Ulivo IVE. <span>Foto Giuseppe Dalbis</span>
Ulivo IVE. Foto Giuseppe Dalbis
Attualità

Riqualificazione IVE, partita ricognizione dell'ASSET Puglia

Identità di vedute tra il delegato del Sindaco metropolitano De Matteo ed il primo cittadino Depalma

Elezioni Regionali 2020
La riqualificazione dell'Istituto Vittorio Emanuele II è un evergreen della politica locale. Ogni schieramento ha la sua posizione e dice la sua su come recuperarlo.
Ma tra il dire e il fare c'è però sempre di mezzo il mare e quindi gli amministratori, locali e metropolitani, dopo anni di tavole rotonde, incontri tra Enti e riunioni più o meno infruttuose, stanno cercando di porre le basi per un restyling che ridia vita piena e dignità completa a quel luogo, oggi solo parzialmente contenitore per iniziative culturali.

LA RICOGNIZIONE FUNZIONALE DELL'ASSET DELLA REGIONE PUGLIA

L'iniziativa è stata presa mesi addietro dal Sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, che ha interessato della vicenda la Regione Puglia. L'Ente ha a sua volta coinvolto il Direttore Generale dell'ASSET Puglia, l'ing. Elio Sannicadro, che in passato aveva ricoperto anche un ruolo da Assessore proprio a Giovinazzo.
Dall'Ente regionale è stato quindi conferito un incarico per uno studio preliminare all'architetto Claudia Minervini ed all'ingegner Vitangelo Bavaro, al fine di redigere una ricognizione funzionale relativa alla riqualificazione dell'ex convento domenicano. Incarico della durata di 70 giorni dalla sottoscrizione.
Il compito dei due professionisti comprende l'analisi preliminare, l'indagine delle necessità dei futuri fruitori e lo schema della distribuzione funzionale degli spazi, oltre che il piano di gestione. Andando più nel particolare, Bavaro si sta occupando del computo al millimetro della planimetria (è stata completata quella del pian terreno, anche in locali mai censiti) e l'architetto Minervini redigerà una relazione sulla destinazione d'uso dell'immobile.
È questa, quindi, la fase preliminare e necessaria affinché si possa arrivare a comprendere che cosa fare dell'Istituto Vittorio Emanuele II e poter eventualmente attrarre investimenti. Il primo sopralluogo è avvenuto il 13 gennaio scorso.

INTESA TRA DEPALMA E DE MATTEO

Tommaso Depalma aveva intanto informato della sua idea il delegato del Sindaco metropolitano all'IVE, Nicola De Matteo, che era parso sin da subito in sintonia con il primo cittadino giovinazzese, lui che non ha mai nascosto, anche pubblicamente, di voler fortemente lasciare un segno con il recupero di quel luogo.
«Intendo esprimere pubblicamente un vivo ringraziamento a Depalma - ha detto il delegato - che ha intrapreso la benemerita strada per la risoluzione di un annoso problema, quale quello del decadimento del "Gigante buono". Un decadimento dell'immobile - ha concluso - che rischia di continuare per mancanza di manutenzione il suo lento declino».
L'ex convitto è infatti di proprietà della Città Metropolitana di Bari e De Matteo ha così reso edotto, con lettera dell'11 gennaio scorso, proprio Antonio Decaro, al vertice dell'Ente del lungomare Nazario Sauro. Il Sindaco metropolitano ha a sua volta designato come supervisore l'architetto Silvio Delle Foglie per seguire da vicino gli sviluppi dello studio preliminare ma, è notizia di qualche giorno fa, il tutto sarebbe momentaneamente bloccato per motivi tecnici. Sembra tuttavia che mai come questa volta vi sia una reale intesa tra i tre attori di questa vicenda e che la cosa, secondo fonti di Palazzo di Città, si dovrebbe sbloccare a breve.
L'auspicio è che questa fase possa concludersi in tempi congrui e che la Città Metropolitana decida definitivamente cosa fare di un pezzo di storia locale (segnali importanti in questo senso sono arrivati), con i giovinazzesi che da anni si pongono sempre e solo un interrogativo che merita risposte: che ne sarà del gigante buono?

  • Istituto Vittorio Emanuele II
Altri contenuti a tema
Stasera a Giovinazzo c'è "L'arte ci unisce" Stasera a Giovinazzo c'è "L'arte ci unisce" L'Istituto Vittorio Emanuele II ospiterà il primo evento dal vivo dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Si entra su invito
Il 26 giugno c'è "L'arte ci unisce" dal vivo all'Istituto Vittorio Emanuele II Il 26 giugno c'è "L'arte ci unisce" dal vivo all'Istituto Vittorio Emanuele II Appuntamento venerdì prossimo alle 20.30 con tanti ospiti
1 Ricognizione IVE, le puntualizzazioni di Depalma Ricognizione IVE, le puntualizzazioni di Depalma Il Sindaco: «Nessun fermo tecnico, solo normale puntualizzazione burocratica da parte della Città Metropolitana»
Gran Concerto dell’Epifania, domani sera all’IVE l’omaggio a Giovinazzo Gran Concerto dell’Epifania, domani sera all’IVE l’omaggio a Giovinazzo Versi e musica aspettando l’ultima festa del periodo natalizio
Lo straordinario presepe Aiap ambientato a Giovinazzo visitabile stasera all'IVE Lo straordinario presepe Aiap ambientato a Giovinazzo visitabile stasera all'IVE Tutti i protagonisti di un'opera che resterà nella memoria dei giovinazzesi
Un dipinto per concludere il bicentenario Un dipinto per concludere il bicentenario Ieri mattina all’IVE si è parlato del passato e del futuro del “gigante buono”
Un dono per l’IVE Un dono per l’IVE Domani mattina “Quelli dell’IVE” doneranno il dipinto di un ex allievo
“Rapsodia Leopardiana”, all’IVE l’omaggio al poeta di Recanati “Rapsodia Leopardiana”, all’IVE l’omaggio al poeta di Recanati Stasera alle 19.00 versi e musica celebreranno Giacomo Leopardi a 200 anni da L’Infinito
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.