Il mare di Giovinazzo
Il mare di Giovinazzo
Cronaca

Torna l'alga tossica: bollino rosso a Giovinazzo

L'Arpa: l'Ostreopsis ovata apparsa sulla riviera sud, facilitata da alte temperature e mare calmo

È ufficialmente l'incubo del mar Adriatico, soprattutto dei bagnanti pugliesi. E sono bastati alcuni giorni di caldo torrido, un mare liscio come l'olio senza ricambio d'acqua, per far rifiorire l'alga tossica nel litorale compreso tra Giovinazzo e Santo Spirito.

Il sito dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale mette in guardia dall'Ostreopsis ovata tra i punti di campionamento tecnicamente individuati, ​relativi alle ultime due settimane di luglio, dai quali risulta una concentrazione molto abbondante (livello massimo) in sette punti del litorale adriatico.

Tra questi, dove il fenomeno colpisce con livello rosso due zone, c'è anche anche Giovinazzo, nei pressi dell'hotel Riva del Sole (dove la concentrazione è di 599.665 cellule per litro) e Santo Spirito, a 200 metri a sud dell'ex lido Lucciola, con 1.078.814 cellule per litro.

L'alga tossica è un organismo unicellulare che attecchisce sui fondali rocciosi, in acque calme, calde e ben illuminate. Ha origine dai mari tropicali ma è stata importata qui nell'Adriatico dove si è adattata e si è pian piano sviluppata.

L'Arpa Puglia ha già inoltrato ai comuni dove si registrano livelli alti di presenza dell'alga le indicazioni da seguire per mettere in allerta i bagnanti: nel caso di certificata fioritura si deve evitare lo stazionamento lungo le coste rocciose durante le mareggiate e si deve limitare il consumo soprattutto dei ricci.

Sono venti i punti di campionamento che l'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale monitora, una volta ogni due settimane. «Il Ministero - spiegano dall'Arpa - ha inoltre emanato di recente delle nuove linee guida che fissano a 30.000 cellule al litro il livello al di sopra del quale scatta l'insorgenza di un eventuale rischio sanitario, ma solo considerando la concentrazione dell'alga nelle acque in colonna, quindi non quelle sui fondali».

Secondo i dati delle ultime due settimane di luglio, dunque, tra i siti più a rischio c'è anche la riviera sud giovinazzese, dove gli stabilimenti coinvolti e la stessa Amministrazione comunale deve adesso allertare i bagnanti e di conseguenza anche le strutture sanitarie sui pericoli derivanti dalla presenza dell'alga tossica.

Le sue tossine, infatti, hanno effetti sia sugli uomini sia sugli organismi marini (ricci, stelle di mare, molluschi). Per quanto riguarda i bagnanti, si sono riscontrati casi di malessere transitorio come ad esempio riniti, faringiti, laringiti, bronchiti, febbre e dermatiti.
  • Alga tossica Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Elevata concentrazione di alga tossica a sud di Giovinazzo nella seconda quindicina di agosto Elevata concentrazione di alga tossica a sud di Giovinazzo nella seconda quindicina di agosto I risultati dei rilievi dell'Arpa Puglia hanno confermato le sensazioni dei bagnanti
Alga tossica: concentrazioni elevate sul litorale sud Alga tossica: concentrazioni elevate sul litorale sud Ostreopsis Ovata in elevata quantità registrata tra Santo Spirito e Giovinazzo
È tornata l'alga tossica: positive le analisi dell'Arpa È tornata l'alga tossica: positive le analisi dell'Arpa Attenzione, può causare febbre e problemi respiratori. Ma il meteo delle ultime ore dovrebbe disperderla
L'alga tossica è solo un ricordo? L'alga tossica è solo un ricordo? Anche ad agosto scarsa presenza nel nostro mare. I dati diffusi dall'Arpa Puglia
Nessun allarme alga tossica a Giovinazzo. Per l'Arpa i valori sono nella norma Nessun allarme alga tossica a Giovinazzo. Per l'Arpa i valori sono nella norma I dati, fino ad ora in possesso, si riferiscono ai primi 15 giorni di luglio
Alga tossica: si riduce l'emergenza, ma resta il bollino rosso Alga tossica: si riduce l'emergenza, ma resta il bollino rosso I dati diffusi da Arpa Puglia. Ancora certificata la presenza a Giovinazzo
Alga tossica: confermato bollino rosso per Giovinazzo Alga tossica: confermato bollino rosso per Giovinazzo I dati diffusi da Arpa Puglia
Allarme alga tossica: «Alte concentrazioni a sud di Giovinazzo» Allarme alga tossica: «Alte concentrazioni a sud di Giovinazzo» L'Ostreopsis ovata torna a infestare le coste pugliesi: può causare febbre e problemi respiratori
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.