La segnaletica all'ingresso della scuola Don Saverio Bavaro
La segnaletica all'ingresso della scuola Don Saverio Bavaro
Scuola

I presidi pugliesi: «Dal 1° febbraio notevole aumento didattica in presenza»

Ma solo il 21,8% degli studenti delle superiori ha deciso per il ritorno in aula

Su 150 scuole pugliesi, con una popolazione studentesca complessiva di oltre 110mila studenti, il 1°febbraio sono tornati in classe l'81,5% degli alunni delle primarie, il 48,7% delle medie e il 21,8% delle superiori.

È il risultato di un sondaggio proposto dall'Associazione Nazionale Presidi Puglia. I numeri possono essere confrontati, almeno per i primi due ordini scolastici, con quelli di un altro sondaggio proposto in occasione del rientro dopo le vacanze natalizie, il giorno 7 gennaio scorso: scuola elementare 49,6% e scuola media al 28,8%.

«I dati registrano un notevolissimo incremento della frequenza in presenza – spiega Roberto Romito, presidente ANP Puglia - rispetto a quelli di meno di un mese fa, nelle scuole del primo ciclo di istruzione; vicini addirittura al raddoppio, nella scuola media. Li potremmo interpretare come l'accoglimento, da parte di tantissime famiglie, del segnale che abbiamo lanciato in ripetute occasioni, denunciando la nostra contrarietà all'ordinanza regionale, circa la preoccupazione che un prolungato uso della didattica a distanza stia creando negli alunni, in particolare nei più piccoli ed in quelli più fragili, un deficit educativo e formativo profondo in misura tale da far temere che possa essere addirittura incolmabile e, quindi, come una saggia "reazione" da parte loro pur con le cautele del caso, vista l'emergenza sanitaria in corso».

La nota dell'ANP si chiude con una denuncia: «Nessuno, che si sappia, ha finora ufficialmente pubblicato i dati che abbiamo raccolto noi in forma, per così dire, "amatoriale" – conclude Romito -. Non l'ha fatto il Ministero dell'Istruzione, non l'ha fatto l'Ufficio Scolastico Regionale. Ma non l'ha fatto neppure la Regione Puglia, che pure obbliga le scuole a comunicare ogni lunedì i dati rilevanti ai fini dell'andamento dei contagi ma anche quelli relativi alle frequenze deli alunni».
  • Scuola
  • Associazione Nazionale Presidi
Altri contenuti a tema
In Puglia l'anno scolastico inizierà il 14 settembre In Puglia l'anno scolastico inizierà il 14 settembre Approvato dalla Giunta regionale il calendario 2022/2023
Emiliano su slittamento apertura scuola: «Impossibile emanare un'ordinanza» Emiliano su slittamento apertura scuola: «Impossibile emanare un'ordinanza» Il presidente regionale ha spiegato le sue motivazioni, pur condividendo le preoccupazioni di dirigenti, docenti e presidi
Tutti in classe. Gli auguri di Mons. Cornacchia nel ricordo di Carlo Acutis Tutti in classe. Gli auguri di Mons. Cornacchia nel ricordo di Carlo Acutis Messaggio di inizio anno del Vescovo rivolto ad alunni e studenti
Scuola, per Emiliano ripartenza in sicurezza con vaccinazioni studenti Scuola, per Emiliano ripartenza in sicurezza con vaccinazioni studenti Per il Consiglio di Stato è legittima la sua ordinanza sulla didattica a richiesta. E lui rilancia
Il TAR respinge ricorso contro l'ordinanza scuola di Emiliano: «È legittima» Il TAR respinge ricorso contro l'ordinanza scuola di Emiliano: «È legittima» Il Presidente della Regione: «Se questo modello ha salvato anche una sola vita, sono contento di averlo scelto»
Scuola, per i sindacati sarà difficile il rientro al 100% in presenza Scuola, per i sindacati sarà difficile il rientro al 100% in presenza Perplessità di diverse sigle sulla ripartenza in aula da settembre
Libertà di scelta a scuola, Emiliano: «Prorogheremo attuale ordinanza fino a metà maggio» Libertà di scelta a scuola, Emiliano: «Prorogheremo attuale ordinanza fino a metà maggio» Le dichiarazioni durante l'incontro con un gruppo di genitori favorevoli alla DAD
Ordinanza scuola Puglia: il Governo potrebbe impugnarla Ordinanza scuola Puglia: il Governo potrebbe impugnarla Il Presidente del Consiglio Draghi: «Ci stiamo pensando»
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.