Torre Sant'Eustachio. <span>Foto Domenico Carbonara</span>
Torre Sant'Eustachio. Foto Domenico Carbonara
Eventi e cultura

Giovinazzo celebra oggi la "Giornata FAI all'aperto"

Appuntamento imperdibile organizzato dal locale Gruppo per conoscere la storia del contado giovinazzese

Elezioni Regionali 2020
Anche a Giovinazzo si celebra la Giornata FAI all'aperto.

ORARI E PERCORSI

Quest'oggi 27 giugno, a partire da Torre Rufolo (strada provinciale Giovinazzo Terlizzi) è stato organizzato dal locale Gruppo FAI guidato dall'architetto Michele Camporeale, un cammino di 5 ore tra le architetture rurali del contado di Giovinazzo. Tre gruppi con massimo 15 persone. Gli orari di partenza sono: primo turno ore 8.00, secondo turno ore 8.15, terzo turno ore 9.00.

Il percorso ad anello, con partenza e arrivo dal Casale Rufolo, si sviluppa intorno a quattro itinerari narrativi a seconda dei contesti rurali da attraversare e dei beni e manufatti rurali presenti.

Il primo tratto, lungo l'antica vicinale in località "Piscina a Titti", si sviluppa intorno al tema dell'acqua e dei manufatti in pietra legati alla gestione tradizionale della risorsa idrica. Il secondo tratto con la "Lama Castello", permette di osservare il paesaggio carsico dei solchi erosivi. Il terzo tratto, data la condizione morfologica del terreno, ha una valenza panoramica con lo skyline di Giovinazzo e il mare.
Infine l'ultimo tratto, a partire dalla Chiesa di San Basilio, è legato al tradizionale percorso di fede con le chiese rurali (Chiesa-Torre del Padre Eterno, della Cappella Votiva di Santa Maria di Corsignano e di Santa Lucia) tradizionali luoghi di pellegrinaggio dei giovinazzesi.

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO

«Siamo molto contenti che il FAI abbia organizzato una giornata anche alla scoperta delle bellezze del nostro territorio - dichiara il sindaco, Tommaso Depalma -. Speriamo che sia un modo come un altro, osservando tutte la cautele del distanziamento sociale che ancora sono importanti, per tornare a stare insieme e all'aria aperta ripartendo dalla bellezza».


IL MESSAGGIO ALLA BASE DI QUESTA GIORNATA

«Questa nuova edizione delle Giornate FAI si carica di un significato speciale ed emblematico: il momento storico che stiamo vivendo ha imposto a tutta la collettività di riorganizzarsi e reinventarsi, e il FAI è pronto per tornare a offrire al pubblico una ricca e intensa esperienza di visita, nel rispetto della massima sicurezza per tutti, cogliendo l'occasione per mettere al centro della propria proposta il patrimonio "verde" all'aperto di natura, ambiente e paesaggio del nostro Paese. Il FAI persegue dalla nascita l'obiettivo di riavvicinare gli italiani alla natura e al paesaggio, per riscoprire e coltivare una "cultura della natura" e per favorire la conoscenza del patrimonio verde dell'Italia, a cominciare dai suoi Beni. La nostra missione si basa sul principio che "si protegge ciò che si ama e si ama ciò che si conosce": comprendere la natura, dunque, si rivela il modo per educarci a "proteggerla". Oggi per un italiano sembra più facile riconoscere un monumento o una celebre opera d'arte che non le specie degli alberi intorno a noi, ma entrambe sono conoscenze fondamentali per un uomo colto e per un cittadino responsabile che abbia a cuore la tutela dell'immenso patrimonio italiano di arte e natura. Ecco perché il FAI dalla crisi generata dalla pandemia ha cercato di cogliere un'opportunità e per la prima volta, dopo 35 edizioni di Giornate FAI, presenta un programma di aperture interamente dedicato al rapporto tra Cultura e Natura, coinvolgendo i Beni e i territori in cui operano, nell'ambito della missione del FAI, le sue Delegazioni. Sarà sorprendente guardare l'Italia con occhi nuovi, e scoprire tutte le sue molteplici sfumature di "verde"».

  • FAI Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Una giornata "Tra vicoli e palazzi dell’antica Iuvenacium" Una giornata "Tra vicoli e palazzi dell’antica Iuvenacium" #cosaFAIdomenica? è una inizitaiva del FAI Bari in collaborazione con la delegazione giovinazzese
Pieno di pubblico e consensi per le Giornate FAI d'Autunno nell'agro tra Giovinazzo e Terlizzi (FOTO) Pieno di pubblico e consensi per le Giornate FAI d'Autunno nell'agro tra Giovinazzo e Terlizzi (FOTO) Tanti visitatori per scoprire bellezza e storia della chiesa di San Martino e della Villa dei Vescovi
Giornate FAI d'Autunno: tra Giovinazzo e Terlizzi aprono la Chiesa di San Martino e la Villa dei Vescovi Giornate FAI d'Autunno: tra Giovinazzo e Terlizzi aprono la Chiesa di San Martino e la Villa dei Vescovi Tutte le info per partecipare ad una due giorni dall'altissimo valore culturale
Il 22 settembre tornano le domeniche del FAI a Casale Rufolo Il 22 settembre tornano le domeniche del FAI a Casale Rufolo Tutte le info su programma, visite guidate e degustazioni
«La Giovinazzo che vorremmo», PVA esalta il lavoro del FAI Giovinazzo «La Giovinazzo che vorremmo», PVA esalta il lavoro del FAI Giovinazzo Dal partito di opposizione i complimenti ad organizzatori e volontari delle Giornate di Primavera
La grande bellezza La grande bellezza Le Giornate FAI di Primavera hanno portato a Giovinazzo migliaia di visitatori da tutta la regione interessati al nostro patrimonio architettonico e storico
Giornate FAI di Primavera: pieno di consensi al sabato Giornate FAI di Primavera: pieno di consensi al sabato Ed oggi si replica dalle 9.30 alle 19.00. Aperti ancora Palazzo Messere e la chiesa della Madonna degli Angeli
Palazzo Messere aperto per le Giornate FAI di Primavera Palazzo Messere aperto per le Giornate FAI di Primavera Visitabili eccezionalmente le chiese della Madonna degli Angeli e di Santa Maria de lo Muro. Tutte le info per partecipare
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.