I carabinieri Carmelo Ganci e Luciano Pignatelli
I carabinieri Carmelo Ganci e Luciano Pignatelli
Associazioni

Il 4 dicembre Giovinazzo ricorderà Luciano Pignatelli

Celebrazione della Messa dai Frati Cappuccini. E domani pranzo sociale dell'Associazione Nazionale Carabinieri tra cultura e solidarietà

Luciano Pignatelli è il figlio prediletto di Giovinazzo. A lui, al suo sacrificio per la nazione, la cittadina adriatica ogni anno rivolge un pensiero, un momento condiviso di riflessione.

Martedì 4 dicembre, alle ore 10,00, nella Chiesa dei Frati Cappuccini, sarà celebrata da Monsignor Giuseppe Milillo una Santa Messa a 31 anni dalla tragica scomparsa di un ragazzo eroe inconsapevole, Medaglia d'Oro al Valore Militare. Al termine della celebrazione si muoverà un piccolo corteo per raggiungere la tomba del valoroso militare.

A Luciano Pignatelli la città di Giovinazzo ha dedicato una strada e soprattutto l'Aula consiliare di Palazzo di Città, luogo deputato alle decisioni in favore di una comunità che non ne dimentica il sacrificio.

Pignatelli e Carmelo Ganci, commilitone originario di Siracusa, il 4 dicembre 1987 erano liberi dal servizio e su una Fiat Ritmo si lanciarono immediatamente all'inseguimento di una Saab 9000. A bordo di quell'auto i malviventi che avevano messo a segno una rapina a Castel Morrone, nel casertano.

Dopo un rocambolesco inseguimento, i due carabinieri inter­cettarono l'auto incriminata tra Castel Morrone e Piana di Monte Verna. Ma quella fu per loro una trappola mortale. I rapinatori svoltarono in un viottolo di campagna, spegnen­do i fari, ed attendendo il passaggio di Ganci e Pignatelli, che furono quindi raggiunti e contro cui furono esplosi diversi colpi da un fucile Winchester 30 Luger calibro 7,65.

Feriti, i due militari restarono di fatto impossibilitati ad uscire dall'abitacolo e lì furono raggiunti e finiti senza pietà dai componenti della banda con oltre 60 colpi esplosi all'indirizzo dei due ragazzi colpevoli solo dell'amore per la divisa che in quel momento, paradossalmente, non indossavano.

Nel 2009 la sentenza definitiva di Cassazione, che ha confermato il carcere a vita per Francesco Mauriello, 44 anni, Antonio Basco, 40 anni e per il 43enne Pasquale Spierto, i carnefici che hanno spezzato due giovani vite, sottraendole al bene dei familiari e delle loro comunità di provenienza.

L'Associazione Nazionale Carabinieri, guidata da Antonio Galizia, renderà quindi omaggio a Luciano Pignatelli, ricordandone un sacrificio che non potrà mai essere considerato vano, esempio per chi ha cucita addosso quella divisa.

L'ANC si riunirà inoltre presso la Tenuta Ruggiero di Bitonto domani, domenica 2 dicembre, a partire dalle 13.30. Un pranzo sociale per salutare un anno ricco di iniziative culturali e solidali, secondo il nuovo corso voluto dal presidente. Un momento conviviale, certamente, ma anche di riflessione collettiva su obiettivi e progetti per il futuro a medio termine, condito da un momento culturale e da uno spettacolo di cabaret.
  • Associazione Nazionale Carabinieri
  • Luciano Pignatelli
Altri contenuti a tema
Giovinazzo nel ricordo di Luciano Pignatelli 34 anni dopo Giovinazzo nel ricordo di Luciano Pignatelli 34 anni dopo Sabato mattina la celebrazione eucaristica e l'omaggio al cimitero comunale
ANC Giovinazzo, Antonio Galizia ai saluti ANC Giovinazzo, Antonio Galizia ai saluti Prenderà il suo posto Sabino Barbolla
ANC Giovinazzo: «Orgogliosi di Nicola Bonvino» ANC Giovinazzo: «Orgogliosi di Nicola Bonvino» Una nota per ricordare i grandi meriti del Luogotenente in pensione, insignito di una benemerenza dal Comune
Angelo Jannone ospite dell'Associazione Carabinieri di Giovinazzo Angelo Jannone ospite dell'Associazione Carabinieri di Giovinazzo Oggi in uscita il suo libro, il 6 agosto la presentazione
3 TFS, il Consiglio di Stato riconosce sei scatti di aumenti periodici ai militari in pensione TFS, il Consiglio di Stato riconosce sei scatti di aumenti periodici ai militari in pensione Galizia: «Presto una conferenza per raccontare questa storica sentenza»
L'Associazione Nazionale Carabinieri di Giovinazzo ha riaperto i battenti L'Associazione Nazionale Carabinieri di Giovinazzo ha riaperto i battenti In totale sicurezza sono riprese le attività. Galizia spera presto di poter tornare a celebrare eventi
Pranzo sociale per l'Associazione Nazionale Carabinieri Giovinazzo che rilancia il suo programma Pranzo sociale per l'Associazione Nazionale Carabinieri Giovinazzo che rilancia il suo programma Anche nel 2020 promuoverà eventi culturali e campagne di beneficienza
L'Associazione Nazionale Carabinieri distribuisce alimenti per le famiglie bisognose di Giovinazzo L'Associazione Nazionale Carabinieri distribuisce alimenti per le famiglie bisognose di Giovinazzo La consegna avverrà a partire da lunedì 16 dicembre
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.