Massimo Cassano
Massimo Cassano
Politica

Nomina Cassano ARPAL, Bavaro e i 5 Stelle attaccano Emiliano

Il segretario di Sinistra Italiana: «La realtà ha superato l'immaginazione»

Massimo Cassano è il nuovo Commissario straordinario dell'Agenzia regionale per le politiche del lavoro. La nomina, ricevuta dal Presidente Michele Emiliano, completa di fatto il processo di inglobamento del movimento di Cassano all'interno dell'attuale maggioranza regionale ed apre definitivamente ad intese in vista della consultazione elettorale del 2020. In Giunta c'era entrato già il suo collega di partito, Gianni Stea, e la scelta è stata difesa dalla maggioranza, primo fra tutti Alfonsino Pisicchio, leader di Iniziativa Democratica.

Cassano ha solo chiesto di lasciarlo lavorare.

Non sono mancati però gli attacchi al Governatore Michele Emiliano da diversi settori delle opposizioni. Tra i più secchi ed ironici quello del giovinazzese Nico Bavaro, segretario regionale di Sinistra Italiana.

«Michele Emiliano - ha scritto su Facebook Bavaro - ha individuato con una nomina la soluzione a problemi fondamentali. I problemi non dei lavoratori e delle lavoratrici di Puglia ma quelli legati alla smania di spartire torte e tortine in nome di trasformismi e larghe e larghissime intese. Con la nomina di Massimo Cassano a Commissario straordinario dell'Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro (ARPAL), Michele Emiliano ha superato se stesso, la realtà ha superato ogni nostra malsana immaginazione».

Durissima la nota stampa dei Consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle: «Quale personaggio più indicato in un ruolo simile se non quel Cassano, ex Sottosegretario al Lavoro che alla faccia di tutti i lavoratori, a partire da 55 anni, dopo soli 8 anni di contributi, riceverà un bel vitalizio di 5.618€ al mese (che si aggiunge alla "magra" liquidazione ricevuta nel 2015 dalla Regione Puglia, quindi dai cittadini, di appena 198.800€) - scrivono -? Quello del lavoro è un tema delicatissimo per la nostra Regione, con migliaia di giovani costretti a partire a causa delle politiche fallimentari della Giunta, e l'ARPAL, che avrebbe dovuto essere la soluzione a tutti i mali, fino a questo momento si è rivelata un fallimento a causa dell'inerzia della Regione».

«È evidente la necessità di Emiliano - insistono i pentastellati nella loro nota -, ormai lasciato solo dai Consiglieri della sua maggioranza, di andare a raccattare voti ovunque, ma una alleanza cosí è un insulto per gli i pugliesi: come possono gli elettori di sinistra supportare un governo regionale che ha resuscitato e dato potere a personaggi come Stea, Di Cagno Abbrescia o Massimo Cassano? E al contempo come potrebbe un elettore di destra sostenere un uomo come Michele Emiliano che si è sempre definito il candidato del PD e con valori di sinistra? I pugliesi sono stanchi di essere presi in giro - concludono - e per fortuna il 2020 è alle porte».
  • Michele Emiliano
  • Nico Bavaro
  • Movimento 5 Stelle
  • Massimo Cassano
Altri contenuti a tema
Decreto Legge "Crescita", M5S: «Nostro emendamento tutela fornitori Mercatone Uno» Decreto Legge "Crescita", M5S: «Nostro emendamento tutela fornitori Mercatone Uno» Coinvolto nel crac un indotto con circa 10.000 lavoratori. Estratti a sorte anche i nuovi commissari
Toti e Tata ridono con Emiliano, «dall'Uzbekistan vogliono venire in Puglia» Toti e Tata ridono con Emiliano, «dall'Uzbekistan vogliono venire in Puglia» Il duo comico scherza sul turismo e sulla vita in Puglia durante la conferenza "Mano a mano"
Nomina dell'ex sindaco di Bisceglie nella società pubblica InnovaPuglia, indagato Emiliano Nomina dell'ex sindaco di Bisceglie nella società pubblica InnovaPuglia, indagato Emiliano L'accusa è di abuso d'ufficio per violazione della legge Severino. L'ex primo cittadino Spina sotto la lente d'ingrandimento anche per falso
Mercatone Uno, Ruggiero e Galizia (M5S): «Di Maio cercherà di riattivare amministrazione straordinaria» Mercatone Uno, Ruggiero e Galizia (M5S): «Di Maio cercherà di riattivare amministrazione straordinaria» Le due parlamentari sono intervenute dopo l'incontro al MISE di lunedì scorso
Galizia sulle Europee: «In realtà ha vinto l'astensionismo. Ma noi ancora primo partito» Galizia sulle Europee: «In realtà ha vinto l'astensionismo. Ma noi ancora primo partito» Commento schietto sul voto a Giovinazzo della parlamentare pentastellata che conferma: «Il Governo va avanti»
Elezioni europee 2019, i risultati definitivi a Giovinazzo. MoVimento 5 Stelle primo partito Elezioni europee 2019, i risultati definitivi a Giovinazzo. MoVimento 5 Stelle primo partito I dati pubblicati in mattinata. Ritardi sul sito comunale
Elezioni europee, MoVimento 5 Stelle e La Sinistra in piazza stasera Elezioni europee, MoVimento 5 Stelle e La Sinistra in piazza stasera Chiusura della campagna elettorale con Alberto De Giglio e Paola Natalicchio a Giovinazzo
Il Decreto emergenze agricole è legge Il Decreto emergenze agricole è legge Esultano i parlamentari del MoVimento 5 Stelle
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.