Cristina Piscitelli
Cristina Piscitelli
Attualità

Estate Giovinazzese, la parola all'assessora Cristina Piscitelli

La nostra intervista alla titolare dei settori Cultura e Turismo

L'Estate Giovinazzese è da sempre un argomento di grande importanza in città. Tanti vogliono eventi per allietare le serate della bella stagione, altri mugugnano per gli inevitabili disagi.
Noi siamo andati alla fonte, abbiamo dato la parola all'assessora alla Cultura e Turismo, Cristina Piscitelli, la componente di Giunta probabilmente che di più è sotto i riflettori in estate. E ciò che leggerete è il risultato della nostra chiacchierata.


Assessora come giudica il primo mese di eventi a Giovinazzo? Movimenti e partiti di maggioranza l'hanno definito un avvio "scoppiettante". Immaginiamo sia d'accordo…
Quest'anno abbiamo inteso contribuire alla programmazione delle iniziative estive con eventi da noi direttamente sostenuti ed organizzati, per completare l'offerta culturale che le associazioni del territorio propongono tramite apposito Avviso pubblico. Mi pare che i due eventi musicali organizzati, mi riferisco a Road to Battiti con le performance di Mengoni ed Elodie e Porto Rubino con artisti come Madame, siano stati di grande richiamo e soprattutto abbiano contribuito a far conoscere l'immagine cartolina della nostra città oltre i confini della Puglia. Siamo affacciati sulla bellezza, la nostra persiana verde è affacciata sullo scorcio più suggestivo e riconoscibile della città, che ha fatto da sfondo a due imperdibili eventi musicali. Il grande ritorno di pubblico, oltre alle prime iniziative in programma, e mi riferisco in particolare alle proiezioni organizzate nell'ambito di "Cinema sotto le stelle", credo siano l'attestazione più evidente di questo avvio, appunto, scoppiettante.

Giovinazzo città del cinema, della musica e ora anche della poesia. È questa la nuova natura di una cittadina di ventimila abitanti affacciata sull'Adriatico?
I contenuti culturali che stiamo cercando di portare e di coltivare nei nostri spazi, durante tutto l'anno, mi pare che confermino la natura di una città capace di offrire iniziative che spaziano dalla letteratura alla poesia, dalle arti visive allo spettacolo dal vivo intercettando un pubblico variegato e proveniente anche da fuori città. Non ultime, le riprese che da fine maggio abbiamo ospitato nella nostra città di una importante coproduzione e di una serie TV che vedremo a breve anche sul grande schermo e in televisione. Si tratta di un lavoro costante, per niente casuale o semplice, che vede la collaborazione e l'attivismo delle nostre associazioni riunite in una nuova configurazione della consulta della cultura, il fermento del tessuto commerciale e produttivo, e l'appoggio di una amministrazione che crede fermamente nel valore della cultura quale fattore di crescita sociale e anche economica.

A proposito di musica. Marco Mengoni ed Elodie Di Patrizi a Giovinazzo per Road to Battiti Live sono stati un suo personale risultato. Così come Porto Rubino che ha portato Madame ed altri. Quanto sono costati questi due eventi alle casse comunali? Che ritorno avete avuto?
Come anticipato, si tratta di un risultato di tutta l'amministrazione che mi ha dato fiducia e ha deciso di puntare su eventi di richiamo, dalla grande capacità di promozione della città e di qualità. Abbiamo stanziato 15.000 euro per Road to Battiti e 20.000 euro per Porto Rubino, importi da intendersi oltre oneri e tasse demaniali. Il ritorno è stato immancabile, considerando che i collegamenti da Giovinazzo di Battiti sono stati trasmessi al momento solo su una rete televisiva importante ma del sud Italia, e che seguirà la messa in onda sulla TV nazionale.
Abbiamo raggiunto i 100.000 contatti unici sulla pagina DiscoverGiovinazzo, contatti provenienti non soltanto dall'area di prossimità, ma da altre regioni, oltre ai richiami alla nostra città sulle pagine degli artisti - alcuni sono seguiti da oltre 1 milione di persone - su riviste di costume nazionali e sulle pagine ufficiali dei soggetti organizzatori seguite da migliaia di contatti in tutta Italia. Devo però riconoscere che il più grande risultato è stato ritrovare negli occhi dei nostri concittadini tanta emozione e felicità per aver avuto la possibilità di assistere a questi spettacoli, condividere la gioia di vedere artisti di valore esibirsi nella propria città e poter mostrare le immagini, devo riconoscere molto suggestive, ai propri cari, vicini e lontani. Eventi di tale portata, in ultimo, garantiscono anche un indotto che non può essere misurato soltanto
nel breve periodo, ma gli impatti, diretti ed indiretti, in termini di ritorno di immagine, incremento dei flussi turistici e crescita economica della città saranno rinvenibili nel tempo, con un effetto moltiplicatore importante che monitoreremo.


Sappiamo che l'Estate Giovinazzese proseguirà sino a settembre inoltrato. Ci riassume quali sono gli eventi su cui più puntate?
Il nostro programma estivo vuole garantire una partecipazione diffusa e quindi intercettare ogni età ed aspettativa. Oltre agli eventi ormai consolidati, abbiamo un cartellone che prevede iniziative per i più piccoli con un festival interregionale di grande valore oltre all'iniziativa della notte bianca dei bambini, e ancora un festival di cinema e letteratura, la notte bianca della poesia, importanti mostre di artisti locali, le osservazioni astronomiche presso l'area archeologica del Dolmen di San Silvestro, gli eventi musicali – dai concerti all'alba al ritorno di un festival fortemente identitario -, le iniziative sportive e di promozione enogastronomica, e non ultimo il ritorno di Caffè concerto nella nostra piazza principale. Dopo gli eventi di inizio estate prima raccontati e su cui abbiamo particolarmente puntato, ritengo che l'estate giovinazzese non tralasci nulla con il suo ricco programma.

