Festa in piazza per vittoria Azzurri. <span>Foto Giuseppe Dalbis</span>
Festa in piazza per vittoria Azzurri. Foto Giuseppe Dalbis
Corsivi

Un mese fa la notte più bella dell'estate 2021

Quando i giovinazzesi si ripresero la loro piazza

La piazza deserta, orfana di speranze, era stata la foto più significativa del 2020, simbolo della paura, del nemico che non sapevamo ancora come affrontare. C'era, ma non si vedeva.

Abbiamo imparato a conviverci ed anche il 2021, l'inizio del 2021, è stato denso di paure più che di speranze. Piazza Vittorio Emanuele II si è andata pian piano animando, ma c'è una notte in cui i giovinazzesi se la sono ripresa. È la notte del 12 luglio.

Alle 23.54 dell'11 luglio Gigio Donnarumma parava il rigore a Bukayo Ayoyinka T. M. Saka, inglese di chiare origini nigeriane, e in Italia partiva la festa. Una enorme, inimmaginabile festa sino a qualche mese prima, festa tricolore tinta d'azzurro. Era la festa di un popolo che si scopriva orgoglioso di se stesso, della conquista di obiettivi attraverso la fatica, senza i favori del pronostico. Il calcio e lo sport in genere come metafora di vita, come maestri di vita.

L'onda lunga è arrivata sino ad agosto, quando i nostri ragazzi e le nostre ragazze (chi se ne frega con quali caratteristiche cromosomiche o della pigmentazione della pelle) si sono presi il mondo per dieci volte dall'altra parte del globo terrestre, alle Olimpiadi di Tokyo.

Ma è stato in quella notte che abbiamo ripreso coscienza di quale Paese "potremmo essere" e non siamo, anche solo partendo dalle imprese sportive. Abbiamo riassaporato il senso di unità che per un po' ci aveva pervaso nella prima fase emergenziale, siamo tornati nazione, siamo tornati popolo. Tricolore in mano, maglie azzurre indosso a festeggiare i ragazzi di Roberto Mancini. Non ne siamo usciti migliori, lo sappiamo tutti e dobbiamo avere il coraggio di ammetterlo, ma quella notte la ricorderemo sempre come la notte degli italiani in tutto il mondo.

Era il 12 luglio 2021, racconteremo a figli e nipoti, c'era ancora la pandemia, ma i giovinazzesi si ripresero la loro piazza. Ebbri di gioia tornarono a sentirsi vivi per davvero.
  • Euro 2020
Altri contenuti a tema
La notte in cui tornammo ad essere orgogliosi del nostro Paese La notte in cui tornammo ad essere orgogliosi del nostro Paese Un anno fa il successo agli Europei di calcio
Le foto dell'anno a Giovinazzo Le foto dell'anno a Giovinazzo Estate da ricordare, non così gli altri mesi
L'Italia è Campione d'Europa dopo 53 anni. Festa a Giovinazzo L'Italia è Campione d'Europa dopo 53 anni. Festa a Giovinazzo Battuti gli inglesi ai rigori
Sfida a casa della Regina: attesa febbrile a Giovinazzo per Inghilterra-Italia Sfida a casa della Regina: attesa febbrile a Giovinazzo per Inghilterra-Italia Stasera la finale di Euro 2020 a Wembley
Finale Inghilterra-Italia: nessun maxischermo a Giovinazzo Finale Inghilterra-Italia: nessun maxischermo a Giovinazzo Lo ha deciso il Sindaco Tommaso Depalma in ossequio a quanto stabilito in una riunione in Prefettura
L'Italia batte la Spagna e va in finale: Giovinazzo è una bolgia (LE FOTO) L'Italia batte la Spagna e va in finale: Giovinazzo è una bolgia (LE FOTO) Il rigore di Jorginho e la parata di Donnarumma portano gli azzurri a giocarsi il titolo domenica 11 luglio
Stasera Italia-Spagna, Giovinazzo in trepidazione. Maxischermo in piazzetta Toselli Stasera Italia-Spagna, Giovinazzo in trepidazione. Maxischermo in piazzetta Toselli Azzurri impegnati alle 21.00 a Wembley nella semifinale di Euro 2020
Italia in semifinale! A Giovinazzo impazza la festa (LE FOTO) Italia in semifinale! A Giovinazzo impazza la festa (LE FOTO) Belgio battuto per 2-1 grazie alle reti di Barella ed Insigne
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.