La sanificazione della casetta in legno
La sanificazione della casetta in legno
Cronaca

Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa

La scoperta di alcuni genitori: in corso le verifiche della Polizia Locale, ma bisogna trovare soluzioni concrete

Prima una siringa usata, poi, alcuni giorni più tardi, anche una chiazza di sangue all'interno del parco giochi della Villa Comunale. Ed è proprio lì che lo spiacevole reperto è stato avvistato casualmente da alcuni genitori, abituati a portare i propri figli nel giardino pubblico, per farli giocare e divertire.

Siamo nel polmone verde più esteso di Giovinazzo, intitolato a Giuseppe Palombella, e riaperto al tramonto dello scorso anno al termine di un lavoro di restyling: i lavori, durati 9 mesi e costati circa 500.000 euro, hanno previsto la realizzazione di tre aree per i più piccoli. Il ritrovamento di una siringa usata e di una chiazza di sangue all'interno della "solita" casetta in legno (un episodio simile è avvenuto nel lontano 2015, nda), ha rinfocolato i timori dei genitori.

Intanto la segnalazione è stata fatta pervenire alla Polizia Locale arrivata in zona per un accurato sopralluogo: «Questi non sono solo nostri figli, ma anche vostri nipoti perché siete zii e nonni - sbotta una mamma su Facebook -. Ma non importa nulla a nessuno», continua la donna, pronta ad avviare «una petizione contro questo schifo e questo menefreghismo» perché «noi paghiamo tasse che dovrebbero includere anche la salvaguardia della Villa Comunale».

Palazzo di Città, attraverso l'Assessorato al Decoro Urbano, replica di avere prontamente «provveduto a ripulire il tutto e disinfettato l'area giochi», ma qualcuno, probabilmente di notte, ha approfittato di alcuni angoli oscuri dell'area verde per iniettarsi la dose, senza avere nemmeno l'accortezza di gettare l'ago nel cestino dei rifiuti: «I nostri sistema di deterrenza - proseguono - sono la pulizia e il presidio degli spazi, supportato dal nuovo sistema di videosorveglianza».

Un'altra mamma ribatte: «Abbiamo avvertito i nostri bambini di non raccogliere niente da terra. Certo, ci sono le telecamere, ma non è piacevole avere un giro del genere vicino ad una scuola, un peccato con la nuova Villa Comunale a disposizione». I nuovi occhi elettronici potrebbero aver immortalato dettagli rilevanti per l'identificazione dell'autore: «Chi ha abbandonato la siringa nella casetta - è ciò che ipotizzano a Palazzo di Città - l'ha fatto sicuramente di notte».

Le indagini sono dunque in corso. Tuttavia, nonostante l'area resti chiusa nelle ore notturne, non è impossibile entrare e fare quel che si vuole. Adesso, ne siamo sicuri, aumenteranno i controlli (è stata chiesta un'intensificazione ai Carabinieri, nda), ma questo non basterà affatto per debellare il fenomeno.
  • Polizia Locale Giovinazzo
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Villa Comunale Giovinazzo
  • Siringhe Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne L'uomo era tenuto d'occhio dai Carabinieri: sequestrati 100 grammi di hashish e un bilancino di precisione
Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà L'uomo era ai domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Mongelli, ha ottenuto la rimessione in libertà del suo assistito
Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate L'episodio sabato sera. Le due ragazze, entrambe 20enni, sono state smascherate dai Carabinieri
Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Il protagonista è un vice brigadiere in servizio a Giovinazzo. Lo scippatore, un 16enne, è stato arrestato
Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne L'uomo è finito ai domiciliari. Il danno subito dall'Enel è stato quantificato in circa 5.000 euro
Contromano sulla 16 bis da Giovinazzo a Bari: fermata una 30enne Contromano sulla 16 bis da Giovinazzo a Bari: fermata una 30enne La ragazza è stata bloccata dai Carabinieri, ma ha rifiutato di sottoporsi all'alcoltest: denunciata. In auto bottiglie di vino e birra
Torna a casa una bambina di 4 anni sottratta alla mamma dal padre Torna a casa una bambina di 4 anni sottratta alla mamma dal padre Il Tribunale ha sospeso la genitorialità all'uomo: la madre ha così riabbracciato la figlia dopo due mesi
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.