Corrado Uva
Corrado Uva

Uva vuole la vittoria: «Servirà per sbloccarci»

Il Giovinazzo (che non vince da un mese) attende al San Pio il lanciatissimo Carapelle

È stato il colpo di mercato più pregiato della sessione invernale e potrebbe essere il nuovo trascinatore del Giovinazzo di Angelo Germinario.

L'attaccante Corrado Uva, dopo aver indossato la maglia della Nuova Molfetta ha deciso di sposare il progetto del presidente Corrado Azzollini, ma la sua nuova squadra, dopo una prima parte di stagione da applausi, ha perso colpi nelle ultime tre uscite: «Con la Fortis Altamura e l'Unione Calcio Bisceglie - analizza il forte attaccante - meritavamo di più. Purtroppo, però, il calcio è fatto di episodi che in queste partite ci sono girati male. Stiamo lavorando per migliorare, ci serve solo una vittoria e torneremo a dire la nostra. Speriamo arrivi già domenica, noi ce la metteremo tutta».

Domani, infatti, al San Pio di Bari (fischio d'inizio alle ore 14.30) arriverà il Carapelle quarto in classifica nell'ultimo turno del girone d'andata. Non ci saranno Colagrande, Patruno, Longo e De Palma. In attesa del primo gol di Uva con la maglia del Giovinazzo: «Lo so che da me si aspettano almeno un goal a partita visto che mi hanno preso per fare questo - scherza ma non troppo il bomber molfettese -. L'infortunio di inizio campionato sta influendo sulla mia condizione: stare quasi tre mesi fermo non è facile, ma tra qualche partita potrete vedere il vero Uva. Ormai sono maturo per abbattermi se il goal non arriva anche perché, di solito, più lo cerchi e più ti scansa. Però so che farne qualcuno consecutivo mi darebbe tanto morale e tanta forza».

«Io ci metto tutto l'impegno possibile, ma non me la prendo - conclude Uva -. Anzi, se non segnassi nemmeno un goal (ma spero proprio di no) e il Giovinazzo vincesse tutte le partite, ci metterei la firma».
  • Giovinazzo Calcio
  • Corrado Uva
Altri contenuti a tema
Il 2018 dello sport, più dolori che gioie Il 2018 dello sport, più dolori che gioie Ripercorriamo un anno di imprese e disfatte su piste, campi, pedane e vasche
Giovinazzo, è finita. Il club non si iscrive neanche alla Terza Categoria Giovinazzo, è finita. Il club non si iscrive neanche alla Terza Categoria Nella delegazione provinciale di Bari non c'è traccia del sodalizio di Folino Gallo
La Virtus Molfetta è salva, il Giovinazzo retrocesso La Virtus Molfetta è salva, il Giovinazzo retrocesso L'undici di Tricarico avanti 0-2, viene raggiunto 2-2. Ai tempi supplementari non succede nulla, biancoverdi in Seconda Categoria
Il diktat di Tricarico: «Voglio un Giovinazzo spensierato» Il diktat di Tricarico: «Voglio un Giovinazzo spensierato» Il tecnico biancoverde presenta il match di play-out di domani sul campo della Virtus Molfetta
Il Giovinazzo torna a sperare: vince e agguanta i play-out Il Giovinazzo torna a sperare: vince e agguanta i play-out Successo facile (7-1) contro il Celle di San Vito: la sconfitta del Sanctum apre ai biancoverdi le porte per la sfida di Molfetta
Giovinazzo, vincere ed attendere news da Manfredonia Giovinazzo, vincere ed attendere news da Manfredonia Domani l'ultima giornata. I biancoverdi devono battere il Celle e sperare che il Sanctum non vinca
Giovinazzo, che combini? Sconfitto 3-1 ad Acquaviva Giovinazzo, che combini? Sconfitto 3-1 ad Acquaviva I biancoverdi di Tricarico complicano il loro cammino a 90 minuti dall'epilogo
Tricarico avvisa il Giovinazzo: «Ci giochiamo i play-out» Tricarico avvisa il Giovinazzo: «Ci giochiamo i play-out» Il tecnico prepara i suoi uomini ad una gara fondamentale. Ad Acquaviva in palio più di tre semplici punti
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.