Michele Emiliano
Michele Emiliano
Politica

Michele Emiliano tuona: «In galera, è il posto che si meritano»

Durissimo il commento del governatore della Regione Puglia dopo le indagini sull'ospedale di Molfetta

«30 indagati di cui 12 arrestati. Noi abbiamo collaborato con la Guardia di Finanza, li abbiamo fatti arrestare e siamo contenti che siano finiti in galera perché quello è il posto che si meritano».

Lo ha affermato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in relazione alla notizia del blitz di questa mattina della Guardia di Finanza, a margine di un incontro che aveva per oggetto la riorganizzazione dei servizi assistenziali.

«Quelli che non vanno a lavorare e non hanno voglia di farlo - dice - bisogna licenziarli: d'altra parte, voglio solo ricordare che c'è qualcuno dei nostri dipendenti che si lamenta del fatto che viene trasferito grazie al piano di riordino, per esempio nei PTA, i Presidi Territoriali di Assistenza: questi sono i dipendenti che vogliono i vecchi ospedali come funzionavano una volta e che vanno a protestare dai sindaci quando noi ristrutturiamo e riorganizziamo un po' per migliorare le strutture sanitarie. Avete visto come si comportano?

E quindi abbiamo proprio ragione alle volte a mettere in atto il piano di riordino perché se un'organizzazione come quella di un ospedale riesce a sopportare gente che non va a lavorare o si assenta così facilmente, evidentemente quelli sono ospedali che vanno ridimensionati anche perché è evidente che servono a meno, perché non non c'è altra spiegazione.

Sarebbe concepibile in una redazione di un giornale, in una televisione, in una fabbrica un fenomeno di assenteismo come quello, peraltro di massa dove uno copre l'altro? No, infatti quelli che sono stati arrestati sono i nemici di quelli che lavorano. Sono i nemici di quelli che si ammazzano di fatica per aiutare il presidente e soprattutto tutti i cittadini e i pazienti e che lavorano dalla mattina alla sera.

Rivolgo un invito a tutti i dipendenti onesti: se non hanno diciamo voglia di dirlo al direttore generale, avvisate me, tanto il mio numero di telefono ce l'hanno tutti, 335.84.02.227. Se chiamano me - conclude Emiliano -, li faccio arrestare io. Non c'è nessun problema».
  • Michele Emiliano
Altri contenuti a tema
Nick riabbraccia Emiliano: è festa per gli emigrati pugliesi Nick riabbraccia Emiliano: è festa per gli emigrati pugliesi Ieri la serata presentata da Antonio Stornaiolo che ha regalato sorrisi ed emozioni a chi vive lontano da casa
Stasera la prima edizione della Festa regionale degli emigrati Stasera la prima edizione della Festa regionale degli emigrati "That's Amore" in piazza Vittorio Emanuele II dalle 21.00. Attesissimo l'incontro tra Nick Prudente e Michele Emiliano
Il 6 agosto c'è "That’s Amore", la "Festa regionale degli emigrati" condotta da Antonio Stornaiolo Il 6 agosto c'è "That’s Amore", la "Festa regionale degli emigrati" condotta da Antonio Stornaiolo Giovinazzo si candida a città pugliese di chi vive fuori dalla propria terra. Sarà presente Michele Emiliano
Toti e Tata ridono con Emiliano, «dall'Uzbekistan vogliono venire in Puglia» Toti e Tata ridono con Emiliano, «dall'Uzbekistan vogliono venire in Puglia» Il duo comico scherza sul turismo e sulla vita in Puglia durante la conferenza "Mano a mano"
Nomina dell'ex sindaco di Bisceglie nella società pubblica InnovaPuglia, indagato Emiliano Nomina dell'ex sindaco di Bisceglie nella società pubblica InnovaPuglia, indagato Emiliano L'accusa è di abuso d'ufficio per violazione della legge Severino. L'ex primo cittadino Spina sotto la lente d'ingrandimento anche per falso
Prende vita l'Osservatorio regionale sui Neofascismi Prende vita l'Osservatorio regionale sui Neofascismi Protocollo d'intesa siglato ieri a Bari tra Regione Puglia e diverse sigle
Campagna elettorale primarie PD 2017, indagato Emiliano Campagna elettorale primarie PD 2017, indagato Emiliano Il Governatore: «Violato segreto istruttorio»
Verso le regionali, Emiliano tende la mano ad Italia in Comune Verso le regionali, Emiliano tende la mano ad Italia in Comune Nel movimento anche il Sindaco Depalma ed il suo vice Sollecito
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.