Sporcizia nella sala d'aspetto
Sporcizia nella sala d'aspetto

La stazione di Giovinazzo di sera è terra di nessuno

Tra sporcizia e vandalismo la richiesta dei cittadini: «Va sorvegliata meglio»

La sala d'aspetto sporca, il sottopassaggio in cui ragazzini sfidano le regole e restano in gruppo fino a tarda ora, senso di insicurezza dei pendolari (pochi in questo periodo).

È questo il quadro della situazione nella stazione ferroviaria di Giovinazzo alla chiusura serale dell'unica edicola. Terra di nessuno, in cui la sala d'aspetto viene puntualmente sporcata con cartacce, lattine ed avanzi di bivacchi come ci ha documentato un lettore poco prima di Natale con la foto che vedete.

«Va sorvegliata meglio, senza più indugiare», chiedono quasi in coro i lavoratori e le lavoratrici costretti ancora a viaggiare in piena pandemia. A sera c'è solo inevitabile silenzio ed in tanti lamentano un diffuso senso di insicurezza.

Vanno presi dei provvedimenti, magari con controlli delle forze dell'ordine più accurati. E poi c'è la questione della civiltà individuale, che spesso, tra i giovani che si riuniscono in quel luogo isolato, è del tutto assente. Speriamo che la nostra segnalazione possa servire ad accendere i riflettori su un luogo che, soprattutto in inverno, non può continuare ad essere ciò che è ora.
  • Stazione di Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Una leggerezza pericolosissima in stazione Una leggerezza pericolosissima in stazione L'inquietante segnalazione di un nostro lettore
Crepe e muffe nel sottopassaggio ferroviario Crepe e muffe nel sottopassaggio ferroviario I pendolari preoccupati: «Speriamo sia sicuro»
In comodato d'uso i fabbricati dell'ex scalo merci ferroviario In comodato d'uso i fabbricati dell'ex scalo merci ferroviario Accordo tra Comune e Ferrovie dello Stato. Depalma: «Vorremmo che lì sorgesse il polo del mondo associativo»
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.