Il Postamat di via Marconi danneggiato
Il Postamat di via Marconi danneggiato
Cronaca

Sventato un furto al Postamat, la videosorveglianza sorprende i ladri

Tre malviventi, a volto coperto, hanno tentato il colpo. Individuati dalle telecamere, sono stati messi in fuga dall'arrivo dei Carabinieri

Tentano un furto al Postamat di Giovinazzo, ma vengono prontamente intercettati grazie ai sistemi di sicurezza impiegati da Poste Italiane. L'utilizzo sistematico ha permesso di sventare il tentativo di furto: la segnalazione di allarme pervenuta alla Situation Room ha infatti permesso di allertare rapidamente i Carabinieri.

L'impegno di Poste Italiane per garantire standard di sicurezza sempre più cospicui a tutela delle persone e dei beni aziendali, ha consentito di sventare il furto ai danni dell'ATM dell'ufficio postale di Giovinazzo, avvenuto nella notte tra sabato e domenica scorsa e su cui sono in corso, col supporto della videosorveglianza, le indagini da parte dei militari della locale Stazione. L'allarme è scattato intorno alle ore 02.30 ed è arrivato sino alla Situation Room di Poste Italiane di Napoli.

Dalle immagini delle telecamere è stata rilevata la manomissione dell'erogatore di denaro dello sportello automatico, situazione che denota solitamente un tipico attacco con esplosivo. In pochi secondi l'operatore della Situation Room di Poste Italiane di Napoli s'è collegato alle telecamere presenti in loco, individuando tre uomini con il volto coperto da passamontagna intenti a forzare l'ATM di via Marconi e ha allertato, in pochi minuti, i militari dell'Arma di competenza territoriale.

I Carabinieri sono giunti sul posto e hanno sventato l'attacco dei malviventi, i quali non sono riusciti nel loro intento criminale. «Anche in questo caso - sottolinea una nota ufficiale di Poste Italiane - i dispositivi di protezione dell'ATM sia attivi che passivi, hanno consentito di sventare l'evento, allungando sempre più i tempi necessari ai malfattori per poter forzare l'ATM e permettendo in tale lasso di tempo l'attivazione della Situation Room di Napoli e l'arrivo delle forze dell'ordine».

«L'efficacia dei sistemi di sicurezza è risultata assai determinante - è la sottolineatura - per salvaguardare il contante e l'infrastruttura dell'ufficio in tale tipologia d'attacco. Oltre alla dotazione di vari sistemi di sicurezza tecnologicamente evoluti, ancora una volta è risultata fondamentale la stretta collaborazione tra Poste Italiane e le forze dell'ordine» - i Carabinieri, nel caso di Giovinazzo - a cui sono affidate le indagini di rito: al vaglio le telecamere di videosorveglianza della zona.

I banditi, disturbati dall'intervento, sono fuggiti. Proprio grazie alla immediata segnalazione il furto non è stato portato a termine. L'attenzione di Poste Italiane al tema della sicurezza ha contribuito alla riduzione del numero di fatti criminosi negli ultimi anni tanto che nel 2022 il 58% dei tentativi di furto in Italia sono falliti.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Furti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Nottata movimentata sul cavalcavia di Cola Olidda, dove si è conclusa la folle corsa di una Volkswagen Golf rubata a Molfetta
Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Il provvedimento d'urgenza del Tribunale di Bari applicato dopo la denuncia della donna. Applicata la misura cautelare
Fermato per strada con la droga, a casa della nonna trovata una pistola Fermato per strada con la droga, a casa della nonna trovata una pistola Nei guai un 16enne: i Carabinieri, dopo aver trovato 11 grammi di cocaina, hanno scoperto molto altro nella successiva perquisizione
Non riescono ad aprire il forziere, ladri "ripiegano" sul fondo cassa Non riescono ad aprire il forziere, ladri "ripiegano" sul fondo cassa Il furto nel supermercato Primo Prezzo. Forzato l'ingresso, al vaglio le videocamere. Un colpo simile a Bisceglie
«Mi dia un attimo la chiave». Attenti alla nuova truffa: come funziona «Mi dia un attimo la chiave». Attenti alla nuova truffa: come funziona Occhio al raggiro della raccomandata, a Giovinazzo c'è una nuova tipologia di truffa. Ecco cosa è successo
Rubano in casa e bloccano la porta, arrivano i Vigili del Fuoco Rubano in casa e bloccano la porta, arrivano i Vigili del Fuoco I ladri, dopo aver fatto irruzione in un appartamento in via Isonzo, sono riusciti a portar via oro e contanti. Indagano i Carabinieri
Ha l'obbligo di firma, aggredisce la sorella: il giudice lo manda in carcere Ha l'obbligo di firma, aggredisce la sorella: il giudice lo manda in carcere L'uomo, 35enne del posto, è stato arrestato dai Carabinieri: è accusato di maltrattamenti e violazione degli obblighi
Aggredisce il vicino di casa brandendo un'accetta. Fermato un 52enne Aggredisce il vicino di casa brandendo un'accetta. Fermato un 52enne L'episodio ieri mattina: l'uomo, con problemi psichici e accusato di minacce, è stato trasferito al San Paolo
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.