Il Falò con lo sfondo della Fontana dei Tritoni. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Il Falò con lo sfondo della Fontana dei Tritoni. Foto Gianluca Battista
Eventi e cultura

Fuochi di Sant'Antonio Abate, domani la conferenza stampa di presentazione dell'evento

Alle ore 11.00, in Sala San Felice, l'incontro aperto a giornalisti e cittadinanza

Il programma ufficiale dei Fuochi di Sant'Antonio Abate (da noi peraltro anticipato in un articolo di martedì scorso) sarà presentato alla città in Sala San Felice, venerdì 17 gennaio, alle ore 11.00.

Il programma di quest'anno è stato spalmato su tre giorni, con il clou che arriverà domenica 19 gennaio, a partire dal primo pomeriggio e per cui sono attese a Giovinazzo migliaia di persone anche dai centri limitrofi, da altre località della Città Metropolitana di Bari e della vicina provincia Bat.

Nel corso dell'evento, al quale parteciperanno il sindaco Tommaso Depalma, l'Assessore alla Cultura e al Turismo, Cristina Piscitelli, ed Ester Monacelli, presidentessa dell'associazione 'Culturaly' che ha vinto l'avviso pubblico per coordinare la grande festa, sarà presentato il nuovo brand turistico che intende valorizzare Giovinazzo al di fuori dei confini regionali e da cui scaturirà poi un Piano Markering cittadino.

L'antica Festa dei Fuochi di Sant'Antonio Abate ha di recente ricevuto un riconoscimento importante anche dalla Regione Puglia, che l'ha inserita nel Registro regionale dei rituali festivi pugliesi legati al fuoco. Un riconoscimento ottenuto solo da 12 località dalla Daunia al Salento.

Si tratta dell'evento più atteso dell'inverno a Giovinazzo e che tradizionalmente segna la conclusione definitiva del periodo natalizio e l'inizio di quello carnevalesco.

«Il culto del fuoco e i riti ad esso connessi - ricordano gli organizzatori - risalgono agli antichi romani quando si pensava che la fiamma purificasse gli uomini, i campi e gli animali al fine di rinnovare il cosmo. Attorno ai falò, tutt'oggi, nella città di Giovinazzo si cucinano e vengono offerti ai passanti cibi poveri, tipici della terra, come le fave (dette a Giovinazzo "crapiète" ), ceci, olive, vino e "fresìdde" (dolcetti fatti con farina, mandorle, zucchero ed acqua). A Giovinazzo, già nel 1200 esisteva una chiesa dedicata a Sant'Antonio Abate, posta nell'odierna Piazza Costantinopoli, accanto all'omonima chiesa. Alla fine del 1600, secondo la storiografia locale, la chiesa risultava semidiroccata tanto che, successivamente, fu ricostruita e convertita a civile abitazione. Nella chiesa di Santa Maria di Costantinopoli c'è inoltre un dipinto del 1721 - così come raccontato dai cultori di storia locale -, del pittore giovinazzese Saverio de Musso, che ritrae Sant'Antonio Abate insieme a San Donato e a San Leonardo».

Da domani la Festa dei Fuochi di Sant'Antonio Abate entrerà nel vivo, seguita dal prologo di sabato pomeriggio e dai festeggiamenti di domenica, tra tradizione ed un pizzico di innovazione.
  • Fuochi di Sant'Antonio Abate
Altri contenuti a tema
A Giovinazzo al via il weekend di festa per Sant’Antonio Abate A Giovinazzo al via il weekend di festa per Sant’Antonio Abate Presentati ufficialmente la manifestazione ed il Brand della città di Giovinazzo
Sant'Antonio Abate, il banditore all'Istituto Comprensivo "Bavaro-Marconi" Sant'Antonio Abate, il banditore all'Istituto Comprensivo "Bavaro-Marconi" La tradizione dei grandi falò trasmessa alle giovani generazioni
Quindici fuochi accesi a Giovinazzo per la Festa di Sant'Antonio Abate. La mappa Quindici fuochi accesi a Giovinazzo per la Festa di Sant'Antonio Abate. La mappa Ecco dove saranno dislocati i grandi falò che domenica prossima porteranno in città migliaia di persone
Giovinazzo celebra la festa liturgica di Sant'Antonio Abate Giovinazzo celebra la festa liturgica di Sant'Antonio Abate Stasera la messa nella chiesa della Madonna di Costantinopoli
Fuochi di Sant'Antonio Abate a Giovinazzo: il programma completo Fuochi di Sant'Antonio Abate a Giovinazzo: il programma completo Si parte venerdì 17 gennaio. La grande festa dalle 17.00 di domenica 19
I bambini, le scuole e la festa di Sant'Antonio Abate I bambini, le scuole e la festa di Sant'Antonio Abate Nella mattinata del 17 gennaio sarà annunciata negli istituti giovinazzesi l’apertura dei festeggiamenti
TUTTE LE FOTO dei Fuochi di Sant'Antonio Abate TUTTE LE FOTO dei Fuochi di Sant'Antonio Abate Ieri la grande festa che ha attirato migliaia di persone a Giovinazzo da diversi comuni pugliesi
L'annuncio del banditore: Giovinazzo è in festa da ieri pomeriggio L'annuncio del banditore: Giovinazzo è in festa da ieri pomeriggio Prologo del sabato dei Fuochi di Sant'Antonio Abate
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.