Capitolo Frecce Tricolori: il 27 agosto ci sarà lo spettacolo sul litorale. Ecco, come vi state muovendo? Ci saranno eventi a corredo? Sappiamo di un connubio con l'assessore Gaetano Depalo, in questo caso motore dell'iniziativa…
Un evento sempre atteso nella nostra città, di indiscusso valore e di grande partecipazione, che il collega Depalo sta seguendo da vicino. La settimana che precede tale evento è quella dedicata ai festeggiamenti della nostra Santa Patrona, con a capo il rinnovato Comitato Feste Patronali cui va il nostro augurio e sostegno per il grande lavoro che stanno svolgendo. Le iniziative, pertanto, non mancheranno, e come annunciato dal Comitato stesso, saranno comunicate a breve con una conferenza stampa cui non faremo mancare il nostro apporto.

Assessora, perché le chiese confraternali restano sempre chiuse, soprattutto al primo pomeriggio? Continua il desolante spettacolo di turisti stranieri in giro per la città che restano delusi. State correndo ai ripari?
Un tema a cui teniamo molto e che infatti abbiamo anche proposto come attività nei vari avvisi indetti dall'Amministrazione per sostenere progettualità che prevedano un percorso a garanzia delle aperture delle nostre chiese del centro storico, patrimonio indiscusso da valorizzare e da fruire. Proprio per questo abbiamo messo a punto uno strumento ah hoc che con la collaborazione della Diocesi ci consentirà di raggiungere tale obiettivo e molti altri. Di questo, però, ne daremo notizia a breve con una comunicazione specifica e puntuale che vi chiederemo di diffondere per potenziare i servizi e la fruizione dei beni del nostro borgo antico.

Chiudiamo con un tema che sta molto a cuore dei giovinazzesi. La movida è certamente parte della crescita turistica di una cittadina, ma si può evitare che sfoci in vero tormento notturno per i residenti? In accordo con il sindaco, Michele Sollecito, e con l'assessore alla Polizia Locale e attività produttive, Alfonso Arbore, quali provvedimenti intendete prendere per limitare le emissioni sonore a tarda ora?
Un fattore inevitabile, quello della movida, che non può certamente compromettere la crescita turistica di una città ovvero di chi ha investito in tali attività né la tranquillità dei nostri concittadini. Il rispetto delle regole è l'unica via che consente di garantire il giusto equilibrio tra questi due elementi, oltre ai controlli in atto per evitare criticità e garantire la sicurezza nel nostro territorio. Il
Sindaco ed il collega Arbore sono sempre al lavoro su tali aspetti, come dimostrato dal costante dialogo e condivisione delle azioni che si stanno intraprendendo per evitare criticità.


Ultimissima domanda: quale rapporto sta coltivando con le associazioni culturali del territorio e con il Comitato Feste Patronali? Ci sono novità in questo senso, una maggiore unità di intenti?
Il nostro appoggio, ed il mio nello specifico, alle associazioni culturali del territorio non è mai mancato e ho ritrovato ulteriore spinta collaborativa nel nuovo direttivo della neo istituita Consulta della Cultura e nel nuovo Comitato Feste Patronali, che sta lanciando un palinsesto nuovo, che non dimentica la tradizione. Sicuramente vi è una maggiore unità di intenti che mi auguro porti a buoni risultati per la città. Sono convinta, infatti, che il vero motore della crescita culturale di una città sia rappresentato dalle diverse realtà, professionali e afferenti al mondo associativo, presenti sul territorio, dalla loro capacità di interagire tra di loro e con la città, dalla collaborazione con il tessuto produttivo e dei commercianti. Il nostro compito è creare le migliori condizioni per favorire questa intesa, un lavoro in corso che ci vedrà sempre al loro fianco.
  • Cristina Piscitelli
  • Estate Giovinazzese
Altri contenuti a tema
L'arte di Giuseppe Miglionico in mostra a Giovinazzo L'arte di Giuseppe Miglionico in mostra a Giovinazzo Vernissage questa sera, 12 luglio, alle 20.00
Estate Giovinazzese, tutti gli eventi del fine settimana Estate Giovinazzese, tutti gli eventi del fine settimana Il cartellone completo per non perdersi nulla
"Suor Angelica", opera in un atto nel chiostro del convento dei Frati Cappuccini "Suor Angelica", opera in un atto nel chiostro del convento dei Frati Cappuccini Tre appuntamenti il 14, 15 e 16 luglio
Luglio ricco di eventi, Piscitelli: «Tante iniziative animeranno ulteriormente Giovinazzo» Luglio ricco di eventi, Piscitelli: «Tante iniziative animeranno ulteriormente Giovinazzo» Il clou con Porto Rubino il 17 luglio che porterà in città artisti quali Piero Pelù, Morgan e Nada
Tutti gli eventi di luglio dell'Estate Giovinazzese Tutti gli eventi di luglio dell'Estate Giovinazzese Ce n'è davvero per tutti i gusti
Estate Giovinazzese, il programma completo di giugno Estate Giovinazzese, il programma completo di giugno Tutto ciò che c'è da sapere per non perdersi nulla
Estate Giovinazzese, gli appuntamenti del weekend a Giovinazzo Estate Giovinazzese, gli appuntamenti del weekend a Giovinazzo Tutto ciò che c'è da seguire
Giovinazzo città della musica, la soddisfazione di Cristina Piscitelli Giovinazzo città della musica, la soddisfazione di Cristina Piscitelli Abbiamo intervistato l'assessora alla Cultura e Turismo alla vigilia di una lunga estate di eventi
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.