La Biblioteca del piano superiore. <span>Foto Museo Diocesano</span>
La Biblioteca del piano superiore. Foto Museo Diocesano
Eventi e cultura

La Biblioteca del Seminario Vescovile apre a tutti

Da novembre nuovi orari e maggiore fruibilità dei testi grazie a LiberBook

Un patrimonio di casa nostra torna a nuova vita per essere finalmente accessibile al pubblico. Da questo mese, la Biblioteca del Seminario vescovile (già visitabile grazie alle giovani e brave guide della Cooperativa FeArt che gestisce il polo culturale, ndr) adotta nuovi orari per garantire l'accesso a chiunque sia interessato. Sarà infatti aperta dal martedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.30, il venerdì dalle 16.00 alle 18.30, con ingresso dal Museo Diocesano, via Entica della Chiesa – corso Dante e/o via Sant'Angelo.

Grazie a questa novità, gli oltre 51.000 volumi che compongono il pregiatissimo patrimonio della Biblioteca potranno essere liberamente consultati dagli utenti. Attivo è anche il servizio di prestito, che riguarda esclusivamente il fondo più recente, tranne per la storia locale. Inoltre, disponibile è anche il catalogo online informatizzato (OPAC), consultabile sul sito www.polopbe.it e nel Sistema bibliotecario nazionale (SBN), in cui si trovano 3200 schede bibliografiche riguardanti la donazione di Mons. Luigi Michele de Palma, il fondo di storia locale ed il fondo bibliografico dell'Archivio diocesano.

Prossimamente, al già ricco catalogo, verranno aggiunti circa 6000 volumi del fondo bibliografico di Mons. Luigi Martella.
Punto di riferimento dal 1820 per gli studenti-seminaristi della struttura, dopo accurati lavori di restauro ed ampliamento, la Biblioteca del Seminario Vescovile si apre oggi ad un'utenza ancora più ampia ed a collezioni moderne. Non a caso, attualmente, fa parte del circuito CEI Bib, il polo delle biblioteche ecclesiastiche italiane che garantisce la collaborazione tra tutte le realtà bibliotecarie presenti nella rete. Sulla base delle linee guida che hanno portato alla creazione di tale circuito, ovvero la cooperazione, la gestione partecipata ed il potenziamento dei servizi, la Diocesi di Molfetta ha potuto rendere accessibile a tutti l'immenso patrimonio presente nella Biblioteca e, grazie ai fondi CEI dell'8X1000, si è riusciti ad attuare la catalogazione informatizzata ed a creare nuovi spazi, tra cui depositi, una sala per lo studio e la consultazione dei testi ed una postazione pc.

Proprio l'intenso lavoro di informatizzazione del catalogo, è stato reso possibile grazie al lavoro della Società Cooperativa LiberBook, la start-up giovinazzese che si occupa di digitalizzazione del patrimonio librario, che renderà a breve interamente fruibili on line sul sito www.liberbook.eu alcune opere dell'antico fondo della Biblioteca del Seminario Vescovile: Il Diario di Innocenzo VIII del XV secolo; l'Officio della Beata Maria Vergine risalente al XV secolo; il Libro Rosso della città di Molfetta risalente ai secoli XV-XVI e l'Istoria panegirica e morale della vita di S. Corrado di Baviera del XVII secolo. Si tratta di un lavoro nato dalla sinergia creatasi nel 2013 tra LiberBook e la Soc. Coop. FeArt, ente a cui oggi è affidata la gestione del Museo Diocesano di Molfetta.

Un luogo pieno di storia e cultura è restituito alla collettività in tutta la sua bellezza e ricchezza. Le informazioni a riguardo sono disponibili al numero 3484113699 o all'indirizzo mail biblioteca@museodiocesanomolfetta.it .
  • Museo Diocesano
  • Diocesi Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
  • Biblioteca Seminario Vescovile
Altri contenuti a tema
"Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo "Un caffè col Policoro" approda a Giovinazzo Appuntamento in un noto bar nei pressi della stazione ferroviaria
La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte La diocesi ricorda don Tonino Bello a 29 anni dalla morte Tre appuntamenti per le celebrazioni
Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Il clero di Giovinazzo stasera alla Messa Crismale a Molfetta Alle 19.00 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta
Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Tornano le processioni della Settimana Santa a Giovinazzo: tutte le regole Ieri conferenza stampa di Monsignor Cornacchia a Molfetta
Le suore vincenziane accolgono a Giovinazzo profughi dall'Ucraina Le suore vincenziane accolgono a Giovinazzo profughi dall'Ucraina Sono arrivati in Italia ieri sera, 22 marzo. Altri sono ospitati a Terlizzi
Guerra in Ucraina, veglia per la pace nella parrocchia di San Domenico Guerra in Ucraina, veglia per la pace nella parrocchia di San Domenico Sabato 26 febbraio alle ore 20.00
125 sacerdoti ambrosiani in visita a Giovinazzo 125 sacerdoti ambrosiani in visita a Giovinazzo Accompagnati dall'Arcivescovo Mario Delpini si sono confrontati in questi giorni sul tema «Abita la terra e vivi con fede»
Diocesi, eletto il collegio dei Consultori e il consiglio presbiterale Diocesi, eletto il collegio dei Consultori e il consiglio presbiterale Rinnovato anche il Consiglio Pastorale diocesano
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.