I sigilli alla zona artigianale D1.1
I sigilli alla zona artigianale D1.1
Cronaca

D1.1, la Corte Europea per i Diritti dell'Uomo dichiara illegittima la confisca

La pronuncia su situazioni giuridiche a cui quella giovinazzese è assimilabile. Daniele de Gennaro: «Il Comune ritiri la costituzione di parte civile»

La Corte Europea per i Diritti dell'Uomo si è finalmente espressa sulla vicenda giudiziaria della zona artigianale D1.1, che aveva portato alla confisca dei beni ai proprietari dei lotti della zona 167 e la condanna in primo grado per "lottizzazione abusiva" di dirigenti comunali, progettisti, artigiani stessi ed imprenditori.

La Grande Camera della Corte con sede a Strasburgo, in Francia, ha in realtà sancito, in una sua pronuncia generale su casi simili come Punta Perotti, che la confisca di quei beni è illegittima. Il procedimento penale italiano di secondo grado proseguirà, ma ormai privo di senso, dato che la prescrizione per quel reato è già operativa. Il sequestro dei lotti, infatti, avvenne nel settembre 2010 e quella prescrizione opera sin dal settembre del 2015.

A salutare con giubilo questa sentenza è stato l'avvocato Daniele de Gennaro, oggi Consigliere comunale, ma legale di molte persone coinvolte nella vicenda. Con un video, apparso sulla sua pagina Facebook, ha voluto commentare la notizia: «È una grande giornata per Giovinazzo - ha detto -. La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha sancito che non si può procedere a confisca dei beni se il reato è prescritto.

Dunque - afferma l'avvocato - chi ha investito tutte le proprie risorse in quella zona, non potrà più veder confiscato il proprio immobile. Il processo in corso - ha continuato de Gennaro - non offrirà nessuna soluzione e bisognerà ripartire dai procedimenti amministrativi e dal diritto amministrativo. Purtroppo arriviamo a questa soluzione anni dopo, perché qualcosa doveva e poteva essere fatto prima, anche nella pendenza del procedimento penale».

Da ultimo de Gennaro, nella sua duplice veste, chiede il ritiro della costituzione di parte civile da parte del Comune di Giovinazzo «perché è assurdo chiedere soldi a chi da questa vicenda ha subito danni incommensurabili sia da un punto di vista economico sia da un punto di vista emotivo».

Una giornata certamente importante per i tanti artigiani che avevano creduto in quel progetto di vita.
  • D1.1 Giovinazzo
  • Daniele de Gennaro
  • Corte Europea per i Diritti dell'Uomo
Altri contenuti a tema
de Gennaro: «Dalla Giunta Depalma uso padronale della città» de Gennaro: «Dalla Giunta Depalma uso padronale della città» Ieri sera la manifestazione di opposizione in piazza Vittorio Emanuele II
La Corte deciderà il 14 marzo il "pasticciaccio" della zona D1.1 La Corte deciderà il 14 marzo il "pasticciaccio" della zona D1.1 Ieri in aula il procuratore generale Rizzo ha chiesto la conferma del provvedimento di confisca
D1.1, per Tedeschi «la vicenda non risulta essere in via di risoluzione» D1.1, per Tedeschi «la vicenda non risulta essere in via di risoluzione» Secondo il penalista «la pronuncia della Corte Europea non ha confermato le aspettative dei diretti interessati»
Tagli ai treni, i consiglieri di PVA a Trenitalia: «Giovinazzo penalizzata» Tagli ai treni, i consiglieri di PVA a Trenitalia: «Giovinazzo penalizzata» Tagliate numerose corse, fortissimi disagi. Su Depalma: «Insensibile ai problemi dei pendolari»
Il de Gennaro-pensiero in una intervista Il de Gennaro-pensiero in una intervista Tanti temi, molti spunti in una chiacchierata a cuore aperto con il leader di PrimaVera Alternativa
1 Discarica, de Gennaro: «Come cittadino e padre sarò alla manifestazione» Discarica, de Gennaro: «Come cittadino e padre sarò alla manifestazione» Il leader di PVA deciderà con gli altri Consiglieri se prender parte al Consiglio comunale monotematico di questa mattina
"Giovinazzo città delle ombre". Così PVA attacca Depalma sulle dimissioni di Teresa Discioscia "Giovinazzo città delle ombre". Così PVA attacca Depalma sulle dimissioni di Teresa Discioscia Nuove stoccate all'Amministrazione da un video pubblicato su Facebook
Serafina, la buca "adottata" tra via Bovio e via D'Azeglio Serafina, la buca "adottata" tra via Bovio e via D'Azeglio L'ironia del Consigliere de Gennaro: «Ormai la consideriamo una di famiglia»
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.