La Pietà di Carlo Cinzio Altieri. <span>Foto Gianluca Battista</span>
La Pietà di Carlo Cinzio Altieri. Foto Gianluca Battista
Eventi e cultura

La mostra "Ave Mater Dolorosa" prolungata fino al 25 aprile

La decisione degli organizzatori dopo il grande afflusso di visitatori di queste settimane

Non ha chiuso ieri sera, 20 aprile, e durerà sino al 25 aprile prossimo la mostra iconografica "Ave Mater Dolorosa", in svolgimento nella chiesa del Carmine, in via Cattedrale a Giovinazzo.

La decisione è arrivata dagli organizzatori per il grande afflusso di pubblico giunto da ogni parte della regione, soprattutto nei weekend e durante la Settimana Santa. La mostra è il prodotto del lavoro di Saverio Amorisco, artista locale che ha collaborato col Museo Diocesano di Molfetta, con la Confraternita della Madonna degli Angeli e con l'Arciconfraternita di Maria SS del Carmine, padrona di casa.

In esposizione dal 15 marzo scorso quattro stampe dell'Addolorata (su tela e carta), quattordici campane di votive di vetro rappresentanti non solo l'Addolorata, ma anche la Pietà, due statue di recente fattura della Vergine e un vestito concesso dalla Confraternita della Purificazione.

Le opere, tutte inseribili in un arco temporale tra XVIII e XXI secolo, arrivano non solo da collezioni private o da parrocchie giovinazzesi, ma anche da Molfetta, Terlizzi, Bitonto, Trani, Bari, Modugno, San Ferdinando di Puglia, Trinitapoli e finanche da Montescaglioso.

Di pregio assoluto la maestosa Pietà di Carlo Cinzio Altieri, della fine del '700, che rapisce il visitatore al centro della chiesa cinquecentesca del Carmine, realizzata con legno policromo, manichino anatomico snodabile, parrucco di seta nera, abito in tessuto nero ricamato a filo d'argento e sudario con balza di filet alta ben 26 centimetri, a cui aggiungere l'aureola in metallo argentato, stiletto in argento punzonato e pietre dure.

Il pomeriggio di Pasqua è bene speso se si riesce e fare un salto in via Cattedrale. Porte aperte dalle 18.30 alle 22.00.
  • Museo Diocesano
  • Chiesa del Carmine
  • Saverio Amorisco
  • Ave Mater Dolorosa
  • Passione 2019
Altri contenuti a tema
La Biblioteca "Seminario vescovile" riconosciuta di eccezionale interesse culturale La Biblioteca "Seminario vescovile" riconosciuta di eccezionale interesse culturale Prosegue con impegno l'azione di valorizzazione degli spazi culturali diocesani
La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee La Diocesi s'interroga sulle elezioni europee Martedì 14 maggio, ore 19.30, all'Auditorium "Salvucci" Molfetta incontro pubblico promosso dalle Aggregazioni Laicali
Le FOTO degli Altari della Reposizione Le FOTO degli Altari della Reposizione Ieri sera migliaia di persone nelle chiese giovinazzesi per i riti del Giovedì Santo
Trecento anni di processione dei Misteri: il percorso di stasera Trecento anni di processione dei Misteri: il percorso di stasera Uscita delle immagini sacre alle ore 19.30 dalla Concattedrale
Stasera la Missa in Coena Domini e gli Altari della Reposizione Stasera la Missa in Coena Domini e gli Altari della Reposizione Giovedì Santo carico di spiritualità per Giovinazzo
Partecipazione e commozione per il rito della "Madonna sotto l'organo" (FOTO) Partecipazione e commozione per il rito della "Madonna sotto l'organo" (FOTO) Ieri la celebrazione in Concattedrale. Don Andrea Azzollini: «La Settimana Santa periodo "scomodo"»
In Concattedrale il toccante rito della "Madonna sotto l'organo" In Concattedrale il toccante rito della "Madonna sotto l'organo" Alle ore 18.00 iniziano i riti della Settimana Santa a Giovinazzo
Stasera la Via Crucis cittadina alla presenza di Mons. Cornacchia Stasera la Via Crucis cittadina alla presenza di Mons. Cornacchia Ad organizzarla l'Azione Cattolica con i ragazzi del Liceo "Spinelli" e dell'IPSIA "Banti"
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.