La discarica di Giovinazzo
La discarica di Giovinazzo
Territorio

«Nessuna firma per nuove discariche nel nostro territorio»

Il sindaco Depalma reagisce così all’ipotesi di due nuovi siti formulata dalla Provincia di Bari

Uno dei siti individuati dalla Provincia di Bari quale sede di una nuova e ipotetica discarica di rifiuti solidi urbani potrebbe essere la cava di Sant'Egidio, quella che sorge nei pressi del serbatoio dell'Acquedotto Pugliese, non molto distante dall'abitato.

L'altra potrebbe essere quella che apre lungo la strada provinciale 107 per Terlizzi a ridosso della rete autostradale in una zona agricola e circondata da serre per la coltivazione di fiori e ortaggi. Sono le grandi cave ancora presenti sul territorio giovinazzese, le uniche che apparirebbero idonee a nuovi impianti di discarica. Nessuna certezza però visto che l'elenco presentato in sede Ato dall'ente di via Nazario Sauro ha solo indicato il numero di luoghi possibili, due appunto in territorio giovinazzese, ma non la loro ubicazione. Non la conoscono neanche gli amministratori comunali, non solo quelli giovinazzesi, ma di tutti i comuni che rientrano in quell'elenco. «Non sappiamo quali possano essere i due siti individuati dalla Provincia di Bari - ha confermato il sindaco Tommaso Depalma - ma di nuove discariche sul nostro territorio non vogliamo proprio sentirne parlare». E rilancia. «Si tratterebbe di realizzare impianti ex novo - ha affermato - per cui non firmerò nessuna autorizzazione per l'apertura di nuove discariche sul territorio di Giovinazzo».

Perché poi la Provincia di Bari abbia deciso di produrre un elenco di possibili siti dove secondo il loro modo di vedere sia possibile impiantare nuove discariche rimane un enigma. Visto che quell'ente tra pochi giorni cesserà, almeno sulla carta, di esistere. Sta di fatto che quella lista è entrata nei verbali dell'Ato in occasione di una riunione che si è tenuto lo scorso 4 dicembre. Verbali che non sono stati ancora trasmessi ai comuni interessati. Sarebbe stata inviata solo una lettera dove sono descritte le indicazioni di massima. A quale gioco l'Ato e la Provincia di Bari stanno giocando? Verrebbe da chiedere. Si stanno preparando tutti a una nuova emergenza rifiuti? «Giovinazzo - ha affermato il sindaco - ha accettato attraverso la mia ordinanza di sopraelevare i lotti I, II e III della discarica di San Pietro Pago solo a condizione che si realizzi al più presto l'impianto di biostabilizzazione. Un impianto che con il suo lotto di soccorso, il V, dovrebbe scongiurare ulteriori emergenze. E poi con l'avvio della raccolta differenziata spinta, non dovremmo avere bisogno di nuove discariche. Per cui la pubblicazione di quell'elenco appare fuori luogo. Sta di fatto che il nostro comune ha per 30 anni subito un carico ambientale notevole, per cui ipotizzare nuove discariche in questo territorio è quanto meno inopportuno».

Depalma lo afferma dichiarandosi disposto ad opporsi a questa eventualità «con tutte le sue forze». «Siamo la parte debole in tutta questa vicenda - ha confessato - ma non possiamo continuare a sottometterci a quelli che in fatto di rifiuti solidi urbani appaiono essere i poteri forti». Il riferimento è a tutte le istituzioni sovracomunali e alle aziende che operano in questo settore.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Discarica Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Discarica, sopralluogo del sindaco con l'azienda aggiudicataria delle messa in sicurezza Discarica, sopralluogo del sindaco con l'azienda aggiudicataria delle messa in sicurezza Depalma: «Un altro grande traguardo è ormai vicino»
Discarica San Pietro Pago, la Giunta di Giovinazzo approva progetto preliminare per chiusura definitiva Discarica San Pietro Pago, la Giunta di Giovinazzo approva progetto preliminare per chiusura definitiva Depalma: «Proiettati con fatti concreti alla risoluzione delle “cause” della situazione ambientale»
Discarica Giovinazzo: superati i limiti di contaminazione di mercurio e ferro nella falda Discarica Giovinazzo: superati i limiti di contaminazione di mercurio e ferro nella falda Insorge PrimaVera Alternativa: «Tutto questo è inaccettabile!»
Discarica Giovinazzo, proseguono i lavori di manutenzione del sito su autorizzazione Procura della Repubblica Discarica Giovinazzo, proseguono i lavori di manutenzione del sito su autorizzazione Procura della Repubblica Depalma: «Continuiamo con l’ordinario, ma miriamo alla chiusura e alla post-gestione»
PVA, Discarica Giovinazzo: «Si continua a scherzare col fuoco» PVA, Discarica Giovinazzo: «Si continua a scherzare col fuoco» Nuova denuncia del movimento civico d'opposizione
Discarica Giovinazzo, parte campionamento acque di falda Discarica Giovinazzo, parte campionamento acque di falda Le operazioni saranno a cura dei tecnici di Arpa Puglia
Altri 300mila euro per la messa in sicurezza della discarica di Giovinazzo Altri 300mila euro per la messa in sicurezza della discarica di Giovinazzo Integrato il sostegno finanziario da parte della Regione Puglia
Discarica e PUG: se ne discute nel Consiglio comunale di Giovinazzo Discarica e PUG: se ne discute nel Consiglio comunale di Giovinazzo Seduta in streaming convocata per le ore 17.00
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.