I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Contromano sulla 16 bis da Giovinazzo a Bari: fermata una 30enne

La ragazza è stata bloccata dai Carabinieri, ma ha rifiutato di sottoporsi all'alcoltest: denunciata. In auto bottiglie di vino e birra

Ha percorso contromano da Giovinazzo a Bari, alla guida di una Lancia Musa, diversi chilometri della strada statale 16 bis. I Carabinieri sono riusciti a bloccarla al termine di un inseguimento. Una biscegliese di 30 anni è stata fermata, ma si è rifiutata di sottoporsi all'alcoltest e perciò è stata denunciata.

La folle manovra è iniziata alle ore 03.00 circa della notte tra sabato 15 e domenica 16 agosto. I militari dell'Arma, allertati da una segnalazione, sono intervenuti e hanno ricostruito i fatti: il veicolo condotto da una 30enne di Bisceglie s'era immesso sulla strada statale 16 bis a Giovinazzo, in direzione sud. Giunto all'altezza del centro commerciale Bari Max, la conducente di una Lancia Y era riuscita a evitare l'impatto con la Lancia Musa che è sopraggiunta contromano.

Solo la reattività dimostrata dalla conducente della Lancia Y, ha consentito a quest'ultima di evitare l'incidente, anche se l'auto è finita contro il guard rail. Poche centinaia di metri più in là, invece, la Lancia Musa s'è scontrata frontalmente con una Mini Cooper, quindi tre autoradio dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari, con l'ausilio delle pattuglie della Polizia Locale del capoluogo pugliese, sono riuscite a porre fine alla situazione di pericolo.

I militari dell'Arma, infatti, sono riusciti a bloccare l'autovettura con due ragazze a bordo presso l'uscita di via Gentile, a Bari, costringendo la stessa, dopo accorte manovre, ad uscire dalla strada statale 16 bis. Una volta bloccata l'auto, la 30enne alla guida è stata invitata a sottoporsi all'esame etilometrico, ma ha rifiutato categoricamente e pertanto, come da prassi, è stata denunciata in stato di libertà presso la Procura della Repubblica di Bari.

A bordo della vettura, sottoposta a perquisizione veicolare, i militari hanno rinvenuto due bottiglie di birra vuote e due bottiglie di vino. Il provvidenziale intervento dei Carabinieri e della Polizia Locale ha così impedito un potenziale drammatico epilogo per la folle iniziativa della giovane conducente della Lancia Musa. Per i conducenti della Lancia Y e della Mini Cooper, come detto, solo danni ai mezzi e tanto tanto spavento.

I Carabinieri rinnovano l'invito ai giovani a non fare uso di alcolici in maniera sconsiderata e, soprattutto, a non mettersi alla guida di veicoli se non in perfette condizioni di lucidità, per la propria e l'altrui incolumità sulle strade.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Incidenti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
1 Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale La lite, avvenuta alle ore 11.00, è stata immediatamente sedata. Sul posto anche i Carabinieri
Scontro sulla Giovinazzo-Bitonto: in codice rosso un'atleta 28enne Scontro sulla Giovinazzo-Bitonto: in codice rosso un'atleta 28enne Barbara Mazzuoccolo, della Femminile Molfetta, ricoverata al Policlinico. La società: «Uniti attorno al nostro capitano»
Revocati i domiciliari col braccialetto: torna in carcere un 25enne Revocati i domiciliari col braccialetto: torna in carcere un 25enne L’Autorità Giudiziaria ha disposto l'aggravamento della misura cautelare: l'uomo è stato così arrestato dai Carabinieri
Travolse e uccise madre e figlio sull'A14: chiesto il processo Travolse e uccise madre e figlio sull'A14: chiesto il processo Chiesto il rinvio a giudizio per un 43enne di Corato: rischia l'accusa di omicidio stradale plurimo
Schianto in via Firenze: auto sul marciapiede all'incrocio, due feriti Schianto in via Firenze: auto sul marciapiede all'incrocio, due feriti Una mancata precedenza la probabile causa dello scontro, sul posto Polizia Locale e 118
Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere I Carabinieri sono intervenuti in un'abitazione infilando le manette ai polsi del figlio della donna che li aveva contattati
In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne L'uomo è stato scovato dai Carabinieri: deve espiare 14 mesi per fatti del 2014 e del 2015
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.