Un momento del musical. <span>Foto Marzia Morva</span>
Un momento del musical. Foto Marzia Morva
Associazioni

Un musical speciale

Venerdì sera è stato messo in scena dai ragazzi dell'Anffas onlus

Emozionante. È questo l'aggettivo più appropriato per il "Musical del musicals" spettacolo ideato con impegno dalla costumista e scenografa, Viviana Fasano, ed interpretato da dieci meravigliosi ragazzi disabili dell'associazione Anffas onlus di Giovinazzo, al termine del lungo percorso progettuale chiamato "Teatrabili".

Lo show è stato portato in scena nell'Auditorium "Don Tonino Bello" presso la parrocchia Immacolata gremita di gente. Il teatro è stato un esercizio artistico che ha permesso a ciascun ragazzo di mettersi alla prova, sviluppare le capacità psico-sociali e affettive, quali la fiducia in se stesso e nell'altro, la regolazione emotiva, la capacità empatica, la creatività.

"Teatrabili" ha rappresentato un'occasione relazionale molto importante in cui il palcoscenico si è trasformato in uno spazio neutrale di confronto in cui tutte le differenze sono state annullate. Il teatro con i suoi differenti linguaggi ha permesso alle persone con disabilità di riscoprirsi capaci di esprimersi con nuove potenzialità del proprio carattere.

Dopo gli iniziali saluti del Presidente dell'associazione, Michele Lasorsa, il quale si è soffermato su quanto ci sarebbe da imparare da questi ragazzi, divenuti «da spettatori passivi, attori protagonisti». Prima di dare inizio allo show è stato proiettato un video, di forte impatto emotivo, con il dietro le quinte della preparazione dello spettacolo. Si è trattato di un backstage speciale, ricco della naturalezza degli attori stessi.

Lo spettacolo, ben confezionato in riferimento a musiche, costumi, dialoghi, gags e coreografie, ha proposto scene estratte da "Grease", " The Rocky Horror Picture Show", "Moulin Rouge" e "Aladin". Il film "The Blues Brothers ", con le splendide musiche della colonna sonora e le scene più significative della storia, ha fatto da collante per tutto lo spettacolo.

Sul palcoscenico ragazzi motivati, davvero ben preparati e seguiti, si sono espressi nel ballo con semplicità e partecipazione grazie a cui hanno incantato il numeroso pubblico. Vincenzo nel ruolo di Jake (con una copia del mensile "In Città" tra le mani, nda), e Giuseppe nel ruolo di Elwood, ossia i Blues Brothers si sono mossi sul "Peter Gunn theme". E poi Antonellina, Carla, Caterina, Graziella, Francesco, Mauro, Michele, Vito (nei panni del mitico Ray Charles!!), tutti eccezionali.

Il finale, ricco di messaggi, ha vibrato su un brano più che mai opportuno, "Everybody needs somebody to Love", tratto dalla colonna sonora "The Blues Brothers" ed è stato il viatico per un lungo applauso finale del pubblico in sala.

I complimenti vanno rivolti a tutti i collaboratori, le educatrici, i volontari Anffas per la positiva riuscita dello spettacolo. Un solo rammarico: pur ringraziando don Giuseppe Milillo e don Gianni Fiorentino per la squisita disponibilità, possiamo affermare che sarebbe stato bello seguire il musical in piazza Vittorio Emanuele II, cuore pulsante della nostra cittadina, dove si vivono tutti gli eventi di maggior impatto estivi e dove avrebbe avuto maggiore visibilità, tutta meritata.

Iniziative come queste consentono di promuovere la cultura della qualità della vita e veicolano messaggi finalizzati all'inclusione delle persone disabili. L'Anffas, dal canto suo, ha mostrato una volta di più che, in tutto quel che fa, ci mette anima e cuore.
  • Anffas
Altri contenuti a tema
Inaugurata sabato scorso la nuova sede Anfass Inaugurata sabato scorso la nuova sede Anfass In tanti hanno voluto partecipare alla cerimonia in via De Gasperi
Stasera l'inaugurazione della nuova sede Anffas Stasera l'inaugurazione della nuova sede Anffas Michele Lasorsa: «Locali ristrutturati dai gentili proprietari. Un grazie a loro»
Oggi c'è l'Open Day all'Anffas Oggi c'è l'Open Day all'Anffas Porte aperte per proseguire nel programma di inclusione sociale
1 Gli altarini nella tradizione di Giovinazzo Gli altarini nella tradizione di Giovinazzo Tra i tanti altarini di San Giuseppe sparsi in città, quello dell'Anffas è curato da mamme speciali
Sabato c'è la matinée Anffas di Carnevale Sabato c'è la matinée Anffas di Carnevale Spettacolo del teatro di burattini nella sede di via Giuliodibari
Il dicembre dell'Anffas nel segno della solidarietà Il dicembre dell'Anffas nel segno della solidarietà Gli appuntamenti dell'associazione in questo mese di festa. S'inizia oggi
Servizio Civile, l'Anffas prepara la nuova stagione Servizio Civile, l'Anffas prepara la nuova stagione Nuove proposte di crescita per i giovani che vogliono conoscere e confrontarsi col mondo della disabilità. L'opinione di una volontaria
Il 20 luglio c'è la Total White Dinner dell'Anffas Il 20 luglio c'è la Total White Dinner dell'Anffas Cena vestiti di bianco nell'IVE con lo scopo di raccogliere fondi per l'associazione
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.