Il ritrovamento
Il ritrovamento
Cronaca

Una colonna di epoca romana sotto via Marina? Ci penserà la Soprintendenza

Il rinvenimento dopo gli scavi per un allaccio dell'Acquedotto

Elezioni Regionali 2020
Un semplice scavo per un allaccio alla rete idrica pubblica dell'Acquedotto Pugliese si è rivelato il mezzo per arrivare ad una scoperta interessantissima da un punto di vista archeologico. Forse.

È stata infatti rinvenuta, nella giornata di ieri, 14 gennaio, sotto la sede stradale di via Marina, a pochi metri dalla Concattedrale di Santa Maria Assunta, una colonna che potrebbe risalire all'epoca romana. O almeno è quello che dovrà stabilire la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio della Città Metropolitana di Bari, interessata del caso dall'Amministrazione comunale giovinazzese e già al lavoro. Questa mattina, infatti, è giunta a Giovinazzo la Soprintendente Annamaria Tunzi accompagnata da due archeologi per le verifiche del caso.

È probabile si tratti di una colonna risalente ad un'epoca certamente antecedente a quella dell'edificazione della chiesa e non di particolare pregio, ma certamente dal grande valore storico. Se tutto fosse confermato dalle verifiche, si tratterebbe di un ritrovamento di notevole importanza.

L'intera area, fanno sapere da Palazzo di Città, sarà ovviamente debitamente circoscritta in vista della grande affluenza di gente prevista a Giovinazzo nel fine settimana per i Fuochi di Sant'Antonio Abate. L'Amministrazione comunale, poi, a sue spese, si farà carico di ampliare gli scavi e di comprendere se quella colonna sia inserita o meno in un più ampio complesso. Con la Soprintendenza, infine, si è convenuto che il reperto sarà rimosso, ripulito e restaurato. Poi resterà a Giovinazzo, in un luogo da definirsi.

«La scoperta ci entusiasma soprattutto se si pensa che potrebbe non essere l'unico reperto che la storia antica della città ci restituisce- dichiara l'Assessore alla Cultura e Turismo, Cristina Piscitelli -. Sappiamo con certezza che Giovinazzo ha un patrimonio storico- artistico non ancora venuto alla luce. Ma cerchiamo di restare con i piedi per terra , vediamo cosa accade e se dovesse emergere ancora qualcosa. In ogni caso, siamo già d'accordo con la Soprintendenza della giusta necessità di rilanciare il nostro patrimonio attraverso l'organizzazione di un evento- lezione di approfondimento sui beni di valore che insistono nella nostra città».
  • Via Marina
  • Soprintendenza Archeologica della Puglia
  • Colonna romana Giovinazzo
Altri contenuti a tema
L'altro Capodanno, quello delle figuracce L'altro Capodanno, quello delle figuracce Spettacolo desolante in via Marina
Giornate Europee del Patrimonio, aperto il Dolmen di San Silvestro Giornate Europee del Patrimonio, aperto il Dolmen di San Silvestro L'iniziativa in collaborazione tra Soprintendenza Archeologica, Pro Loco e Touring Juvenatium
La notte di San Lorenzo al Dolmen è poesia La notte di San Lorenzo al Dolmen è poesia Ieri sera l'osservazione delle stelle per 500 persone
Notte di San Lorenzo al Dolmen di San Silvestro per osservare le stelle Notte di San Lorenzo al Dolmen di San Silvestro per osservare le stelle La sera del 10 agosto sito archeologico aperto ai visitatori dalle 20 alle 23
Un tramonto da cartolina (FOTO) Un tramonto da cartolina (FOTO) Il dolce finire del giorno in una domenica giovinazzase piena di turisti
Destagionalizzazione, parte il "Settembre mese della Cultura" Destagionalizzazione, parte il "Settembre mese della Cultura" L'Assessore Anna Vacca: «Lo faremo diventare periodo attrattivo e turistico»
La nuova via Marina: i costi e la soddisfazione dell'Assessore Depalo La nuova via Marina: i costi e la soddisfazione dell'Assessore Depalo Stasera l'inaugurazione con lo spettacolo di danza aerea per la regia di Elisa Barucchieri
Via Marina, l'ironia pungente di Natalicchio: «È giusto che la città festeggi» Via Marina, l'ironia pungente di Natalicchio: «È giusto che la città festeggi» Il consigliere dei Dem: «Giovinazzo lo farà con uno spettacolo di danza costato 31.720 euro»
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.