Gaetano Delfino e Lorenc Feleqi
Gaetano Delfino e Lorenc Feleqi

Gaetano Delfino e l'addio al nuoto: «Chiuso un ciclo dopo 23 anni»

La commozione dell'atleta giovinazzese dopo la conquista di 320 medaglie: «È stato un bel viaggio»

Oggi il XXXIV meeting internazionale di nuoto Master "Italo Galluzzi", nell'ambito della "Settimana del nuoto" di Città di Castello, celebrerà Gaetano Delfino, che disputerà la sua ultima gara ufficiale dopo un ciclo lungo 23 anni e ben 320 medaglie e 13 coppe.

Alla vigilia della partenza per l'Umbria, l'atleta giovinazzese ha scritto una bella e lunga lettera di ringraziamento. Ha citato i genitori, i primi 10 anni trascorsi in quel di Ruvo, la Netium Giovinazzo, Lorenc Feleqi e senza dimenticare nessuno ha voluto ricordare tutti quello che lo hanno accompagnato in questo percorso. «Sono contento, ho dato tutto me stesso a questo sport ed alle persone che hanno fatto parte del mio lungo viaggio.

Ho messo piede la prima volta in una piscina nel 1996, a Ruvo di Puglia, ho nuotato lì 10 anni della mia vita. Nel 1998 un ragazzo biondo, Lorenc Feleqi mi prese con sé nella propaganda, portandomi alla prima vittoria nel 2000. Avevo appena 8 anni. Con lui ho vissuto tante vittorie e sfide, la più celebre sicuramente è stata la finale del campionato internazionale di Viareggio nel 2005: arrivammo quinti tra i migliori otto al mondo.

Ed ancora: vittorie a livello regionale e ottimi posizionamenti a livello nazionale nella Talos Nuoto Ruvo. Nel 2007 il trasferimento a Giovinazzo, il primo nuotatore della Netium Giovinazzo, con Lorenc Feleqi sempre accanto, un giovinazzese bandiera del nuoto della nostra città, era il mio sogno. Da agonista ho vissuto altri 2 anni magici prima di un infortunio che mi fece fermare.

Ripresi 2 anni dopo a nuotare nei Master e da lì un'altra grande scalata di successi a livello regionale, nazionale ed internazionale. Dopo 23 anni di nuoto, 21 di gare (11 anni da agonista e 7 da master), non riesco più a portare il nome di Giovinazzo come vorrei. Sì il nuoto master è fatto per divertire, ma io l'ho sempre preso seriamente perché per me ogni momento con la cuffia della mia città è stato magico.

Portare la Netium Giovinazzo in ogni dove sui podi di tante mete, è stato il mio vanto, il mio piccolo grande sogno, ma sono due anni in cui problemi fisici e tante altre circostanze non mi hanno mai permesso il rientro in forma. Non ho mai fatto una gara senza solide motivazioni, soprattutto con quella cuffia. La mia città merita orgoglio ed impegno e soprattutto qualcuno che la valorizzi con grandi risultati.

Lascio con la consapevolezza di non poter fare più tutto ciò, ma di esser riuscito a farlo per tanti anni. Sabato a Città di Castello, in Umbria, nuoterò la mia ultima gara, accanto ai miei amici e probabilmente per l'ultima volta accanto a Lorenc Feleqi. Il mio unico rimpianto è stato non donare tutti i 23 anni della mia carriera alla Netium ed a Giovinazzo, ma va bene così. Vorrà dire che altri giovinazzesi prenderanno quell'eredità.

Ho fiducia nella grande cantera che abbiamo. Il mio medagliere? 320 medaglie, di cui 220 da agonista e 100 da master oltre a 12 coppe di squadra ed 1 singola. Beh, insomma è stato davvero un bel viaggio».
  • Netium Giovinazzo
  • Gaetano Delfino
Altri contenuti a tema
Nuoto, Assoluti regionali: un'altra pioggia di medaglie per la Netium Nuoto, Assoluti regionali: un'altra pioggia di medaglie per la Netium Merito delle scelte dirigenziali di Feleqi. Il dirigente Delfino: «Questo club è un vanto da tener stretto»
Vittoria della Netium Giovinazzo nella Salento Swim Race Vittoria della Netium Giovinazzo nella Salento Swim Race Raggiante il dirigente Delfino dopo la gara sulla distanza del miglio marino: «Di Pierro è stato sicuramente il volano delle gare in acque libere»
Pioggia di medaglie per la Netium Giovinazzo Pioggia di medaglie per la Netium Giovinazzo Undici ori, un argento e tre bronzi alle finali regionali Esordienti B e A e nelle categorie Master e Assoluti
Netium Giovinazzo, primo posto da urlo al memorial Lorusso Netium Giovinazzo, primo posto da urlo al memorial Lorusso Ancora un successo: il club giovinazzese fa incetta di medaglie al Centro Universitario Sportivo di Bari
La Netium regina del nuoto pugliese La Netium regina del nuoto pugliese Grande risultato per la società giovinazzese agli Assoluti regionali di nuoto
Giornata Internazionale della Donna: la Fontana dei Tritoni s'illumina di rosa Giornata Internazionale della Donna: la Fontana dei Tritoni s'illumina di rosa Da questa sera al 22 marzo una serie di appuntamenti nel cartellone varato dall'Assessorato alle Pari Opportunità in collaborazione con le associazioni locali
8 marzo: a Giovinazzo si premiano le "donne in campo" 8 marzo: a Giovinazzo si premiano le "donne in campo" L'iniziativa in Sala San Felice a cura della Netium e dell'Assessorato alle Pari Opportunità
Il 2018 dello sport, più dolori che gioie Il 2018 dello sport, più dolori che gioie Ripercorriamo un anno di imprese e disfatte su piste, campi, pedane e vasche
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.