5, dove ha alzato al cielo la Supercoppa under 21, il Gruppo Fassina e la Maran Nursia.

Ma Bellaver, a Spoleto, ci era già stato in serie B, prima di indossare anche le maglie della Brillante Torrino, del Civitella, squadra con cui ha vinto il campionato di serie B, del Bernalda e, in Puglia, quella delle Aquile Molfetta, club con cui ha fatto incetta di titoli e trofei: vittoria del campionato di serie C1, della Coppa Italia regionale e di quella nazionale.

Ora una nuova avventura nel tacco dello Stivale, in serie A2, a Giovinazzo (il cui nuovo muro difensivo sembra solido, senza crepe, pare difficile da buttar giù, nda), dove ritroverà mister Foletto: «Tutti mi hanno parlato molto bene del Giovinazzo C5, sia come ambiente che come club».

«È una società seria, con persone serie che fanno futsal e che vogliono arrivare in alto - prosegue Bellaver -. Affronterò questa nuova sfida con il massimo impegno e attaccamento ai colori, sentendomi la maglia addosso e lavorando con il cuore: posso assicurare serietà, lavoro sul campo, coraggio e voglia di ottenere il massimo, senza stare a lesinare alcun risultato».

Fra i suoi obiettivi «quello di disputare una bella stagione e un torneo importante. Lavorerò sodo e continuerò a migliorarmi - conclude Bellaver - per provare a vincere: mi aspetto un bel campionato e tante soddisfazioni per i nostri tifosi».
  • Giovinazzo Calcio a 5
  • Matheus Bellaver
Altri contenuti a tema
Il colpo Marzella chiude la campagna acquisti del Giovinazzo C5 Il colpo Marzella chiude la campagna acquisti del Giovinazzo C5 Il laterale classe ’91 farà parte della squadra che parteciperà al prossimo torneo di serie A2
Prisciandaro: «Voglio continuare a crescere col Giovinazzo C5» Prisciandaro: «Voglio continuare a crescere col Giovinazzo C5» Il laterale classe '03 si è legato alla truppa di mister Faele sino al 2023
Roselli, cuore biancoverde: «Rinnovo? La mia casa resta Giovinazzo» Roselli, cuore biancoverde: «Rinnovo? La mia casa resta Giovinazzo» Il pivot classe ’98 in biancoverde sino al 2023: «Penso di aver meritato un altro anno qui»
Mongelli giura amore al Giovinazzo C5: «Separarsi è impensabile» Mongelli giura amore al Giovinazzo C5: «Separarsi è impensabile» Il laterale classe ’91 sarà biancoverde sino al 2023: «Questa maglia ormai mi appartiene»
Giovinazzo C5, Solimini si presenta: «Piazza ambiziosa, qui per fare bene» Giovinazzo C5, Solimini si presenta: «Piazza ambiziosa, qui per fare bene» Il laterale classe ’92 arriva dal Dream Team Palo: «Sarà un campionato difficile, ma darò il massimo»
Binetti, un legame indissolubile con il Giovinazzo C5 Binetti, un legame indissolubile con il Giovinazzo C5 Il laterale classe '88: «Con l'arrivo di Silon Junior sono convinto che le premesse per poterci ripetere ci sono tutte»
Il rinnovo del capitano: per Piscitelli sarà l'ottava stagione col Giovinazzo Il rinnovo del capitano: per Piscitelli sarà l'ottava stagione col Giovinazzo Il laterale classe ’87 si è legato ai biancoverdi per un altro anno: «Sono orgoglioso»
Giovinazzo C5: dopo l’addio di Foletto, Faele promosso allenatore Giovinazzo C5: dopo l’addio di Foletto, Faele promosso allenatore 54 anni, il nuovo responsabile tecnico biancoverde guiderà il club nella prossima stagione in serie A2
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.