Giulia Bongiorno con Raffaele Sollecito. <span>Foto quotidiano.net</span>
Giulia Bongiorno con Raffaele Sollecito. Foto quotidiano.net
Cronaca

Risarcimento Sollecito: le motivazioni del No della Cassazione

Secondo la Suprema Corte nella prima parte delle indagini «affermazioni menzognere e contraddittorie». Ma la Bongiorno replica: «Il sipario non cala qui»

Sono state rese note le motivazioni che hanno spinto la Suprema Corte di Cassazione a respingere la richiesta di risarcimento da parte di Raffaele Sollecito per la sua detenzione durante la vicenda processuale riguardante la morte di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia tra l'1 ed il 2 novembre 2007.

Secondo i giudici di Cassazione, nella primissima parte delle indagini l'ingegnere informatico giovinazzese «fornì affermazioni menzognere e contraddittorie». Gli stessi insistono scrivendo che le sue dichiarazioni hanno «trovato smentite puntuali sotto ogni aspetto». Tutto ciò avrebbe rafforzato negli inquirenti l'idea che vi fosse un suo «coinvolgimento» nella triste vicenda.

Per conto della difesa ha parlato l'avvocatessa Giulia Bongiorno, la quale ha rimarcato il suo disappunto per la decisione: «è stato totalmente tralasciato - ha detto - l'annientamento delle garanzie difensive, in cui sono state rese le dichiarazioni prese in considerazione, al fine di negare il risarcimento».

Il legale romano ha poi dichiarato che sulla vicenda «il sipario non cala qui». Possibili quindi ricorsi ad organismi sovranazionali?
  • Raffaele Sollecito
  • Giulia Bongiorno
  • Corte di Cassazione
Altri contenuti a tema
Uno speciale su Raffaele Sollecito su Crime+Investigation Uno speciale su Raffaele Sollecito su Crime+Investigation Il 28 aprile in onda alle ore 22.00 il programma curato da Alessandro Garramone ed Annalisa Reggi
Vilipendio, assolto Sollecito. I giudici: «Il fatto non sussiste» Vilipendio, assolto Sollecito. I giudici: «Il fatto non sussiste» Per il libro "Honor bound". Il pm Mignini rimette la querela per diffamazione
1 La Cassazione: nessun risarcimento per Raffaele Sollecito La Cassazione: nessun risarcimento per Raffaele Sollecito Il giovane imputato assieme all'ex fidanzata Amanda Knox per il delitto di Meredith Kercher rimase detenuto per 4 anni
Meredith, Sollecito fa causa ai giudici: 3 milioni Meredith, Sollecito fa causa ai giudici: 3 milioni Il giovane, definitivamente assolto dalla Cassazione, ha chiesto un risarcimento, «per aver travisato i fatti»
Raffaele Sollecito non sarà risarcito Raffaele Sollecito non sarà risarcito La richiesta per ingiusta detenzione legata al delitto Meredith
Risarcimento a Sollecito. La decisione entro 5 giorni Risarcimento a Sollecito. La decisione entro 5 giorni Il giovane ha chiesto 516.000 euro di danni per il periodo trascorso in cella
Ingiusta detenzione Sollecito: oggi la sentenza Ingiusta detenzione Sollecito: oggi la sentenza Chiesti 516.000 euro. La decisione spetta alla Corte d'Appello di Firenze
Strasburgo accoglie il ricorso della Knox contro l'Italia Strasburgo accoglie il ricorso della Knox contro l'Italia Raffaele Sollecito: «È ora che la gente cominci ad aprire gli occhi su questa vicenda»
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.