Raffaele Sollecito
Raffaele Sollecito
Eventi e cultura

Raffaele ed il suo "Un passo fuori dalla notte"

Sollecito presenterà il libro domani sera in sala San Felice

«Non auguro a nessuno quello che ho dovuto attraversare: quattro anni in carcere, sapendo di essere innocente, e altri quattro di traversie giudiziarie in cui la mia vita è stata come sospesa e in cui mi è stata sottratta la prospettiva del futuro. Non lo auguro nemmeno a te, che ora stai leggendo queste righe e magari hai sempre pensato che io fossi un assassino, meritatamente finito dietro le sbarre e poi - dopo la sentenza di assoluzione definitiva - scampato alla rete della giustizia».

Raffaele Sollecito presenta così, su Facebook, il suo libro "Un passo fuori dalla notte", cercando di trasmettere in poche righe tutta l'angoscia di quattro anni passati, suo malgrado sotto i riflettori dei media, con l'accusa di aver ucciso a Perugia, la notte tra l'1 ed il 2 novembre 2007, la studentessa britannica Meredith Kercher. Domani sera, alle ore 18.30, ritornerà nella sua Giovinazzo per presentare in sala San Felice il libro, con la moderazione di Enzo Magistà, Direttore di Tg Norba 24.

Sollecito è oggi un uomo libero, che pensa al suo futuro, divenuto un ingegnere informatico con la passione per la grafica. Ma il peso, il fardello che per anni ha dovuto portare, convinto della sua innocenza, lo trasmette tutto nel testo, che non è un "j'accuse", ma un libro in cui la sua parte interiore, i suoi dolori ed i suoi pensieri vengono fuori.

Nella presentazione sul più diffuso social network Sollecito ribadisce: «So cosa i media hanno detto di me. Ho visto i titoli delle prime pagine, ho letto le ricostruzioni sensazionalistiche, ho osservato le fotografie rubate per cucirmi addosso un'immagine distorta. Quella di un ragazzo viziato, spregiudicato, che un giorno - insieme alla sua fidanzata americana - ha ucciso una studentessa inglese di ventun anni, e che per questo delitto non ha mai mostrato di sentirsi scosso, pentito, colpevole. Proprio a te, che forse un giorno mi hai intravisto per le strade di qualche città, mi hai riconosciuto e mi hai fissato a lungo come se fosse assurdo trovarmi là - nel mondo dei liberi -, proprio a te voglio raccontare la mia storia: quella di un ragazzo come tanti che, un giorno, ha deciso di intraprendere i suoi studi universitari in un'altra città, ha conosciuto nuove persone, ne ha perse altre, si è divertito, ha sofferto, ha riso, ha vissuto la sua vita. E non ha mai ucciso nessuno».

Lui si racconta come mai gli era stato permesso di fare prima della conclusione del processo di Cassazione. Lui che è tornato spesso in questi anni a Giovinazzo, cercando volti amici e calore umano che, per tanti motivi, potrebbe non aver trovato. Non da tutti i giovinazzesi almeno.

Non è un martire, è uno come noi. E lo ribadisce in questo libro, «per andare oltre ciò che ti hanno raccontato i media in questi anni, oltre il castello di accuse messo in piedi dai Pubblici Ministeri - e infine crollato -, oltre ciò che tu stesso hai immaginato di me. Alla fine, spero, scoprirai e capirai chi sono veramente».

Qualunque sia il vostro pensiero sul delitto di via della Pergola, l'appuntamento di domani sera rappresenta un momento per guardarsi in faccia, per comprendere più a fondo cosa sono stati questi anni per Raffaele Sollecito. Senza dimenticare chi non c'è più.
  • Raffaele Sollecito
Altri contenuti a tema
Delitto Meredith, Guede libero per fine pena Delitto Meredith, Guede libero per fine pena Esce dal carcere l'unico imputato condannato per la morte della studentessa inglese
Uno speciale su Raffaele Sollecito su Crime+Investigation Uno speciale su Raffaele Sollecito su Crime+Investigation Il 28 aprile in onda alle ore 22.00 il programma curato da Alessandro Garramone ed Annalisa Reggi
Vilipendio, assolto Sollecito. I giudici: «Il fatto non sussiste» Vilipendio, assolto Sollecito. I giudici: «Il fatto non sussiste» Per il libro "Honor bound". Il pm Mignini rimette la querela per diffamazione
Risarcimento Sollecito: le motivazioni del No della Cassazione Risarcimento Sollecito: le motivazioni del No della Cassazione Secondo la Suprema Corte nella prima parte delle indagini «affermazioni menzognere e contraddittorie». Ma la Bongiorno replica: «Il sipario non cala qui»
1 La Cassazione: nessun risarcimento per Raffaele Sollecito La Cassazione: nessun risarcimento per Raffaele Sollecito Il giovane imputato assieme all'ex fidanzata Amanda Knox per il delitto di Meredith Kercher rimase detenuto per 4 anni
Meredith, Sollecito fa causa ai giudici: 3 milioni Meredith, Sollecito fa causa ai giudici: 3 milioni Il giovane, definitivamente assolto dalla Cassazione, ha chiesto un risarcimento, «per aver travisato i fatti»
Raffaele Sollecito non sarà risarcito Raffaele Sollecito non sarà risarcito La richiesta per ingiusta detenzione legata al delitto Meredith
Risarcimento a Sollecito. La decisione entro 5 giorni Risarcimento a Sollecito. La decisione entro 5 giorni Il giovane ha chiesto 516.000 euro di danni per il periodo trascorso in cella
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.